Paul Joseph Watson

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Paul Joseph Watson (Sheffield, 24 maggio 1982) è un conduttore radiofonico, scrittore, youtuber e teorico della cospirazione[1][2][3][4][5][6][7] britannico.

Diverse fonti lo hanno descritto come appartenente all'alt-right[7][8][9][10], ma Watson non accetta tale etichetta e preferisce identificarsi con la "Nuova Destra" americana.[11] Come scrittore pubblica materiale critico dell'Islam, del femminismo, della cultura pop e del liberalismo progressista.[12]

Watson contribuisce al programma radiofonico The Alex Jones Show, del quale è occasionalmente conduttore o co-conduttore in sostituzione o insieme ad Alex Jones. Dall'ottobre 2002, Watson è editore della rivista online Infowars.com.[13] Nell'agosto 2017, gli iscritti al suo canale YouTube superano il milione.[14]

Posizioni politiche[modifica | modifica wikitesto]

Watson, insieme a Jones, inizialmente discuteva di teorie del complotto come il Nuovo ordine mondiale e gli Illuminati, per poi passare successivamente a criticare il femminismo, l'Islam e il liberalismo progressista.[12] In un'intervista, Watson ha affermato "Ho parlato di cose abbastanza strane nella mia giovinezza, in termini di teorie del complotto. Non crediamo più in ciò in cui credevamo 10 anni fa."[15] Watson è stato descritto come un membro della "nuova estrema destra" da The New York Times.[16]

Precedentemente, Watson descriveva se stesso come libertario e supportò Ron Paul nelle elezioni presidenziali statunitensi del 2012. In un tweet del 2016, ha detto di non considerarsi più un libertario poiché Gary Johnson "ha reso il termine imbarazzante".[17] Nel novembre 2016, in un post su Facebook, Watson si è descritto come un membro della "New Right", che considera essere distinta dalla alt-right. Watson sostiene che alla alt-right "piace marcire in angoli bui di reddits e ossessionarsi con gli ebrei, le razze superiori e Adolf Hitler".[11]

Watson si è anche descritto come conservatore e ha dichiarato che oggigiorno essere conservatori è una controcultura.[18]

Sebbene abbia sostenuto Donald Trump nelle elezioni presidenziali del 2016, il 6 aprile 2017 Watson ha dichiarato in un tweet che è "ufficialmente sceso dal treno di Trump" in seguito alla decisione del presidente di lanciare missili sulla Siria in risposta all'attacco chimico di Khan Shaykhun, credendo che Trump abbia smentito la propria promessa di non intervenire in Siria. Successivamente, Watson ha negato di aver tolto il proprio supporto a Trump, dicendo che "è sceso dal treno di Trump solo riguardo alla Siria".[19] In un altro tweet ha dichiarato che si sarebbe concentrato a sostenere Marine Le Pen del National Front per le elezioni presidenziali francesi del 2017.[20]

Nei media[modifica | modifica wikitesto]

