Parco nazionale Arcipelago de Los Roques

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Parco nazionale Arcipelago de Los Roques
Parque nacional Archipiélago Los Roques
Los Roques from plane.jpg
Tipo di areaParco nazionale
Codice WDPA2245
Class. internaz.Categoria IUCN II: parco nazionale
StatoVenezuela Venezuela
Stato federatoDipendenze Federali Dipendenze Federali
Superficie a terra2211.2 km²
Provvedimenti istitutivi8 agosto 1972
GestoreINPARQUES
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Venezuela
Parco nazionale Arcipelago de Los Roques
Parco nazionale Arcipelago de Los Roques
Sito istituzionale

Coordinate: 11°51′46.08″N 66°46′57.36″W / 11.8628°N 66.7826°W11.8628; -66.7826

Il Parco nazionale Arcipelago de Los Roques è un parco nazionale del Venezuela, istituito nel 1972.[1]

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

L'area protetta tutela l'arcipelago di Los Roques, un arcipelago formato da circa 50 isole coralline e circa 200 banchi di sabbia, situato nel mar dei Caraibi, a 160 chilometri dal porto di Caracas; l'isola principale è Gran Roque, unica isola abitata.

L'arcipelago fa capo amministrativamente alle Dipendenze Federali del Venezuela; geograficamente appartiene alle Isole Sottovento (Piccole Antille).

Flora[modifica | modifica wikitesto]

Lungo le coste dell'arcipelago si sviluppano piccoli ma significativi lembi di mangrovie. Le specie maggiormente rappresentate sono la mangrovia rossa (Rhizophora mangle), la mangrovia nera (Avicennia germinans) e la mangrovia bianca (Laguncularia racemosa).[2]

Per il resto la flora è caratterizzata dalla presenza di poche specie alofile, come Sesuvium portulacastrum, e graminacee come Sporobolus pyramidatus e Setaria submacrostachya. Nelle zone più elevate ed esposte ai venti prevalgono le cactacee tra cui Stenocereus griseus, Melocactus curvispinus subsp. caesius e Opuntia caracassana. Meritano infine un cenno la presenza sui fondali marini di vaste praterie di Thalassia testudinum, una fanerogama marina della famiglia delle Hydrocharitaceae, ampiamente diffusa nei Caraibi.[3]

Fauna[modifica | modifica wikitesto]

Il parco tutela una delle barriere coralline meglio conservate del mar dei Caraibi[2] e con la maggiore biodiversità: sono state censite 307 specie di pesci, 200 specie di crostacei, 140 specie di molluschi, 61 specie di coralli, 60 specie di spugne e 45 specie di ricci e stelle di mare.[4][5][6][7][8][9]

L'arcipelago è meta di numerose specie di uccelli migratori e di specie nidificanti. Dal 1996 è riconosciuto come sito Ramsar.[10] Tra gli uccelli più facilmente avvistabili vi sono il pellicano bruno (Pelecanus occidentalis), la sula piedirossi (Sula sula), la sula fosca (Sula leucogaster) e il gabbiano sghignazzante (Leucophaeus atricilla). Tra le specie presenti meritano inoltre un cenno il platanero (Coereba flaveola lowii) e la parula delle mangrovie (Setophaga petechia obscura), sottospecie endemiche di Los Roques, e la tortorina grisacea (Columbina passerina albivitta), endemismo delle Piccole Antille.[3]

Sulle spiagge dell'arcipelago nidificano quattro specie di tartarughe marine: la tartaruga caretta (Caretta caretta), la tartaruga verde (Chelonia mydas), la tartaruga liuto (Dermochelys coriacea) e la tartaruga embricata (Eretmochelys imbricata).[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) National Park Archipielago de Los Roques, in World Database on Protected Areas. URL consultato il 20 novembre 2019.
  2. ^ a b (EN) Coastal Venezuelan mangroves, su Terrestrial Ecoregions, Word Wildlife Fund. URL consultato il 20 novembre 2019.
  3. ^ a b c (ES) Archipiélago Los Roques, su Sistema Venezolano de Información sobre la Diversidad Biólogica. URL consultato il 26 maggio 2016 (archiviato dall'url originale il 9 agosto 2016).
  4. ^ (EN) Engel, H., Echinoderms from Aruba, Curaçao, Bonaire and Northern Venezuela., in Capita Zoologica, VIII(4), 1939, pp. 1-12.
  5. ^ (ES) Rehder, Harald A., Contribución al conocimiento de los moluscos marinos del Archipiélago de los Roques y la Orchila, in Memoria de la Sociedad de Ciencias Naturales La Salle, XXII(62), 1962, pp. 116-138.
  6. ^ (ES) Zoppy, E., Contribución al conocimiento de los Equinodermos de Venezuela, in Acta Biologica Venezuelica, 5(17), 1967, pp. 267-333.
  7. ^ (EN) Work, E.O., Sistematic ecology and distributions of the mollusks of Los Roques Venezuela, in Bulletin of Marine Sciences of Gulf and Caribbean, 19(3), 1969, pp. 614-715.
  8. ^ (DEEN) Díaz, M C. y B. Álvarez, New species of demospongiae (porifera) from the national park "Archipielago de los Roques", Venezuela, in Bijdragen tot de Dierkunde, 57(1), 1987, pp. 31-41.
  9. ^ (ES) López Sánchez, B.C., Caracterización de la comunidad de camarones (Crustacea: Decapoda: Natantia) de la epifauna asociada a una pradera somera de Thalassia testudinum en el Parque Nacional Archipiélago Los Roques, Universidad Central de Venezuela. Facultad de Ciencias, Escuela de Biología, 1992.
  10. ^ (EN) Archipielago Los Roques (PDF), su Ramsar Sites Information Sheet. URL consultato il 21 novembre 2019.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]


Controllo di autoritàVIAF (EN315134785