Partito Comunista dei Popoli di Spagna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Partito Comunista dei Popoli di Spagna
(ES) Partido Comunista de los Pueblos de España
Partido Comunista de los Pueblos de España (logo).jpg
SegretarioÁstor García
StatoSpagna Spagna
SedeC/Miguel San Narciso, 6 (Madrid)
Fondazione15 dicembre 1984
IdeologiaComunismo
Marxismo-leninismo
Antirevisionismo
Euroscetticismo
Repubblicanesimo
CollocazioneEstrema sinistra
Affiliazione internazionaleIniziativa dei Partiti Comunisti e Operai d'Europa
Incontro Internazionale dei Partiti Comunisti e Operai
Organizzazione giovanileCollettivi dei Giovani Comunisti
Sito web

Il Partito Comunista dei Popoli di Spagna (PCPE) è un partito politico spagnolo di estrema sinistra e comunista, fondato nel 1984. Ideologicamente è un partito marxista-leninista antirevisionista, che nelle sue strutture si ispira completamente ai partiti comunisti del vecchio blocco sovietico. Il PCPE infatti non ripudia l'esperienza sovietica fino alla guida di Stalin compresa. Invece è molto critico nei confronti della classe dirigente successiva alla morte di Stalin, individuando nella figura di Chruščëv l'inizio della degenerazione e dello smantellamento del socialismo in URSS. Il partito rifiuta il trotskismo. Il PCPE persegue l'obiettivo dell'edificazione del socialismo-comunismo e il superamento della società capitalista.

Il partito fu fondato da alcuni movimenti come il Partito Comunista Unificato di Spagna o il Movimento per la ricostruzione del PCE che confluirono tutti in un'unica formazione per ostacolare la linea eurocomunista adottata dal Partito Comunista di Spagna di Santiago Carrillo sin dagli anni Settanta.

Nel corso degli anni molte componenti si associarono al PCPE, come alcune lo abbandonarono. Dal 1986 al 1988 ha fatto parte della coalizione Sinistra Unita, riavvicinandosi in parte al PCE, tanto che alcuni suoi membri ritornarono in questa formazione. Dal 1989 il PCPE ha regolarmente presentato liste indipendenti alle elezioni generali. Nel 2002 avvenne la fusione con il Partito Comunista Operaio Spagnolo. Attualmente il partito è presente in tutto il territorio nazionale con molte cellule.

È uno dei pochi partiti marxisti-leninisti europei (insieme al Partito Comunista di Grecia, con cui il PCPE ha buoni rapporti) ad essere rappresentato istituzionalmente, avendo eletto 8 consiglieri comunali nelle elezioni amministrative del 2015.

Dal 2013 aderisce all'Iniziativa dei Partiti Comunisti e Operai d'Europa. [1]

Risultati elettorali[modifica | modifica wikitesto]

Congresso dei deputati
Elezioni Voti % Seggi
1989 62,664 0,31 0
1993 10,233 0,04 0
1996 14,513 0,06 0
2000 12,898 0,06 0
2004 12,979 0,05 0
2008 20,030 0,08 0
2011 26,254 0,11 0
2015 31,179 0,12 0
2016 26,627 0,11 0
Fonte[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Communist Party of Greece - Fondata la INIZIATIVA dei Partiti Comunisti e Operai d'Europa, su inter.kke.gr. URL consultato il 17 aprile 2018.
  2. ^ Consulta de resultados electorales. Ministerio del Interior, su www.infoelectoral.mir.es. URL consultato il 17 aprile 2018.
Controllo di autoritàVIAF (EN167670647 · LCCN (ENno91010458