Pearson Island

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Pearson Island
Pearson Isles, South Australia (State Library of South Australia PRG-280-1-12-263).jpeg
Geografia fisica
LocalizzazioneGran Baia Australiana
Coordinate33°57′39″S 134°15′54″E / 33.960833°S 134.265°E-33.960833; 134.265Coordinate: 33°57′39″S 134°15′54″E / 33.960833°S 134.265°E-33.960833; 134.265
ArcipelagoPearson Isles (Investigator Group)
Superficie2,13[1] km²
Altitudine massima238 m s.l.m.
Geografia politica
StatoAustralia Australia
Stato federatoAustralia Meridionale Australia Meridionale
Cartografia
Mappa di localizzazione: Australia
Pearson Island
Pearson Island
voci di isole dell'Australia presenti su Wikipedia

Pearson Island è l'isola maggiore delle Pearson Isles, un sottogruppo dell'Investigator Group. Si trova nella Gran Baia Australiana lungo la costa occidentale della penisola di Eyre, nell'Australia Meridionale (Australia).

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

L'isola, di formazione granitica, è divisa in tre sezioni di cui la maggiore è quella settentrionale. Si trova circa 63 km a sud-ovest di Cape Finnis, l'estremità meridionale di Anxious Bay, sul lato occidentale della penisola di Eyre, e circa 25 km a sud-ovest di Flinders Island. Ha un'area di 2,13 km²; il punto più alto, 238 m, è una collina chiamata "Hill 781".[1] Un faro automatico opera nella sezione centrale dell'isola.[1]

Fauna[modifica | modifica wikitesto]

È tipica dell'isola una sottospecie di wallaby delle rocce dai fianchi neri: il wallaby delle rocce dell'isola di Pearson (Petrogale lateralis pearsoni).[2][1] Sulla spiaggia vive una colonia di leoni marini.[1]

Tra gli uccelli dell'isola si segnala la balia fronterossa e l'artamo mascherato; gli uccelli marini sono ben rappresentati con 36 diverse specie. Tra i sauri: il Christinus, l'Hemiergis peronii e l'Underwoodisaurus milii.[1]

Toponimo[modifica | modifica wikitesto]

Le isole Pearson hanno ricevuto il loro nome (Pearson's Isles) il 13 febbraio 1802 da Matthew Flinders, il quale non ha indicato il motivo della scelta del nome.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f Robinson, pp. 196-200.
  2. ^ (EN) The impact of isolation and bottlenecks on genetic diversity in the Pearson Island population of the black-footed rock-wallaby (Petrogale lateralis pearsoni; Marsupialia: Macropodidae), su publish.csiro.au. URL consultato il 31 marzo 2018.
  3. ^ Matthew Flinders, Capitolo VI, in A Voyage to Terra Australis, vol. 1, Progetto Gutenberg, 2004.
Formazioni rocciose su Pearson Island

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]