Partito Democratico (Slovenia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri partiti sloveni, vedi Partito Democratico Nazionale.
Partito Democratico
Demokratska stranka
LeaderDimitrij Rupel
StatoSlovenia Slovenia
Fondazione1992
Dissoluzione1994
IdeologiaLiberalismo sociale
CollocazioneCentro-sinistra
Seggi massimi Assemblea Nazionale
6 / 90

(1992)

Il Partito Democratico (Demokratska stranka - DS) era un partito socioliberale sloveno, nata dalla scissione dell'Unione Democratica Slovena.

Nel 1991 l'Unione Democratica Slovena decise di adottare una piattaforma conservatrice, adottando il nome di Unione Democratica Slovena - Democratici Nazionali. L'ala sinistra del partito, guidata dal presidente Dimitrij Rupel, decise quindi di dare vita al Partito Democratico.

Nel maggio 1992 il partito entrò a far parte del primo governo di Janez Drnovšek, ottenendo 3 ministeri: Igor Bavčar agli Interni, Dimitrij Rupel agli Affari Esteri e Jelko Kacin all'Informazione.

Alle elezioni del dicembre 1992, il partito ottenne il 5,01% e 6 seggi in Parlamento. Nel 1994, la maggioranza del partito e 3 dei 6 parlamentari decisero di aderire a Democrazia Liberale di Slovenia. La minoranza rifondò il partito con il nome di Partito Democratico di Slovenia.

Risultati elettorali[modifica | modifica wikitesto]

Voti % Seggi
Politiche 1992 59.487 5,01 6