Parco naturale regionale Isola di Sant'Andrea e litorale di Punta Pizzo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Parco naturale regionale
Isola di S. Andrea e litorale di Punta Pizzo
Codice WDPA390474
Codice EUAPEUAP1191
Class. internaz.Categoria IUCN V: paesaggio terrestre/marino protetto
StatiItalia Italia
RegioniPuglia Puglia
ProvinceLecce Lecce
ComuniGallipoli
Superficie a terra697,85 ha
Provvedimenti istitutiviL.R. n° 20 del 10/07/2006
Mappa di localizzazione

Coordinate: 39°59′42.36″N 18°00′53.28″E / 39.9951°N 18.0148°E39.9951; 18.0148

Il parco naturale regionale Isola di Sant'Andrea e litorale di Punta Pizzo è un'area protetta del litorale ionico salentino sita nel comune di Gallipoli (Lecce).[1]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il parco è stato istituito con la legge n° 20 del 10/07/2006 e comprende l'Isola di Sant'Andrea e il tratto di litoranea sud di Gallipoli fra le località "Li Foggi", "Punta della Suina" e "Torre del Pizzo". Si è provveduto a costituire l'Autorità di gestione del Parco naturale rappresentata dall'avvocato Fabio Vincenti. In ambito provinciale, poi, per ciò che concerne il coordinamento per la promozione delle aree protette, è stato affidato l'incarico di referente del P.N.R. Isola di S.Andrea e Litorale di Punta Pizzo al dott. Stefano Casto.

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

Il tratto costiero di "Punta della Suina", immerso in un mare cristallino e in una vasta pineta, è uno dei principali polmoni verdi del Salento. Punta della Suina è una esclusiva località turistica sul mare del golfo di Gallipoli posto su un lieve promontorio roccioso che degrada verso il mare. Vi si accede, dopo aver parcheggiato auto/moto (zona protetta), attraversando un breve tratto di macchia mediterranea. Nel punto centrale esiste un patio in legno (sede di stabilimento balneare) con caratteristico affaccio sul mare. Questo è stato location di alcune scene dei film "Mine vaganti" e "Allacciate le cinture" e di un episodio del"Giudice Mastrangelo". Di fronte alla Punta della Suina c'è un grande scoglio piatto dove è possibile piantare l'ombrellone e prendere il sole. Il fondale è principalmente sabbioso mentre la costa è frastagliata in un'alternanza di scogli e sabbia.

Flora[modifica | modifica wikitesto]

Particolarmente ricca la flora e la fauna del luogo. Si segnalano presenze di corbezzolo, alaterno, erica arborea - ginestra spinosa, mirto, lentisco, dafne, asparago spinoso, orchidee come l'orchidea italica, calendule, cardo santo, pratoline. La zona registra la presenza anche di specie leguminose quali l'Anthillis hermanniaie e l'Anagiride (Anagyris fetida).

Fauna[modifica | modifica wikitesto]

Sull'Isola di Sant'Andrea nidifica la rara specie del Gabbiano corso.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Elenco ufficiale delle aree protette (EUAP) 6º Aggiornamento approvato il 27 aprile 2010 e pubblicato nel Supplemento ordinario n. 115 alla Gazzetta Ufficiale n.125 del 31 maggio 2010.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]