Pastella

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pastella
Pastella
Origini
Luogo d'origine
Dettagli
Categoria condimento
Ingredienti principali
  • farina
  • acqua
  • sale
 
Fiori di zucca fritti in pastella

La pastella è un preparato gastronomico finalizzato alla preparazione di vivande fritte, che esse siano verdure, pesce o frutta[1][2].

Esistono diverse ricette per la sua preparazione, fermo restando che due elementi sono indispensabili; la farina (di grano tenero o di grano duro) e l'acqua (liscia o frizzante)[3][4].

I due elementi vengono attentamente miscelati, versando lentamente acqua su una congrua dose di farina, evitando che si formino grumi. In alcune varianti regionali italiane si preferisce aggiungervi anche una modica quantità di birra, in grado di dare un gusto gradevolmente amaro al fritto[5].

Secondo alcune ricette il preparato così ottenuto viene arricchito da un uovo fresco, che darà oltretutto un gradevole colorito alla pastella, altrimenti di color bianco.

Quanto si vorrà friggere viene infine immerso nella pastella e cotto in olio bollente.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ricetta Pastella per fritti, su Le Ricette di GialloZafferano.it. URL consultato il March 30, 2016.
  2. ^ pastèlla in Vocabolario, su Treccani. URL consultato il March 30, 2016.
  3. ^ Pastella, 3 ricette per fritti perfettamente croccanti!, su leitv.it. URL consultato il March 30, 2016.
  4. ^ Impasti di base - AA. VV. - Google Libri, su Google Libri. URL consultato il March 30, 2016.
  5. ^ Ricetta Pastella alla birra, su Cucchiaio.it. URL consultato il March 30, 2016.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]