Partito Nazionalisti Liberi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Partito Nazionalisti Liberi
Logo PNL.jpg
LeaderDory Chamoun
StatoLibano Libano
SedeBeirut
Fondazione1958
IdeologiaNazionalismo
Liberalismo
Nazional liberalismo
CollocazioneCentro-destra
CoalizioneAlleanza 14 Marzo
Seggi Assemblea Nazionale
1 / 128
Iscritti5 000
Sito web

Il Partito Nazionalisti Liberi (Numūr al-aḥrār, " NLP, in arabo: حزب الوطنيين الأحرار‎, letteralmente Ḥizb Al-Waṭaniyyīn Al-Aḥrār") chiamato anche Partito Nazionale Liberale, è un partito politico libanese fondato nel 1958 dal presidente uscente della repubblica Camille Chamoun, cristiano maronita.

Alle ultime elezioni parlamentari del 2009 il partito faceva parte della coalizione vincente (14 marzo) dove ha ottenuto un seggio all'Assemblea nazionale.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo le sue dimissioni nel 1958, Chamoun fondò lo stesso anno il Partito dei Nazionalisti Liberi.

Nella terminologia araba, che raramente ha praticato con coerenza gli ideali del liberalismo, la parola "Liberale" è un'arbitraria traduzione. Spesso infatti, come nel caso del cosiddetto Partito Nazionale Liberale libanese, si parla di "Liberi", "Libere", ecc., in cui tale aggettivo (che si rifà alla parola ḥurriyya, "libertà" coinvolge unicamente il concetto di mancanza di asservimento ma non necessariamente quelli di tolleranza verso gli antagonisti politici e vero le concezioni del Liberalismo, nate con grandi difficoltà e grandi lotte nel continente europeo e americano)

In seguito alle elezioni del 1968, il PNL ha ottenuto 11 seggi su 99, diventando la principale formazione politica in un parlamento strutturalmente assai frammentato e organizzato come forza di un singolo personaggio politico. Anche se il PNL si dice laico, reclama un maggior peso politico per la componente cristiana del paese che a lungo è stata maggioranza, e in particolare dei maroniti.

Dall'inizio della guerra civile in Libano nel 1975 Chamoun e il suo partito crearono la milizia armata, detta "Milizia delle Tigri" (in arabo Numūr al-aḥrār). Fece parte del blocco cristiano, detto Fronte Libanese, dominato dalle Falangi libanesi (Kataeb, arabo Katāʾib) di Pierre Gemayel, e che si fuse con altre milizie cristiane (come la Brigata Marada di Sulayman Farangiyye), per formare le Forze Libanesi, fino a quando non furono soppresse dalle FL nel 1980 da Bashir Gemayel.

Nel 1987, alla morte del suo fondatore, il figlio Dany lo sostituì alla testa del partito fino al suo assassinio nel 1990 operato dalle milizie dell'ex-presidente della Repubblica Fārangiyye. Il suo secondo figlio Dory da allora prese il suo posto. Il partito boicottò le elezioni politiche del 1992, 1996 e 2000 perché a loro dire manovrate dai siriani, che occupavano il paese.

Nel 2005 il partito prese parte alla rivoluzione del Cedro antisiriana e alle ultime elezioni politiche del 2009 ha ottenuto un seggio all'Assemblea nazionale per il suo leader.

Controllo di autoritàVIAF (EN137569840