Paul Greengrass

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Paul Greengrass

Paul Greengrass (Cheam, 13 agosto 1955) è un regista, sceneggiatore e produttore cinematografico britannico.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Studia a Cambridge e intraprende una carriera giornalistica che culminerà con la pubblicazione, a metà anni ottanta, di Spycatcher, saggio scritto a quattro mani con l'ex-agente dell'MI5 Peter Wright, in cui vengono svelati alcuni retroscena riguardo i servizi segreti britannici.

La sua carriera cinematografica inizia con una cinepresa super 8 trovata a scuola e alcuni horror fatti in casa, con vecchie bambole per protagoniste. Questa passione per il cinema lo porta a lavorare per la televisione e culmina nel 1989 con il suo primo lungometraggio, Resurrected, seguito da molti telefilm. Del 1998 è invece La teoria del volo, con Kenneth Branagh e Helena Bonham Carter.

Interessato da tempo alla questione irlandese, nel 2002 la affronta con Bloody Sunday, in cui si focalizza sulla domenica del 30 gennaio 1972 a Derry, in Irlanda del Nord; lo stesso anno il film vincerà l'Orso d'Oro a Berlino. L'interesse di alcuni produttori statunitensi per Bloody Sunday consente a Greengrass di cimentarsi nel 2004 nella regia di The Bourne Supremacy, film che ottiene un grande successo internazionale.

Dopo aver scritto la sceneggiatura per un film sull'IRA, Omagh (2004), nel 2005 dirige uno dei primi film dedicati ai fatti dell'11 settembre 2001, United 93, che racconta la ribellione dei passeggeri su uno dei voli dirottati e vale al regista la prima nomination come miglior regista agli Oscar. Nel 2007 esce The Bourne Ultimatum - Il ritorno dello sciacallo, che vince 3 Oscar e che è stato, per molto tempo, l'ultimo film della saga diretto dal regista britannico: questi, infatti, dopo essere entrato in trattative con la Universal per la realizzazione di un quarto capitolo, ha lasciato il progetto per divergenze creative.[1][2] La defezione di Greengrass ha comportato il rifiuto categorico dell'attore Matt Damon a prendere parte ad una nuova pellicola di Bourne senza il regista che ha portato la saga al successo. Nel 2010 esce il film Green Zone, che vedrà ancora una volta il regista britannico lavorare con Matt Damon. Nel 2010 entra in trattative per dirigere il remake di Viaggio allucinante, film girato in 3D e prodotto da James Cameron.[3] Tuttavia, Greengrass abbandona il progetto poco dopo.[4][5] Nel 2013 esce Captain Phillips - Attacco in mare aperto, con Tom Hanks nel ruolo del protagonista. Il film è un successo di critica: infatti, viene nominato a 6 premi Oscar. Nello stesso anno la Warner Bros., dopo l'abbandono di David Yates, Ben Affleck e Scott Cooper, tenta di coinvolgere Greengrass nella regia del film L'ombra dello scorpione, basato sull'omonimo romanzo di Stephen King.[6] Nel 2014, viene confermato il ritorno di Greengrass e di Damon alla serie di Bourne per la realizzazione di un nuovo capitolo, intitolato semplicemente Jason Bourne e previsto nelle sale per il 2016.[7]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Regista[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

  • When the Lies Run Out - film TV (1993)
  • Open Fire - film TV (1994)
  • The One That Got Away - film TV (1996)
  • The Fix - film TV (1997)
  • The Murder of Stephen Lawrence - film TV (1999)

Sceneggiatore[modifica | modifica wikitesto]

Produttore[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Paul Greengrass: addio a Bourne?, su Movieplayer.it, 1º dicembre 2009.
  2. ^ (EN) Paul Greengrass Walks Away From Bourne 4 [Updated], su Screenrant, 7 agosto 2013.
  3. ^ Paul Greengrass dirigerà Viaggio Allucinante in 3D, su BadTaste.it, 2 aprile 2010.
  4. ^ (EN) Mike Fleming Jr, Paul Greengrass Ends 'Fantastic Voyage', su Deadline. URL consultato l'8 febbraio 2016.
  5. ^ Paul Greengrass fuori da Viaggio Allucinante di Cameron, su ScreenWeek.it, 20 maggio 2010.
  6. ^ (EN) Warner Bros Hopes Paul Greengrass Will Take THE STAND, su Badass Digest, 26 novembre 2013.
  7. ^ Mike Jr, Universal Reuniting Matt Damon & Paul Greengrass For Another Jason Bourne Film, deadline.com. URL consultato il 5 giugno 2015.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN60256746 · LCCN: (ENn87840557 · ISNI: (EN0000 0001 2247 7705 · GND: (DE132956942 · BNF: (FRcb12721755h (data)