Pauley Perrette

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Pauley Perrette nel 2012

Pauley Perrette (New Orleans, 27 marzo 1969) è un'attrice e cantante statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Pauley Perrette è cresciuta in diverse città, spostandosi con frequenza a causa del lavoro del padre.

È stata sposata per tre anni col cantante e attore canadese Coyote Shivers, da cui ha divorziato nel 2004, a causa del carattere violento e abusivo dell'uomo.[1]

Convive attualmente a Los Angeles con il compagno Thomas Arklie.[2] È una sostenitrice di diverse organizzazioni di beneficenza, inclusa la salvaguardia degli animali, l'American Red Cross e i diritti civili degli omosessuali.[3]

Ha avuto problemi di salute a causa della tossicità di un elemento usato per la sua tinta di capelli nero inchiostro (essendo una bionda naturale), che le ha causato una reazione allergica.[4] Nel 2015 ha subito un'aggressione fisica da un senzatetto, il quale è stato poi identificato e condannato.[5]

È un membro della Chiesa Metodista Unita di Hollywood.[6]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

La sua principale occupazione è quella di attrice, ottenendo notorietà nel 2003 con l'interpretazione dell'analista forense Abby Sciuto nella serie televisiva NCIS - Unità anticrimine; aveva in precedenza ottenuto parti minori in diverse opere al cinema e in televisione, tra cui un ruolo ricorrente nella prima stagione della serie 24. Dagli anni 1990 in poi ha preso parte a diversi videoclip, tra cui Killer di George Michael, Secret di Madonna e The Unnamed Feeling dei Metallica.[7] Al cinema, ha recitato nelle pellicole The Ring e Ash Tuesday.

Ha lasciato la serie NCIS in quanto ha sostenuto di essere stata aggredita fisicamente dall'attore protagonista Mark Harmon in seguito a numerosi diverbi, nati dopo aver contestato i suoi metodi di lavoro che lei definisce "autoritari" e la presenza sul set del cane aggressivo dell'attore. Una collaboratrice tecnica sarebbe stata aggredita nel 2016 gravemente dal pitbull di Harmon, riportando 16 punti di sutura al volto; l'attrice ha pubblicato la foto della donna ferita. Anche Pauley Perrette ha subito un morso dal cane, oltre ad essere, secondo le sue affermazioni, stata spintonata da Mark Harmon. Dopo queste affermazioni, Harmon ha minacciato di sporgere querela per diffamazione.[8][9][10][11]

Al di fuori della carriera di attrice, è stata la cantante del gruppo punk rock Lo-Ball, oltre a possedere una propria etichetta discografica, la GO Records.[12] Nel 2010 ha registrato la canzone Fear, scritta con Tom Polce, sotto il nome di Stop Making Friends.[13]

Perrette ha collaborato numerose volte col programma tv sul crimine America's Most Wanted nel febbraio 2004 donando alla città di Prattville (Alabama) un assegno di 10.000 dollari, che fu utilizzato per integrare l'offerta di ricompensa per le informazioni che portino all'arresto della persona che uccise Shannon Paulk. Paulk era di Prattville, vicino a dove Perrette visse da bambina. Perrette ha anche donato 10.000 dollari ai funzionari delle forze dell'ordine di Detroit nel 2007 per essere usati come ricompensa per le informazioni sulla scomparsa/ omicidio di Raven Jeffries, una bambina di Detroit di sette anni (l'allora partner di Perrette era di Detroit). La storia fu trasmessa in origine su America's Most Wanted l'8 settembre 2007, su Fox. Ha anche chiesto aiuto alla trasmissione per trovare gli assassini di una sua amica, Lisa Williamson, assassinata nel 2007 dopo che la sua casa di Detroit fu data alle fiamme. Nel 2009, Perrette ha lavorato col programma sul caso di Tammy Vincent, assassinata nel 1979 e ritrovata nel 2007.[14][15][16][17][18]

È inoltre scrittrice (compone canzoni e poesie) e fotografa,[19] ed è comproprietaria con Matthew Sandusky di una pasticceria, la Donna Bell's Bake Shop a Manhattan.[20]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Pauley Perrette mentre partecipa nel 2009 alla NOH8 Campaign contro la California Proposition 8

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatrici italiane[modifica | modifica wikitesto]

Nelle versioni in italiano dei suoi film, Pauley Perrette è stata doppiata da:

Da doppiatrice è sostituita da:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Roger Friedman, 'NCIS' Actress Pauley Perrette's Endless Nightmare Divorce, su foxnews.com, 28 settembre 2006. URL consultato il 22 agosto 2013 (archiviato dall'url originale il 22 maggio 2013).
  2. ^ (EN) Natalie Abrams, NCIS' Pauley Perrette Is Engaged — Again, su tvguide.com, 2 dicembre 2011.
  3. ^ (EN) Pauley Perrette as Abby Sciuto, su cbs.com (archiviato dall'url originale il 30 settembre 2007).
  4. ^ NCIS Star Pauley Perrette Issues Hair Dye Health Warning After Severe Allergic Reaction
  5. ^ ‘NCIS’ Star Pauley Perrette Talks About Being Allegedly Attacked By Homeless Man Outside Her Home
  6. ^ Pauley Perrette on life beyond "NCIS" after 15 years as Abby
  7. ^ (EN) Pauley Perrette [@PauleyP], And yes that's me in the @Metallica "The Unnamed Feeling" video (Tweet), su Twitter, 17 febbraio 2017.
  8. ^ Lo scontro tra Pauley Perrette e Mark Harmon di NCIS finirà in tribunale?
  9. ^ Pauley Perrette spintonata da Mark Harmon sul set
  10. ^ Tracy E. Nakamura, Pauley Perrette Says She’ll Never Return to ‘NCIS’ Because She’s ‘Terrified’ of Former Co-Star Mark Harmon, su thewrap.com, June 7, 2019. URL consultato il June 27, 2019.
  11. ^ NCIS, Pauley Perrette terrorizzata da Mark Harmon non tornerà mai nella serie CBS
  12. ^ (EN) Pauley Perrette, su biography.com. URL consultato il 4 dicembre 2018.
  13. ^ (EN) Pauley Perrette [@PauleyP], My #StopMakingFriends record is done (Tweet), su Twitter, 2 dicembre 2012.
  14. ^ Unknown Shannon Paulk killer
  15. ^ Unknown Raven Jeffries Killer, su amw.com. URL consultato il 29 maggio 2020 (archiviato dall'url originale il 9 ottobre 2007).
  16. ^ Case gets 'N.C.I.S.' star's attention
  17. ^ America's Most Wanted, su foxnebraska.com, 22 February 2009. URL consultato l'11 April 2014.
  18. ^ America's Most Wanted, su foxnebraska.com, 22 February 2009. URL consultato l'11 April 2014.
  19. ^ Catalyst, Tea, p. 201.
  20. ^ (EN) Donna Bell's Bake Shop, su donnabellsbakeshop.com.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Clint Catalyst e Michelle Tea, Pills, Thrills, Chills, and Heartache: Adventures in the First Person, ISBN 1-55583-753-0.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN29241092 · ISNI (EN0000 0001 1440 547X · Europeana agent/base/26411 · LCCN (ENno2004042277 · BNF (FRcb15105028m (data) · WorldCat Identities (ENlccn-no2004042277