Patrick Dewael

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Patrick Dewael

Presidente della Camera dei rappresentanti
In carica
Inizio mandato 27 giugno 2019
Predecessore Siegfried Bracke

Durata mandato 30 giugno 2014 –
14 ottobre 2014
Predecessore André Flahaut
Successore Siegfried Bracke

Durata mandato 30 dicembre 2008 –
20 luglio 2010
Predecessore Herman Van Rompuy
Successore André Flahaut

Ministro federale dell'interno del Belgio
Durata mandato 12 luglio 2003 –
22 dicembre 2008
Capo del governo Guy Verhofstadt
Yves Leterme
Predecessore Antoine Duquesne
Successore Guido De Padt

Ministro presidente delle Fiandre
Durata mandato 13 luglio 1999 –
5 giugno 2003
Predecessore Luc Van den Brande
Successore Renaat Landuyt
(ad interim)

Membro della Camera dei rappresentanti del Belgio
In carica
Inizio mandato 5 gennaio 1988
Legislature 47°, 48°, 49°, 50°, 51°, 52°, 53°, 54°, 55°
Circoscrizione Limburgo
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico Liberali e Democratici Fiamminghi Aperti
Università Vrije Universiteit Brussel
Professione Avvocato

Patrick Yvonne Hugo Dewael (Lier, 13 ottobre 1955) è un politico belga membro dei Liberali e Democratici Fiamminghi Aperti, attuale presidente della Camera dei rappresentanti del Belgio, dopo esserlo già stato due volte dal 2008 al 2010 e nel 2014.[1] È stato anche Ministro dell'interno nei governi Verhofstadt II, III e Leterme I, vice primo ministro nel governo Verhofstadt III e Leterme I e ministro presidente delle Fiandre dal 1999 al 2003.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Dewael seguì l'istruzione secondaria al Royal Atheneum di Tongeren. Ha poi ottenuto una laurea in giurisprudenza (1977) e una laurea come notaio alla Vrije Universiteit Brussel. Tra il 1978 e il 1985, è stato attivo come avvocato.

Carriera politica[modifica | modifica wikitesto]

È stato eletto per la prima volta nel Parlamento belga nel 1985. Dal 1985 al 1992 Dewael ha coperta la carica come ministro fiammingo della cultura nei governi guidati da Gaston Geens (II, III e IV) per il PVV. Dopo la sconfitta dei liberali alle elezioni del 1992, Dewael è stato deputato dell'opposizione fino a quando i liberali non hanno ripreso il potere nel 1999.

Fu presidente del governo regionale delle Fiandre dal 1999 al 2003. Dopo le elezioni federali del 2003, si è dimesso come Ministro presidente per servire l'incarico di vice primo ministro e ministro dell'interno nel governo federale belga guidato da Guy Verhofstadt.

Quando la militante curda Fehriye Erdal è stata condannata a 4 anni di carcere per associazione criminale da un tribunale di Bruges il 28 febbraio 2006, si è scoperto che aveva scosso il servizio segreto belga, che era responsabile di seguirla dal 23 febbraio 2006, fuggendo dagli arresti domiciliari (Erdal era in stato di arresto domiciliare dal 2000). A seguito dei sospetti di aiuto da parte delle autorità belghe in questa fuga, sia il ministro della giustizia, Laurette Onkelinx, sia il ministro dell'interno, Patrick Dewael, imbarazzati, hanno avviato un'indagine riguardo a questo incidente.

È stato ulteriormente vice primo ministro e ministro dell'interno nel governo Leterme I, dove ha assunto la carica il 20 marzo 2008. Il 31 dicembre 2008 è diventato presidente della Camera dei rappresentanti. È stato sostituito da ministro dell'interno da Guido De Padt.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Patrick Dewael vive a Tongeren, città di cui è anche sindaco.

Patrick Dewael era sposato con Marleen Van Doren, con cui ha tre figli. Il 24 agosto 2005 ha pubblicato un comunicato stampa in cui ha annunciato che stava lasciando sua moglie per la giornalista di VRT Greet Op de Beeck.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine di Leopoldo II[2] - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine di Leopoldo II[2]
— 2014
Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana
— 14 ottobre 2002[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (VLS) Patrick Dewael (Open Vld) is nieuwe Kamervoorzitter, su De Morgen, 30 giugno 2014 (archiviato dall'url originale il 7 luglio 2014).
  2. ^ (VLS) Koninklijk Besluit gepubliceerd op 27 augustus 2014, su Etaamb, 27 agosto 2014.
  3. ^ Dewael Sig. Patrick, su Presidenza della Repubblica.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Presidente della Camera dei rappresentanti Successore Emblem of the Belgian Chamber of Representatives.svg
Herman Van Rompuy 31 dicembre 2008 - 19 luglio 2010 André Flahaut I
André Flahaut 30 giugno 2014 - 14 ottobre 2014 Siegfried Bracke II
Predecessore Vice primo ministro del Belgio Successore
Laurette Onkelinx 12 luglio 2003 - 21 dicembre 2007 Didier Reynders I
Yves Leterme 20 marzo 2008 - 30 dicembre 2008 Joëlle Milquet II
Predecessore Ministro federale dell'interno del Belgio Successore Logo FOD Binnenlandse Zaken.jpg
Antoine Duquesne 12 luglio 2003 - 22 dicembre 2008 Guido De Padt
Predecessore Ministro presidente delle Fiandre Successore Generieke vlag van Vlaanderen.svg
Luc Van den Brande 13 luglio 1999 - 5 giugno 2003 Bart Somers
Controllo di autoritàVIAF (EN48453866 · ISNI (EN0000 0000 4400 5082 · LCCN (ENn94029114 · WorldCat Identities (ENlccn-n94029114