Paul Joseph Watson e Alex Jones

Nel 2016, Watson è stato tra i primi a suggerire che Hillary Clinton soffrisse di numerosi e seri problemi di salute. Il ruolo di Watson nella diffusione di tali voci è stato discusso da vari media.[21][4][22] Nel febbraio 2017, Watson ha offerto di pagare qualsiasi giornalista che pensasse che la Svezia fosse un luogo sicuro affinché visitasse i "sobborghi traboccanti di crimini dei migranti" di Malmö.[7][23] Diversi giornalisti hanno risposto all'offerta[24][23] e Watson ha scelto il giornalista Newyorkese Tim Pool,[25] provvedendo a pagargli 2.000 dollari per la visita.[25][23] Successivamente Tim Pool annunciò una raccoltà fondi per altre investigazioni nelle cosiddette "no-go zones" europee.[25]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) An interview with Paul Joseph Watson, in The Tab Sheffield, 7 novembre 2016. URL consultato il 7 marzo 2017.
  2. ^ Hamish Macbain, Are these the faces of London's young 'alt-right'?, su standard.co.uk, Evening standard magazine, 1 March 2017.
  3. ^ Contact Information, su Propagandamatrix.com. URL consultato il 6 novembre 2017 (archiviato dall'url originale il 14 aprile 2017).
  4. ^ a b Harry Cheadle, How Conspiracy Theories About Hillary Clinton's Health Went Mainstream, su vice.com, Vice, 26 August 2016.
    «British conspiracy theorist Paul Joseph Watson».
  5. ^ Mark Townsend, Britain’s extremist bloggers helping the ‘alt-right’ go global, report finds, su The Guardian, 11 febbraio 2017.
    «London-based Paul Watson, described as white supremacist and “editor, staff writer” for the conspiracy website InfoWars ... is named as a central disseminator of the conspiracy theory concerning Hillary Clinton having debilitating health issues ... During a series of unashamedly conspiratorial videos that were viewed millions of times, Watson, originally from Sheffield, suggested Clinton might have had syphilis, brain damage and Parkinson’s disease as well as alleging she was a drug abuser.».
  6. ^ David Weigel, The alt-right’s take on Clinton’s speech: Botched, but legitimizing, in Washington Post, 28 agosto 2017.
    «For the alt-right and its allies ... the speech helped elevate a fringe. In videos, Jones and his colleagues at InfoWars portrayed her as a sickly, doddering figure of desperation. ... InfoWars contributor Paul Joseph Watson...».
  7. ^ a b c (EN) Alt-right editor challenges journalists to visit Sweden, BBC News, 21 febbraio 2017. URL consultato il 10 agosto 2017.
    «Paul Joseph Watson, the UK-based editor of far-right conspiracy website Infowars».
  8. ^ (EN) Alt-right commentator gets 'schooled' by historian over diversity in Roman Britain, in The Telegraph. URL consultato il 20 agosto 2017.
  9. ^ The alt-right's views of Trump are getting kind of complicated after his Syria strike, 10 aprile 2017. URL consultato il 20 agosto 2017.
  10. ^ (EN) This Alt-Right Blogger Said Sweden Is Crime-Ridden And Now People Are Trolling Him With Memes, in BuzzFeed. URL consultato il 20 agosto 2017.
  11. ^ a b Matt Pearce, The 'alt-right' splinters as supporters and critics agree it was white supremacy all along, su latimes.com.
  12. ^ a b Jason Wilson, How rightwing pundits are reacting to the Manchester attack, in The Guardian, 24 maggio 2017. URL consultato il 3 giugno 2017.
    «Paul Joseph Watson, Alex Jones’s British mini-me, has followed the same broad path that the rest of the organization has. He was never on the left, of course, but over time his commentary has focused less and less on the Illuminati and chemtrails, and more and more on pushing a stridently anti-Muslim, anti-feminist and anti-left message.».
  13. ^ Infowars’ Paul Joseph Watson can’t get anything right Salon
  14. ^ Bob Moser, How YouTube Became the Worldwide Leader in White Supremacy, in New Republic, 21 agosto 2017. URL consultato il 23 agosto 2017.
  15. ^ (EN) Paul Joseph Watson FULL interview: Mass immigration, left-wing hate and Brexit, in YouTube, 8 settembre 2017. URL consultato il 19 settembre 2017.
  16. ^ (EN) John Herrman, For the New Far Right, YouTube Has Become the New Talk Radio, in The New York Times, 3 agosto 2017, ISSN 0362-4331 (WC · ACNP). URL consultato il 3 agosto 2017.
  17. ^ Conor Lynch, Donald Trump and the libertarians: Why have so many people who claim to love freedom embraced a strongman?, su Salon, 23 December 2016.
  18. ^ Damien Walter, There's a very simple reason why the alt-right is not the new counterculture, su independent.co.uk, The Independent, 18 February 2017.
  19. ^ Josh Withey, Paul Joseph Watson in humiliating U-turn after losing hundreds of followers, in indy100, 8 aprile 2017. URL consultato il 14 aprile 2017.
  20. ^ Max Greenwood, Syria strike disappoints Trump backers in media, in The Hill, 7 aprile 2017. URL consultato il 14 aprile 2017.
  21. ^ Amber Jamieson, Conspiracy central: the activists painting Clinton as a sick, terrorist-friendly killer, su theguardian.com, 26 agosto 2016. Ospitato su The Guardian.
  22. ^ Ben Collins, ‘Is Hillary Dying’ Hoax Started by Pal of Alex Jones, su thedailybeast.com, 9 agosto 2016.
  23. ^ a b c Lee Roden, Far-right editor's offer to pay travel costs to 'crime-ridden Malmö' backfires as dozens accept, su thelocal.se, The Local Sweden, 21 February 2017.
  24. ^ George Bowden, Paul Joseph Watson’s Twitter Offer For Journalist Trip To Sweden Spectacularly Backfires, su huffingtonpost.co.uk, Huffington Post, 20 February 2017.
  25. ^ a b c George Bowden, Paul Joseph Watson Comes Good On Twitter Offer To ‘Investigate Malmo, Sweden, Crimes’, su huffingtonpost.co.uk, Huffington Post, 21 February 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]