Pastorino dei Pastorini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Medaglia di Camillo Castiglione, 1561

Pastorino dei Pastorini (Castelnuovo Berardenga, 1508 circa – Firenze, 1592) è stato un pittore, medaglista e scultore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Fu allievo di Guillaume de Marcillat ad Arezzo, assieme al giovane Giorgio Vasari. Dal maestro francese imparò a realizzare i cartoni per le vetrate, come quelli per la basilica di San Francesco (1529) e il Duomo di Siena (1531-1537), per la Sala Regia in Vaticano (1541-1548), ecc.

Lavorò inoltre, soprattutto come prolifico medaglista, a Ferrara (1554), Bologna (1574) e infine Firenze, dove Francesco I de' Medici lo nominò "maestro degli stucchi". Suo un ritratto del granduca datato 1585, oggi al Bargello, eseguito in "porcellana medicea".

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN288790463 · GND (DE1011377306 · ULAN (EN500031810 · CERL cnp01286209 · WorldCat Identities (ENviaf-95877674