Pasta e fagioli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Pasta e fagioli
Pasta e fagioli alla napoletana.jpg
Pasta e fagioli con la pasta mischiata.
Origini
Luogo d'origineItalia Italia
RegioniCalabria
Campania
Emilia
Lazio
Lombardia
Piemonte
Toscana
Veneto
DiffusioneItalia
Dettagli
Categoriaprimo piatto
Ingredienti principaliFagioli Cannellini o Borlotti, cipolla , olio, pancetta, cotica, pasta.

Pasta e fagioli è un piatto tipico italiano di cui esistono diverse varianti regionali[1][2].

Gli ingredienti possono tipicamente comprendere pasta lunga, fagioli, aglio, brodo, lardo, olio, sedano, e, a seconda delle varianti, salvia, rosmarino, timo, prezzemolo, maggiorana, pepe, pomodoro, prosciutto (una volta solitamente crudo tipico della tradizione contadina) o pancetta oppure la cotenna del maiale (avanzata dal taglio del prosciutto o della pancetta, come da tradizione contadina "del maiale non si spreca niente").

La regione di origine è incerta, essendo considerato un piatto tipico della cucina di varie regioni, ad esempio: Lazio, Campania, Lombardia, Toscana, Piemonte e Veneto.

Versioni[modifica | modifica wikitesto]

Nella cucina napoletana[modifica | modifica wikitesto]

Nella cucina napoletana la pasta viene cotta direttamente assieme ai legumi. Grazie a questa particolare cottura l'amido presente nella pasta viene conservato. Questo aspetto conferisce alla pasta un aspetto cremoso (azzeccato, in napoletano). Frequente è anche l'uso di consumare la pasta e fagioli il giorno successivo alla preparazione, data la sua ottima conservabilità. Inoltre la pasta e fagioli presenta nella cucina napoletana anche alcune varianti, sia per quanto riguarda il formato di pasta predefinito, che per quanto attiene la presenza del pomodoro che in alcune ricette è assente.

Molto popolare[3] è anche l'uso delle cotiche[4] o delle cozze nella pasta e fagioli.

Mezze maniche

Nella valle Latina[modifica | modifica wikitesto]

L'usanza di cuocere la pasta insieme ai fagioli è antichissima, tipica della valle Latina. Pasta e fagioli viene preparata con le sagne[5], una sorta di tagliatelle corte di acqua e farina fresche; vengono messe a cuocere con fagioli cannellini e un soffritto generalmente di sedano, aglio, rosmarino e occasionalmente guanciale in olio d'oliva. Si racconta che le sagne esistessero già in epoca romana, e che ne fosse ghiotto Cicerone, anche se all'epoca si usava verosimilmente una diversa varietà di fagioli[chi lo racconta?]. I cannellini ripassati con lo stesso soffritto, ma senza pasta, possono essere versati su fette di pane raffermo per ricavarne una zuppa; in questo caso si aggiunge ai fagioli anche della cicoria.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Pasta e fagioli, su Le Ricette di GialloZafferano.it. URL consultato il 3 maggio 2016.
  2. ^ Pasta e fagioli: le migliori ricette, su Sale&Pepe. URL consultato il 3 maggio 2016.
  3. ^ Ricetta Pasta e fagioli alla napoletana, su Le Ricette di GialloZafferano.it. URL consultato il 3 maggio 2016.
  4. ^ Patrizia Rotondo Binacchi, A Napoli mentre bolle la pentola, Pellegrini Editore, 2004, p. 120, ISBN 88-8101-233-2.
  5. ^ Sagne e fagioli ~ Ricette della Ciociaria, su Ricette della Ciociaria. URL consultato il 3 maggio 2016 (archiviato dall'url originale il 3 giugno 2016).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Cucina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cucina