Partito Socialdemocratico Indipendente di Germania

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il Partito Socialdemocratico Indipendente di Germania, in tedesco Unabhängige Sozialdemokratische Partei Deutschlands (USPD), è stato un partito politico tedesco nato nel 1917 come risultato di una scissione interna al Partito Socialdemocratico Tedesco. Nel 1931 una piccola minoranza rimasta confluì nel Partito Socialista dei Lavoratori di Germania.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nel mese di agosto 1914, quando la maggioranza dei dirigenti SPD decise, contro tutte le sue precedenti posizioni, di accettare la guerra e votare i crediti di guerra, una minoranza si oppone ma – per il vincolo dalla disciplina di partito – vota come la maggioranza a favore. Nella seconda votazione, nel dicembre del 1914, Karl Liebknecht ( membro della sinistra SPD) viola la disciplina interna e vota contro. Nella terza votazione (marzo 1915), il resto della minoranza dell'agosto 1914 ha deciso di non votare (solo Otto Rühle si unì a Karl Liebknecht votando contro). Questa "minoranza", nell’ SPD, che si oppone con più forza alla guerra, sarà esclusa alla fine del 1916.

La USPD è stata fondata dagli esclusi, nell'aprile 1917. Hugo Haase è il principale esponente. Sono aderenti anche i militanti che pubblicano lettere di Spartacus (Lega di Spartaco), pur avendo i propri orientamenti politici ( i più noti sono Rosa Luxemburg, Karl Liebknecht, Leo Jogiches, Clara Zetkin, Paul Levi ).

Si designa l’SPD come " SPD - maggioritaria" e il USPD come " SPD - indipendente". La USPD conta aderenti compresi tra 100 000 e 700 000.

Sollevamento del Ruhr[modifica | modifica wikitesto]

L ' USPD ottiene il 7,6% dei voti nel gennaio del 1919 ( dopo la separazione dagli spartachisti) e 18,8% a giugno 1920. Nel marzo del 1920, il USPD partecipa con la KPD, SPD e sindacati, allo sciopero generale contro il Putsch di Kapp.

Nel mese di ottobre 1920, si verifica una scissione, e la sinistra lasciò l'USPD aderendo al KPD. Durante quel Congresso, la sinistra ebbe 237 voti e 156 la destra .

Nel 1922 il USPD rimasta (che era stata, la destra al momento della scissione del 1920) ritorna alla SPD.

Un gruppo intorno Georg Ledebour rifiuta la confluenza e mantiene l’USPD, che ottiene 0,8% nelle elezioni del maggio 1924. Questa USPD entrerà nel 1931 nel SAPD ( Partito Socialista dei Lavoratori di Germania).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN167815371 · LCCN: (ENnr98028881 · GND: (DE2023731-5
politica Portale Politica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di politica