Paroliamo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Paroliamo
PaeseItalia
Anno1977-1989
Generegame show
Lingua originaleitaliano
Crediti
ConduttoreLea Pericoli, Fabrizio Frizzi, Marco Dané
IdeatoreArmand Jammot
RegiaSalvatore Baldazzi
Rete televisivaTelemontecarlo (1977-1982)
Rai 2 (1982-1989)

Paroliamo è stato un quiz televisivo, derivato dal programma francese Des chiffres et des lettres, a sua volta ispiratore del gioco britannico di Channel 4 Countdown.

Il programma[modifica | modifica wikitesto]

Fu trasmesso per la prima volta nel 1977 su Telemontecarlo. La conduzione era affidata a Lea Pericoli coadiuvata da Jocelyn. C'era stato anche un gioco incentrato sui calcoli matematici chiamato Contiamo. Nel 1982 fu all' interno del contenitore di Rai 2 Tandem condotto da Fabrizio Frizzi mentre il giudice del gioco era Marco Dané. Nel 1989 il quiz era all'interno del contenitore pomeridiano di Raidue Mente Fresca, ideato e condotto da Marco Dané con la partecipazione di Patrizia Focardi e del divulgatore Roberto Vacca.

Conduttore[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1982, quando Raidue acquistò il programma, lo affidò a Marco Dané che lo curò, fece il giudice e successivamente anche il conduttore fino al 1989, anno in cui Raidue non lo mandò più in diretta dichiarando che il gioco era troppo difficile per il pubblico italiano[senza fonte].

Gioco in scatola[modifica | modifica wikitesto]

Armand Jammot, dirigente di Antenne 2 è l'inventore del gioco "Des chiffres et des lettres" (attivo per anni nella principale rete pubblica oltralpe) che trasferito in Italia venne chiamato "Paroliamo". L'Adica Pongo è l'editore italiano della scatola del gioco. La prima versione aveva come sfondo la base del gioco, le 9 tessere con le lettere che formavano la parola P-A-R-O-L-I-A-M-O e il logo di rete (TMC).

La seconda versione aveva lo sfondo lilla, con 9 tessere che formavano il nome della trasmissione.

La terza versione aveva lo sfondo azzurro scuro, sempre con le 9 tessere, il logo di rete e una piccola foto raffigurato il volto di Marco Danè.

La stessa versione viene allargata l'anno successivo, portando sul lato sinistro la scritta L'ESPERTO. Venne tolta la foto di Marco Dané e aggiunto il nome di rete (Rai 2). Sull'angolo destro c'era una scritta che diceva: VINCE CHI COMPONE LA PAROLA PIÙ LUNGA.

Regole del gioco[modifica | modifica wikitesto]

Il Paroliamo si gioca con due mazzi di carte su cui sono impresse lettere dell'alfabeto italiano; in particolare 42 carte a dorso rosso contenenti vocali e 78 a dorso blu contenenti consonanti.

Da tali mazzi, separati e coperti, vengono pescate 10 carte: il giocatore di turno indica, per ogni carta estratta, se questa debba essere una vocale o una consonante potendosi avvalere, per la propria scelta, della visione delle lettere estratte sino a quel momento.

Scoperta l'ultima carta, i giocatori hanno a disposizione un minuto di tempo per cercare di comporre la più lunga parola di senso compiuto ottenibile utilizzando le dieci lettere a disposizione. Allo scadere del tempo, il giocatore che ha individuato la parola più lunga (o i giocatori, in caso di parità) guadagna un ammontare di punti pari alla lunghezza di tale parola.

L'insieme delle parole considerate accettabili può essere deciso di volta in volta previo accordo tra i giocatori; la versione originale televisiva prevedeva la validità di sostantivi (esclusi nomi propri), aggettivi (in qualunque genere e numero), e verbi all'infinito, participio presente e participio passato. In caso di parole dubbie o particolarmente ricercate, ai fini della loro validità faceva fede un vocabolario della lingua italiana che il conduttore provvedeva allo scopo a consultare.

Ci fu anche un gioco telefonico per il pubblico da casa. Sullo schermo venivano predisposte alcune lettere sparse, poi i telespettatori avevano a disposizione 10 secondi per individuare la parola più lunga (in questo caso da 9 o anche da 8). Il concorrente da casa vinceva un impianto Hi-Fi o uno stereo, solo se individuava una parola da 9 o da 8.

Oltre al gioco del Paroliamo, vi era anche il gioco del Contiamo in cui i due concorrenti con l'ausilio di sei numeri dovevano avvicinarsi al risultato, addizionando, dividendo, sottraendo o moltiplicando i vari numeri.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Successivamente vi fu un remake del famoso quiz (ribattezzato Pesca la lettera) che è stato proposto da Raimondo Vianello nel gioco a quiz di Canale 5 Zig zag.
  • Alcuni storici vincitori del gioco sono stati Roberto Morassi ed Ernesto Casale, conosciuti per la loro velocità.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]