Paul Zanette

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Paul Zanette
Nazionalità Canada Canada
Italia Italia (dal 2015)
Altezza 185 cm
Peso 86 kg
Hockey su ghiaccio Ice hockey pictogram.svg
Ruolo Ala sinistra
Tiro Sinistro
Squadra Indy Fuel
Carriera
Periodo Squadra PG G A Pt
Giovanili
2004-2006 North York Rangers 96 46 34 80
2006-2007 Aurora Tigers 33 23 29 52
2007-2011 Niagara Purple Eagles 128 53 52 105
Squadre di club0
2011 Hamilton Bulldogs 18 3 0 3
2011-2012 Rockford IceHogs 13 0 0 0
2011-2012 Toledo Walleye 26 5 9 14
2012-2014 Asiago 98 45 60 105
2014-2015 Bolzano 46 8 13 21
2015-2016 Edinburgh Capitals 35 19 20 39
2016 Asiago 16 3 4 7
2016-2017 G. Swamp Rabbits 33 9 11 20
2017- Indy Fuel 19 3 6 9
Nazionale
2015-2016 Italia Italia 6 0 3 3
0 Dati relativi al campionato e ai playoff.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 3 febbraio 2017

Paul Zanette (Nobleton, 8 aprile 1988) è un hockeista su ghiaccio canadese naturalizzato italiano, di ruolo attaccante.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Paul Zanette, dopo essere cresciuto in alcune leghe giovanili nordamericane, iniziò la propria carriera nell'ambiente universitario della NCAA presso la Niagara University, insieme ad altri giocatori di origine italiana come Vince Rocco e Daniel Sullivan. Vi restò per quattro stagioni fino al 2011, totalizzando 105 punti in 128 gare disputate.[1]

Al termine di quell'anno fu brevemente ingaggiato dalla squadra della American Hockey League degli Hamilton Bulldogs, riuscendo a segnare tre reti. Nella stagione 2011-2012 restò nella AHL, ma fu ingaggiato per un anno dai Rockford IceHogs.[2] Zanette giocò anche in ECHL con la formazione affiliata dei Toledo Walleye.

Nell'estate del 2012 si trasferì in Italia nella Serie A, scelto dall'Asiago Hockey insieme all'allora compagno di squadra Chris DiDomenico.[3] Al termine di quell'anno conquistò il primo titolo in carriera, seguito successivamente dalla Supercoppa italiana.

Nell'estate del 2014, a seguito della riduzione di stranieri imposta dalla FISG, sebbene ancora sotto contratto con l'Asiago si trasferì all'HC Bolzano (inizialmente assieme al fratello Marc, che poi rinuncerà per motivi lavorativi), squadra campione in carica della EBEL.[4]

Dopo una sola stagione coi biancorossi, nell'estate 2015 sottoscrisse un contratto biennale con gli Edinburgh Capitals, squadra della EIHL, di cui divenne capitano. Nel mese di febbraio fu girato in prestito, fino a fine stagione, all'Asiago Hockey.[5]

Il 31 marzo 2016 venne reso noto dal CONI che Zanette era stato trovato positivo alle metanfetamine in occasione di un controllo antidoping effettuato il precedente 8 marzo, ed era stato sospeso in via cautelare dal Tribunale Nazionale Antidoping.[6] Il giorno dopo Zanette ammise l'uso della sostanza al fine di aiutare la concentrazione durante la preparazione per sostenere un esame universitario.[7] A causa del procedimento, il giocatore e gli Edinburgh Capitals risolserso consensualmente il contratto che li legava.[8]

Nel luglio del 2016 ha fatto dunque ritorno in Nord America, sottoscrivendo un contratto coi Greenville Swamp Rabbits in ECHL.[9] A settembre gli venne comminata dal Tribunale Nazionale Antidoping una squalifica di venti mesi, valida solo in Italia.[10][11]

Nel successivo mese di gennaio passò dai Swamp Rabbits agli Indy Fuel, sempre in ECHL, in cambio di Tristan King e Nick Betz.[12]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Nell'autunno del 2014 Zanette maturò due anni consecutivi di permanenza nel campionato italiano e, grazie al possesso del passaporto italiano, poté essere convocato in Nazionale. Ricevette la prima chiamata nel marzo del 2015 in vista del raduno in preparazione al mondiale di Prima Divisione.[13] Pochi giorni dopo dovette dare forfait a causa di un infortunio alla spalla.[14]

L'esordio avvenne nel novembre 2015 in occasione dell'Euro Ice Hockey Challenge disputatosi in Lettonia.[15] Venne chiamato poi anche a disputare il torneo di prequalificazione a Pyeongchang 2018.[6]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Asiago: 2012-2013
Asiago: 2013

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Niagara’s Zanette gets Atlantic Hockey player of the year nod, USCHO.com, 17-03-2011. URL consultato il 01-11-2013.
  2. ^ (EN) IceHogs ink Peter Leblanc and Paul Zanette, icehogs.com, 28-06-2011. URL consultato il 01-11-2013.
  3. ^ Paul Zanette completa l'attacco stellato, hockeytime.net, 31-08-2012. URL consultato il 01-11-2013.
  4. ^ HCB all'attacco: confermato Pance, ecco i due Zanette, hockeytime.net, 09-08-2014. URL consultato il 09-08-2014.
  5. ^ (EN) Capitals loan Zanette to Asiago, edcapitals.com, 2 febbraio 2016. URL consultato il 2 febbraio 2016.
  6. ^ a b Sospeso Paul Zanette, su hockeytime.net, 31 marzo 2016. URL consultato il 13 gennaio 2017.
  7. ^ Hockey, positivo alle metanfetamine. Paul Zanette si difende: era per studio, su corrieredelveneto.corriere.it, 1º aprile 2016. URL consultato il 13 gennaio 2017.
  8. ^ Paul Zanette rescinde il contratto con gli Edinburgh Capitals, su hockeytime.net, 10 giugno 2016. URL consultato il 13 gennaio 2017.
  9. ^ (EN) Swamp Rabbits Add Dynamic Offensive Threat, su swamprabbits.com, 21 luglio 2016. URL consultato il 13 gennaio 2017.
  10. ^ Venti mesi di squalifica a Paul Zanette, su hockeytime.net, 22 settembre 2016. URL consultato il 13 gennaio 2017.
  11. ^ Squalificati dal TNA Generali (FISE), Ruggeri (FIH), Zanette (FISG), Biason (FIHP), su coni.it. URL consultato il 13 gennaio 2017.
  12. ^ (EN) Swamp Rabbits Acquire King and Betz from Fuel, su swamprabbits.com, 12 gennaio 2017. URL consultato il 13 gennaio 2017.
  13. ^ Nazionale: i convocati per il raduno di Asiago, hockeytime.net, 25-03-2015. URL consultato il 23-04-2015.
  14. ^ L'Italia si prepara per i Mondiali, altoadige.gelocal.it, 01-04-2015. URL consultato il 23-04-2015.
  15. ^ EIHC: Italia sconfitta di misura dalla Bielorussia, hockeytime.net, 05-11-2015. URL consultato il 10-01-2016.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]