Patina Miller

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Patina Miller

Patina Miller (Pageland, 6 novembre 1984) è un'attrice e cantante statunitense, nota soprattutto per aver interpretato il Comandante Paylor nei film Hunger Games: Il canto della rivolta - Parte 1 e Parte 2.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver studiato teatro musicale alla Università Carnegie Mellon, Patina è una delle tre finaliste per il ruolo di Effie nel film Dreamgirls, un ruolo che alla fine si aggiudicherà Jennifer Hudson (che vincerà l'Oscar).[1] Sempre nel 2007 recita e canta nella produzione di Central Park del musical Hair, insieme a Jonathan Groff.

Nel 2009 comincia ad interpretare Delores Van Cartier nella produzione londinese del musical Sister Act, per cui viene nominata al Laurence Olivier Award alla migliore attrice protagonista in un musical nel 2010. In questo periodo Patina recita accanto a Whoopi Goldberg (l'originale Delores nel film). Nel 2011 torna a ricoprire il ruolo di Delores a Broadway, per cui vince il Theatre World Award e viene nominata per la prima volta al Tony Award alla miglior attrice protagonista in un musical, oltre che al Drama Desk Award, Outer Critics Circle Award e al Drama League Award.

Nel 2013 torna a Broadway con il musical Pippin e per la sua performance vince l'Outer Critics Circle Award ed il Tony Award alla miglior attrice protagonista in un musical. Nel 2014 interpreta il Comandante Paylor in Hunger Games: Il canto della rivolta - Parte 1, un ruolo che interpreta anche nella seconda parte; sempre nel 2014, Patina interpreta Daisy Grant nella serie televisiva Madam Secretary.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Patina Miller è sposata dal 2014 con David Mars e la coppia ha avuto un figlio, Emerson Harper, nato nel 2017.[2][3]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Attrice[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatrice[modifica | modifica wikitesto]

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

  • Sister Act, Pasadena Playhouse di Pasadena (2006)
  • Sister Act, Alliance Theatre Company di Atlanta (2007)
  • Hair, Delacorte Theatre di New York (2008)
  • Sister Act, London Palladium di Londra (2010)
  • Sister Act, Broadway Theatre di Broadway (2011-2012)
  • Lost in the Stars, City Center Encores! di New York (2012)
  • Pippin, Music Box Theatre di Broadway (2013-2015)
  • Into the Woods, Hollywood Bowl di Los Angeles (2019)

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Sister Act (Original London Cast Recording) (2009)
  • What I Wanna Be When I Grow Up (2010)
  • Out of Our Heads (2011)
  • Pippin (New Broadway Cast Recording) (2013)

Doppiatrici italiane[modifica | modifica wikitesto]

Nelle versioni in italiano dei suoi lavori, Patina Miller è stata doppiata da:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Highlights from Tony Winner Patina Miller's American Songbook Concert, su playbill.com.
  2. ^ (EN) A (Future) Star Is Born! Tony Award Winner Patina Miller Welcomes Daughter Emerson Harper, su PEOPLE.com. URL consultato il 31 dicembre 2020.
  3. ^ (EN) Dave Itzkoff, On Stage and in His Life, the Leading Player (Published 2014), in The New York Times, 11 luglio 2014. URL consultato il 31 dicembre 2020.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN173523979 · Europeana agent/base/115497 · LCCN (ENno2011106819 · WorldCat Identities (ENlccn-no2011106819