Pedro Nunes

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Pedro Nunes

Pedro Nunes detto Petrus Nonius Salacensis (Alcácer do Sal, 11 gennaio 1502Coimbra, 11 agosto 1578) è stato un matematico, cosmografo e cartografo portoghese.

Dal 1529 fu cartografo reale e dal 1544 al 1562 insegnò matematica all'Università di Coimbra, dove morì nel 1577. In suo onore fu chiamato Nonius un cratere della Luna.

Nel 1534 accertò la natura corretta della linea di rotta, ponendo quindi le basi per il calcolo della navigazione lossodromica[1]. Infatti i difetti delle carte piane per la navigazione oceanica, sui quali Pedro Nunes aveva richiamato l'attenzione fin dal 1530, si riducevano essenzialmente all'impossibilità di rappresentare correttamente su di esse la rotta realmente seguita tramite una semplice linea retta.

Nel 1542 pubblicò la descrizione di un ingegnoso sistema per misurare piccoli archi con sufficiente precisione, poi confuso con quello inventato da Vernier, detto comunemente nonio dal suo nome latinizzato.

Nel 1547 venne nominato primo Cosmografo-mor della Casa da Índia.

De erratis Orontii Finaei, 1546

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) James Alexander, Loxodromes: A Rhumb Way to Go (PDF), in Mathematics Magazine, vol. 77, n. 5, dicembre 2004, pp. 349-356.


Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Mourão, Ronaldo Rogério de Freitas, Dicionário das Descobertas, Pergaminho, Lisboa, 2001, ISBN 972-711-402-4
  • Dias, J. S. da Silva, Os descobrimentos e a problemática cultural do século XVI (3rd ed.), Presença, Lisboa, 1988

Opere[modifica | modifica wikitesto]

De arte atque ratione navigandi, 1573
  • Tratado em defensão da carta de marear, 1537
  • Tratado sobre certas dúvidas da navegação, 1537
  • (LA) De crepusculis, Lisboa, Luiz Rodrigues, 1542.
  • (LA) De erratis Orontii Finaei, Conimbricae, João de Barreira, João Alvares, 1546. URL consultato il 18 giugno 2015.
  • Petri Nonii Salaciensis Opera, 1566
  • Livro de algebra en arithmetica y geometria, 1567
  • (LA) De arte atque ratione navigandi, Coimbra, Antonio de Mariz, 1573.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN30337205 · ISNI (EN0000 0001 2126 3617 · BAV 495/166233 · CERL cnp01237873 · LCCN (ENn84231345 · GND (DE118987127 · BNE (ESXX1223864 (data) · BNF (FRcb13510349t (data) · J9U (ENHE987007424625305171 (topic) · WorldCat Identities (ENlccn-n84231345
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie