Passo di Centocroci

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Passo di Centocroci
Centocroci.JPG
Passo di Centocroci
Stato Italia Italia
Regione Emilia-Romagna Emilia-Romagna
Liguria Liguria
Provincia Parma Parma
La Spezia La Spezia
Località collegate Albareto
Varese Ligure
Altitudine 1.055 m s.l.m.
Coordinate 44°25′16.68″N 9°37′24.6″E / 44.4213°N 9.6235°E44.4213; 9.6235Coordinate: 44°25′16.68″N 9°37′24.6″E / 44.4213°N 9.6235°E44.4213; 9.6235
Infrastruttura Strada statale 523 del Colle di Centocroci
Pendenza massima da Varese Ligure 7,1%
da Albareto 7,4%
Lunghezza da Varese Ligure 13,2 km
da Albareto 13,5 km
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Passo di Centocroci

Il passo di Centocroci (Scentu Cruxe in ligure), è un valico posto alla quota di 1055 metri sul livello del mare che separa la val di Vara dall'Emilia, aprendosi sul crinale alcuni chilometri a nordovest del monte Gottero, nell'Appennino ligure.

Il passo è attraversato dalla statale 523 che congiunge il comune di Varese Ligure, in provincia della Spezia, con quello di Albareto in provincia di Parma, cui appartengono i territori sul lato padano del passo.

Origine del nome[modifica | modifica sorgente]

Il nome del passo di Centocroci è da ricercarsi tra varie storie popolari, leggende e credenze. Fra le antiche storie, la più conosciuta è quella che ricorda una banda di briganti che operava lungo il crinale appenninico e che avrebbe ucciso, durante le sue feroci scorrerie, più di cento viandanti: da qui le corrispondenti cento croci messe come monito e rimaste nella denominazione del valico.

Da visitare, al passo del Centocroci, sorge un imponente e molto importante monumento ai Partigiani caduti nel corso della seconda guerra mondiale appartenenti alla "Brigata Centocroci", divenuta poi "Divisione partigiana Centocroci", costruito e autofinanziato dai reduci e simpatizzanti. Molto importante la Divisione Partigiana Centocroci è stata una delle pochissime formazioni partigiane che ha operato sull'appennino Ligure-Tosco-Emiliano e combattuto contro la dittatura nazifascista per la Libertà e non per un colore politico.

Ogni 25 aprile al Centocroci, viene celebrata una messa in memoria del sangue versato da questi partigiani caduti e per i reduci, per loro lotta per la libertà.