Partito Comunista Operaio Russo del Partito Comunista dell'Unione Sovietica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Partito Comunista Operaio Russo del Partito Comunista dell'Unione Sovietica
(RU) Российская коммунистическая рабочая партия в составе Коммунистическая партия Советского Союза
LeaderViktor Tjul'kin
StatoRussia Russia
SedeMosca
Fondazione1999
Dissoluzione2007
PartitoPartito Comunista dell'Unione Sovietica
IdeologiaComunismo
Marxismo-Leninismo
Antirevisionismo
CollocazioneEstrema sinistra
CoalizioneFronte Russo Unito del Lavoro
Affiliazione internazionaleIniziativa dei Partiti Comunisti e Operai d'Europa
Incontro Internazionale dei Partiti Comunisti e Operai
TestataTrudovaja Rossija
Organizzazione giovanileLega della Gioventù Comunista Rivoluzionaria (bolscevica)
Iscritti55 000 (2006)
Colori     Rosso
Sito webwww.rkrp-rpk.ru

Il Partito Comunista Operaio Russo del Partito Comunista dell'Unione Sovietica (in russo: Российская коммунистическая рабочая партия в составе Коммунистическая партия Советского Союза?, traslitterato: Rossijskaja kommunističeskaja rabočaja partija v sostave Kommunističeskaja partija Sovetskogo Sojuza) è un partito politico comunista della Federazione Russa.

È stato fondato nell'ottobre del 1999 con il nome di Partito Comunista Operaio Russo - Partito Rivoluzionario dei Comunisti (in russo: Российская коммунистическая рабочая партия - Революционная партия коммунистов?, traslitterato: Rossijskaja kommunističeskaja rabočaja partija - Revoljucionnaja partija kommunistov), a seguito dell'unificazione del Partito Comunista Operaio Russo e del Partito dei Comunisti della Russia, con l'obiettivo di ristabilire il socialismo e l'URSS. Tra il 2011 e il 2012 il PCOR-PRC è divenuto sezione repubblicana per la Russia del Partito Comunista dell'Unione Sovietica. Il 22 aprile 2012 il partito è stato rinominato, assumendo la denominazione attuale[1].

Il PCOR è guidato da Viktor Tjul'kin (è stato co-presidente con Anatolii Kriuchkov fino alla morte di quest'ultimo nel 2005). Alle elezioni del 1999 per la Duma, il partito ha ottenuto un consenso del 2,2% con 1.481.890 milioni di voti.

Il PCOR considera il Partito Comunista della Federazione Russa come un partito riformista e revisionista.

Pubblica il giornale Trudovaja Rossija (Трудовая Россия; «Russia dei lavoratori») e la rivista Sovetskij Sojuz (Советский Союз; «Unione Sovietica»).

Il PCOR ha sostenuto tutte le principali occupazioni e scioperi in Russia. È inoltre legato al sindacato russo «Zashchita» e dichiara di avere 55.000 iscritti (2006).

L'organizzazione giovanile del PCOR si chiama Lega della Gioventù Comunista Rivoluzionaria (bolscevica) ed è una della organizzazioni comuniste giovanili più attive in Russia. La LGCR(b) è guidata da Alexander Batov.

Nel 2010 partecipa alla fondazione del Fronte Russo Unito del Lavoro.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (RU) Документы 8-го Съезда РКРП-КПСС, su Rkrp-rpk.ru. URL consultato il 20 settembre 2018.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN261148220 · WorldCat Identities (ENlccn-no2012121151