Passo Gardena

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Passo Gardena
Grödner Joch.jpg
Passo Gardena con il gruppo del Cir
StatoItalia Italia
RegioneTrentino-Alto Adige Trentino-Alto Adige
ProvinciaBolzano Bolzano
Località collegateSelva di Val Gardena
Corvara in Badia
Altitudine2 121 m s.l.m.
Coordinate46°32′59.28″N 11°48′30.24″E / 46.5498°N 11.8084°E46.5498; 11.8084Coordinate: 46°32′59.28″N 11°48′30.24″E / 46.5498°N 11.8084°E46.5498; 11.8084
InfrastrutturaStrada statale 243 del Passo Gardena
Pendenza massima10%
Lunghezza

  • versante Selva di Val Gardena: 15,2 km
  • versante Corvara: 10 km
Chiusura invernalenelle occasionali forti nevicate
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Passo Gardena
Passo Gardena

Il passo Gardena (Grödner Joch in tedesco, Ju de Frara in ladino badiot, Jëuf de Frea in ladino gardenese) è un valico alpino delle Dolomiti posto a 2.121 m s.l.m. fra la val Gardena e la val Badia, tra il gruppo del Sella a sud e il gruppo del Cir a nord. Mette in comunicazione Selva di Val Gardena con la frazione di Colfosco nel comune di Corvara in Badia.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Il passo con il gruppo del Sella
Cappella di San Maurizio

Numerosi gli impianti di risalita e le piste da sci in entrambi i versanti fra cui le famose piste Dantercepies e Cir che partendo dal passo arrivano fino a Selva. Tutti gli impianti fanno parte del carosello sciistico noto come Dolomiti Superski ed è uno dei quattro passi del famoso giro sciistico noto come Sellaronda.

Per il passo passa l'Alta via n. 2, che da Bressanone arriva a Feltre.

Vie ferrate[modifica | modifica wikitesto]

Dal passo partono alcune vie ferrate:

  • poco sotto il passo, addentrandosi un poco in val Badia, si trova il punto d'attacco di una delle vie ferrate più famose delle Dolomiti: la ferrata Tridentina;
  • a nord del passo invece si trova la partenza di due vie ferrate, che salgono sul Gran Cir e sul Pizzes de Cir, di cui la prima è sicuramente più facile.

Ciclismo[modifica | modifica wikitesto]

Il valico è stato scalato in molte occasioni al Giro d'Italia, spesso insieme ai vicini passi Sella, Campolongo o Pordoi. Nonostante la quota importante, il Gardena non è mai stato Cima Coppi. Di seguito i vari passaggi:[1][2]

Anno Tappa Primo in vetta Versante scalato
1949 11ª: Bassano del Grappa > Bolzano Italia Fausto Coppi Val Badia (Corvara)
1950 9ª: Vicenza > Bolzano Italia Gino Bartali Val Badia (Corvara)
1954 20ª: San Martino di Castrozza > Bolzano Italia Fausto Coppi Val Badia (Corvara)
1958 17ª: Levico Terme > Bolzano Lussemburgo Charly Gaul Val Badia (Corvara)
1969 21ª: Rocca Pietore > Cavalese Italia Italo Zilioli Val Badia (Corvara)
1976 19ª: Longarone > Torri del Vajolet Spagna Andrés Gandarias Val Badia (Corvara)
1977 18ª: Cortina d'Ampezzo > Pinzolo Spagna Faustino Fernández Ovies Val Badia (Corvara)
1983 20ª: Selva di Val Gardena > Arabba Italia Alessandro Paganessi Val Gardena (passo Sella)
1984 20ª: Selva di Val Gardena > Arabba Francia Laurent Fignon Val Gardena (passo Sella)
1986 21ª: Bassano del Grappa > Bolzano Portogallo Acácio da Silva Val Badia (Corvara)
1987 16ª: Sappada > Canazei Francia Jean-Claude Bagot Val Badia (Corvara)
1989 15ª-1ª: Corvara in Badia > Trento Colombia Luis Herrera Val Badia (Corvara)
1990 16ª: Dobbiaco > Passo Pordoi Italia Maurizio Vandelli Val Badia (Corvara)
1993 15ª: Corvara in Badia > Lumezzane Italia Mariano Piccoli Val Badia (Corvara)
2002 17ª: Corvara in Badia > Folgaria Italia Sergio Barbero Val Badia (Corvara)
2005 13ª: Mezzocorona > Ortisei Colombia José Rujano Val Gardena (passo Sella)
2016 14ª: Alpago (Farra) > Corvara in Badia Spagna Rubén Plaza Val Gardena (passo Sella)
2017 18ª: Moena > Ortisei Spagna Mikel Landa Val Badia (Corvara)

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Giro d'Italia (Ita) - Cat.2.UWT, su www.memoire-du-cyclisme.eu. URL consultato il 10 giugno 2019.
  2. ^ CyclingCols - Passo di Gardena/Grödner Joch, su www.cyclingcols.com. URL consultato il 10 giugno 2019.