Partito Comunista Polacco (2002)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Partito Comunista Polacco
Komunistyczna Partia Polski
Logo Polish Communist Party (2002).png
LeaderKrzysztof Szwej
StatoPolonia Polonia
SedeVarsavia
Fondazione9 ottobre 2002
IdeologiaComunismo
Marxismo-Leninismo
Antirevisionismo
CollocazioneEstrema sinistra
Affiliazione internazionaleIniziativa dei Partiti Comunisti e Operai
Incontro Internazionale dei Partiti Comunisti e Operai
Organizzazione giovanileKomsomol
Iscritticirca 600
Sito web

Il Partito Comunista Polacco (in polacco Komunistyczna Partia Polski, abbreviato KPP), è un partito politico polacco fondato il 9 ottobre 2002 e considerato l'erede storico e ideologico del Partito Comunista di Polonia fondato nel 1918 e sciolto nel 1938. L'attuale presidente del partito è Krzysztof Szwej, che è stato eletto al terzo congresso del partito nel dicembre del 2010, succedendo a Józef Łachut.

Presidenti[modifica | modifica wikitesto]

  • 14 dicembre 2002 - 8 dicembre 2006 - Marcin Adam[1]
  • 8 dicembre 2006 - 11 dicembre 2010 - Józef Łachut
  • 11 dicembre 2010 – incarica Krzysztof Szwej

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]