Pastacresciute

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Paste cresciute
Pittule cu li fiuri ti cucuzza.jpg
Pettole con fiori di zucca
Origini
Altri nomi crespelle; crispelle; zeppole; frittelle
Luogo d'origine Italia Italia
Regioni Campania
Calabria
Diffusione Tutto il Sud Italia
Dettagli
Categoria antipasto
Ingredienti principali
  • farina
  • lievito
  • acqua
  • sale
  • olio per la frittura
[1]
Varianti Scugnizzielli, Pettole
 

Le paste cresciute (pasta crisciute in napoletano) sono un prodotto tipico napoletano di friggitoria, dette anche zeppole[2], da non confondersi con le omonime pietanze da pasticceria.

Sono frittelle salate sferiche irregolari fatte di pastella di farina, acqua e lievito naturale. Vengono fritte in abbondante olio bollente. Si vendono nelle friggitorie tipiche di Napoli insieme ad altri prodotti caratteristici come gli scagliozzi/scuppette (fette triangolari di polenta fritte), i sciurilli (fiori di zucchini), le fette di melanzane fritte in pastella (simili alla tempura giapponese), piccoli arancini rotondi (palle di riso) e crocchè di patate.

Una variante molto apprezzata nel napoletano prevede l'aggiunta all'impasto di pezzetti di alghe di mare[3][4]. Questa variante è diffusa come antipasto nei ristoranti, ma in genere non è venduta nelle friggitorie tipiche. Altre possibili aggiunte sono acciughe salate o cicenielli[5].

In Calabria le paste cresciute assumono il nome di crespelle o crispelle, e sono farcite con le acciughe (se salate), o cosparse di zucchero o miele (se dolci). Si preparano per diverse ricorrenze.

Varianti[modifica | modifica wikitesto]

Scugnizzielli[modifica | modifica wikitesto]

Gli scugnizzielli sono delle pastacresciute servite come antipasto con pomodori tagliati a tocchetti, oppure salsa di pomodoro, olio extravergine di oliva, sale e pepe.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Loredana Limone, La cucina del Paese di Cuccagna passeggiate gastronomiche con Matilde Serao, Il leone verde edizioni, 2003, p. 16, ISBN 88-87139-51-2.
  2. ^ Zeppole 'e pasta crisciuta, su Sale&Pepe. URL consultato il 2 luglio 2015.
  3. ^ Di Loredana Limone, La cucina del Paese di Cuccagna passeggiate gastronomiche con Matilde Serao, Il leone verde edizioni, 2003, p. 18, ISBN 88-87139-51-2.
  4. ^ Pasta cresciuta con le alghe, su brigatadicucina.it. URL consultato il 2 luglio 2015.
  5. ^ AA. VV., 1000 ricette della cucina italiana Il più grande libro illustrato dedicato alla tavola del nostro paese, Rizzoli, 2010, ISBN 88-586-0966-2.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]