Pekmez

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Pekmez
Pekmez.jpg
Origini
Altri nomidoşab
Luogo d'origineTurchia Turchia
Dettagli
Categoriabevanda
Ingredienti principalimosto di frutta
 

Il Pekmez (in turco: pekmez, derivato dal turco oghuz bekmes[1][2]; in azero: doşab / bəkməz) è uno sciroppo simile alla melassa.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La melassa di frutta, il defrutum, risale al periodo classico.[3]

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il pekmez si ottiene dopo aver condensato succhi di mosto di frutta, in particolare uva, facendoli bollire con un agente coagulante come la cenere di legna o i semi di carruba macinati. A cottura ultimata, viene aggiunto del pekmez toprağı (un tipo di terreno di colore bianco contenente tra il 50% e il 90% di calce). Per ogni 100 kg di pekmez sono necessari tra 1 e 5 kg di terreno. Ciò che differenzia il pekmez da altri prodotti simili è l'uso di questo tipo di terra. Dopo la cottura viene lasciato riposare e quindi il terreno bianco viene separato dal liquido.

Varianti regionali[modifica | modifica wikitesto]

Pekmez di barbabietola da zucchero turco.

In Turchia per la produzione del pekmez vengono spesso utilizzate barbabietola da zucchero (şeker pancarı), fichi (incir) o gelso (dut), nonché bacche di ginepro (andiz), o carruba (keçiboynuz o harnup). In Azerbaigian, il pekmez è prodotto principalmente a partire da gelso o uva. Nei Balcani, è più simile a una marmellata e di solito fatto con le prugne. In Grecia, si chiama petimezi (πετιμέζι). Nella cucina araba, il dibs (o dibis) è prodotto con melograno, uva, carruba,[4] o datteri.[3]

Uso[modifica | modifica wikitesto]

Il pekmez viene usato come sciroppo o mescolato con il tahin per colazione. Il pekmez a base di carruba (keçiboynuz o harnup) è comunemente raccomandato come trattamento contro l'anemia sideropenica.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ TDK Online - Pekmez entry Archiviato il 22 agosto 2007 in Internet Archive.
  2. ^ Nisanyan.com - Etymological Dictionary - Pekmez [collegamento interrotto]
  3. ^ a b Alan Davidson, ed., The Oxford Companion to Food
  4. ^ Maan Z. Madina, Arabic-English Dictionary, s.v.