Partito Popolare Danese

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Partito del Popolo Danese)
Jump to navigation Jump to search
Partito Popolare Danese
(DA) Dansk Folkeparti (DF)
Dansk Folkeparti Logo.svg
LeaderKristian Thulesen Dahl
StatoDanimarca Danimarca
SedeKøbenhavn K 1240, Christiansborg
Fondazione6 ottobre 1995
IdeologiaConservatorismo nazionale,[1]
Populismo di destra[1]
Euroscetticismo
CollocazioneDestra / Estrema destra
Gruppo parl. europeoConservatori e Riformisti Europei
Seggi Folketing
37 / 179
Seggi Parlamento europeo
4 / 13
Seggi Regioni
23 / 205
Seggi Consigli Comunali [2]
255 / 2444
Iscritti14 000 (2014[3])
Coloriblu/giallo
Sito web

Il Partito Popolare Danese (in danese Dansk Folkeparti, DF), detto anche Partito del Popolo Danese, è un partito politico danese, generalmente classificato dalla stampa estera come conservatore, ma in realtà di difficile inquadramento in schemi tradizionali: in economia, il DF è nettamente a favore di un robusto stato sociale e di politiche redistributive del reddito per limitare diseguaglianze socioeconomiche; la parte del programma considerata "di destra" riguarda l'immigrazione: il DF si oppone all'immigrazione di massa, specialmente da Paesi musulmani, considerati culturalmente incompatibili con la società danese.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

È stato fondato nel 1995 da Pia Kjærsgaard, Kristian Thulesen Dahl, Poul Nødgaard e Ole Donner. La Kjærsgaard ed i suoi colleghi avevano abbandonato il Partito del Progresso (Fremskridtspartiet), formazione politica conservatrice, guidata dalla stessa Kjærsgaard.

Alle politiche del 1998 i socio-conservatori ottennero il 7,4% dei voti ed elessero 13 seggi, contro i 4 del Partito del Progresso. Alle politiche del 2001 il DF salì al 12% ed elesse 22 seggi. L'apporto dei socio-conservatori fu determinante per la nascita del governo di centro-destra, guidato dal liberale Anders Fogh Rasmussen. I liberali dovettero concedere ai socio-conservatori, in cambio del loro sostegno, una più dura politica contro l'immigrazione, oltre che il raffreddamento del processo di integrazione europea. Alle europee del 2004 il partito ottiene il 6,8% ed un seggio. Alle politiche del 2005, i socio-conservatori hanno ulteriormente incrementato voti e seggi (24, 13,2%). Ciò nonostante non sono entrati a far parte del II governo di Anders Fogh Rasmussen, composto da Liberali e Conservatori, limitandosi a un sostegno esterno[4]. L'ascesa del DF prosegue alle politiche del 2007 dove ottiene 13,9% e 25 seggi. Alle europee del 2009 il DF raccoglie il 15,28% ed elegge due deputati che aderiscono al gruppo dell'EFD. Alle politiche del 2011 il partito perde consensi attestandosi al 12,3% (-1,6%) ed eleggendo 22 deputati (-3). L'intensa campagna anti immigrazione e contro le politiche dell'UE, fanno registrare un inaspettato boom di consensi alle nuove europee del 2014. Con il 26,6% il DF è il primo partito del paese (Socialdemocratici al 19,1% e Liberali al 16,7%) ed elegge 4 deputati che aderiscono al gruppo dell'ECR. Nelle elezioni parlamentari del 2015 si afferma come secondo partito con il 21,1% di preferenze e conquista 37 seggi.

Risultati elettorali[modifica | modifica wikitesto]

Elezioni legislative[modifica | modifica wikitesto]

Anno Voti % +/- Seggi +/- Status
1998 252 429 7,4 (5.º)
13 / 179
Opposizione
2001 413 987 12,0 (3.º) Green Arrow Up.svg4,6
22 / 179
Green Arrow Up.svg9 Sostegno parlamentare
2005 444 947 13,3 (3.º) Green Arrow Up.svg1,3
24 / 179
Green Arrow Up.svg2 Sostegno parlamentare
2007 479 532 13,9 (3.º) Green Arrow Up.svg0,6
25 / 179
Green Arrow Up.svg1 Sostegno parlamentare
2011 436 726 12,3 (3.º) Red Arrow Down.svg1,6
22 / 179
Red Arrow Down.svg3 Opposizione
2015 741 746 21,1 (2.º) Green Arrow Up.svg8,8
37 / 179
Green Arrow Up.svg15 Sostegno parlamentare

Elezioni europee[modifica | modifica wikitesto]

Anno Voti % +/- Seggi +/-
1999 114 865 5,8 (8.º)
1 / 16
2004 128 789 6,8 (6.º) Green Arrow Up.svg1,0
1 / 14
Straight Line Steady.svg
2009 357 942 15,3 (4.º) Green Arrow Up.svg8,5
2 / 13
Green Arrow Up.svg1
2014 605 889 26,6 (1.º) Green Arrow Up.svg11,3
4 / 13
Green Arrow Up.svg2

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Parties and elections - Denmark, su parties-and-elections.eu. URL consultato il 15 giugno 2012.
  2. ^ Danmarks Statistikbank
  3. ^ Copia archiviata (PDF), su danskfolkeparti.dk. URL consultato il 5 ottobre 2013 (archiviato dall'url originale il 7 ottobre 2013).
  4. ^ http://www.loccidentale.it/node/105505 Il DF fa bloccare Schengen grazie al sostegno esterno al governo

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Politica Portale Politica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di politica