Pavel Huyn

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Pavel Huyn
patriarca della Chiesa cattolica
Paul Huyn.jpg
ArchbiskupGrafHuynCOA.jpg
 
Incarichi ricoperti
 
Nato17 febbraio 1868 a Brno
Ordinato presbitero7 giugno 1892
Nominato vescovo17 aprile 1904 da papa Pio X
Consacrato vescovo26 giugno 1904 dal cardinale Franziskus von Sales Bauer
Elevato arcivescovo4 ottobre 1916 da papa Benedetto XV
Elevato patriarca13 giugno 1921 da papa Benedetto XV
Deceduto1º ottobre 1946 (78 anni) a Bolzano
 

Pavel Graf Huyn (Brno, 17 febbraio 1868Bolzano, 1º ottobre 1946) è stato un patriarca cattolico e arcivescovo cattolico ceco.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

I primi anni[modifica | modifica wikitesto]

La sua era una famiglia della nobiltà tedesca, probabilmente di origine fiamminga; il padre, Johann Carl (1812- 889), era un generale dell'esercito austriaco.

Huyn intraprese gli studi teologici dai gesuiti a Innsbruck ed al Collegio Germanico a Roma conseguendo le lauree in filosofia (1889), teologia (1895) e diritto canonico. Fu ordinato sacerdote il 7 giugno 1892 a Innsbruck; dal 1898 prestò servizio nella diocesi di Brno.

Vescovo di Brno[modifica | modifica wikitesto]

Il 17 aprile 1904 fu nominato vescovo di Brno da papa Pio X in sostituzione del vescovo Franziskus von Sales Bauer trasferito a Olomouc. Lo stesso Bauer lo consacrò vescovo ad Olomouc il successivo 26 giugno, coconsacranti Josef Doubrava, vescovo di Hradec Králové e Laurentius Mayer, vescovo titolare di Dioclea di Frigia e ausiliare di Vienna; tre giorni dopo fece il suo ingresso in diocesi.

La sua azione pastorale sollevò dei problemi dal punto di vista etnico in quanto preferì inserire nelle diocesi dei pastori tedeschi e scelse come suo consigliere un nazionalista tedesco, il benedettino Albana Schachleitera. Alla percezione negativa della sua personalità di vescovo contribuirono il suo carattere violento e la scarsa conoscenza della lingua ceca.

Per intensificare l'azione pastorale convocò nel 1909 il primo sinodo diocesano e introdusse nella diocesi nuovi ordini e congregazioni religiose (carmelitani a Kostelní Vydří, redentoristi, salvatoriani a Brno-Husovice (1911) e altri). Ha ricevuto l'approvazione per la congregazione diocesana delle sester Těšitelek (1913 e 1915).

Vescovo di Praga[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la morte del cardinale Bauer, arcivescovo di Olomouc, avvenuta il 25 novembre 1915, gli ambienti militari viennesi lo preferirono al cardinale Skrbenský, arcivescovo di Praga, che venne trasferito ad Olomouc. Designato il 4 ottobre 1916, prese possesso della diocesi di Praga l'8 dicembre 1916.

Dopo la creazione della Cecoslovacchia, lasciò definitivamente le terre ceche il 19 novembre 1918; si dimise il 6 settembre 1919 e fu contestualmente nominato da papa Benedetto XV arcivescovo titolare di Sardica.

Ultimi anni[modifica | modifica wikitesto]

Lasciata Praga, visse prima in Svizzera, poi a Roma e infine nel monastero benedettino di Gries (ora parte di Bolzano), dove morì il 1º ottobre 1946. Il 13 giugno 1921 era stato nominato patriarca titolare di Alessandria e assistente al soglio pontificio.

È stato sepolto nella cripta del monastero; il 1º ottobre 2016 è stato traslato nella Chiesa del Sacro Cuore di Gesù a Brno.

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Successione apostolica[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN30532970 · ISNI (EN0000 0000 6136 1820 · GND (DE126549923 · BAV ADV10868458 · WorldCat Identities (EN30532970