Pasteurella

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Pasteurella
PHIL 3621.tif
Coltura di Pasteurella multocida
Classificazione scientifica
Dominio Prokaryota
Regno Bacteria
Phylum Proteobacteria
Classe Gamma Proteobacteria
Ordine Pasteurellales
Famiglia Pasteurellaceae
Genere Pasteurella
Trevisan, 1887

Il genere Pasteurella comprende coccobacilli gram negativi immobili, aerobi-anaerobi facoltativi, fermentanti, che presentano spesso in coltura una colorazione bipolare, che gli dona un aspetto a "spilla di sicurezza". Le dimensioni sono tra i 0,3-1 x 1-2 micron.

Crescono sui comuni terreni di coltura, meglio se arricchiti con sangue.

Infetta varie specie animali (cani, gatti, suini, conigli).

P. Multocida è l'agente eziologico responsabile della Rinite atrofica del suino e della Corizza nel coniglio.

La P. multocida può essere trasmessa all'uomo attraverso graffi o morsi ma anche per via inalatoria. Ne consegue una setticemia con formazione di ascessi in varie parti del corpo.

Insieme ad altri generi, ad esempio l'Haemophilus, formano la famiglia delle Pasturellaceae.

Habitat e diffusione[modifica | modifica wikitesto]

Si ritrovano nel tratto respiratorio e digerente di molti mammiferi, sia domestici che selvatici, e degli uccelli. Nell'uomo sono state isolate in condizioni normali dal tratto respiratorio.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • F. Guarda, G. Mandelli, Trattato di Anatomia patologica veterinaria, Torino, ed. UTET, ISBN 88-02-05884-9
  • G. Poli, A. Cocilovo, P. Dall'Ara, P. A. Martino, W. Ponti, Microbiologia ed immunologia veterinaria (ed. UTET 2a), ISBN 978-88-02-07034-6

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Microbiologia Portale Microbiologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di microbiologia