Partita a quattro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Partita a quattro
Partita a quattro (film 1933).JPG
Gary Cooper, Fredric March e Miriam Hopkins
Titolo originaleDesign for Living
Lingua originaleinglese, francese
Paese di produzioneStati Uniti
Anno1933
Durata91 min
Dati tecniciB/N
rapporto: 1,37:1
Generecommedia
RegiaErnest Lubitsch
Gottfried Reinhardt (assistente di Mr. Lubitsch)
SoggettoNoel Coward
SceneggiaturaBen Hecht
Samuel Hoffenstein (non accreditato)
ProduttoreErnest Lubitsch
Casa di produzioneParamount
Distribuzione (Italia)Paramount (1934)
FotografiaVictor Milner
MusicheJohn Leipold (non accreditato)
ScenografiaHans Dreier (non accreditato)
CostumiTravis Banton (non accreditato)
Interpreti e personaggi

Partita a quattro (Design for Living) è un film del 1933 diretto da Ernst Lubitsch.

Girato prima dell'entrata in vigore del Codice Hays, racconta di un rapporto tra una ragazza divisa tra l'amore di tre uomini: ne sposa uno continuando a far l'amore con gli altri due. La commedia da cui è tratto il film è firmata da Noel Coward.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Una graziosa americana residente in Francia disdegna la corte del ricco principale, ma non sa decidersi tra due compatrioti, un pittore e un autore teatrale, entrambi squattrinati. La ragazza propone allora ai due giovani di vivere tutti e tre insieme escludendo il sesso. Grazie ai suggerimenti dell'amica il drammaturgo ha successo e si reca a Londra. Lui lontano, il pittore e la donna diventano amanti. Il gruppo si scioglie quando anche il secondo artista raggiunge la fama. Allora l'autore torna alla carica e rende all'amico pan per focaccia. Lei allora, per evitare litigi, accetta di sposare il principale.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film fu prodotto dalla Paramount Pictures.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Distribuito dalla Paramount Pictures, il film uscì nelle sale USA il 29 dicembre 1933.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema