Parco naturale dello Sciliar-Catinaccio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Parco naturale Sciliar-Catinaccio
Naturpark Schlern-Rosengarten
Un prato e il Catinaccio.jpg
Tipo di areaParco regionale
Codice WDPA14630 e 555580404
Codice EUAPEUAP0941
Cod. Natura 2000IT3110029
Class. internaz.Categoria IUCN IV: area di conservazione di habitat/specie
StatiItalia Italia
RegioniTrentino-Alto Adige Trentino-Alto Adige
ProvinceBolzano Bolzano
ComuniCastelrotto, Tires, Fiè allo Sciliar
Superficie a terra5.850,00[1] ha
Provvedimenti istitutiviD.P.G.P. 68, 16.09.74 - D.P.G.P. 147, 26.01.84
D.P.G.P. 229, 29.01.90 - D.P.G.P. 314, 22.03.94
GestoreProvincia autonoma di Bolzano
Cartello Parco Sciliar.JPG
Mappa di localizzazione
Sito istituzionale

Coordinate: 46°30′53.91″N 11°34′32″E / 46.514976°N 11.575556°E46.514976; 11.575556

Lo Sciliar visto dall'Alpe di Siusi
Il Catinaccio visto dalla val di Tires

Il parco naturale Sciliar-Catinaccio (Naturpark Schlern-Rosengarten in tedesco) è un'area naturale protetta di 6.796 ettari che si trova nella catena delle Dolomiti occidentali in Alto Adige.

Fu istituito nel 1974, primo dei sette parchi in Provincia di Bolzano, e assieme alla zona di tutela paesaggistica dell'alpe di Siusi, va a formare una grande area naturale. Il parco è famoso per due delle sue cime più famose: la punta Santner e la punta Euringer. Lo Sciliar (Schlern) ha come punto più alto il monte Pez, con i suoi 2.563 metri s.l.m.. Dall'anno 2003 anche il Catinaccio fa parte dell'area naturale.

Cime principali[modifica | modifica wikitesto]

Principali rifugi[modifica | modifica wikitesto]

Laghi[modifica | modifica wikitesto]

Comuni[modifica | modifica wikitesto]

Il parco comprende territori dei comuni di Castelrotto, Tires e Fiè allo Sciliar.

Centro visite[modifica | modifica wikitesto]

È stato aperto nei pressi dei Bagni di Lavina Bianca (Weißlahnbad), nel comune di Tires, il "centro informativo Steger Säge", il centro visite del parco. Il centro è allestito dentro ad un vecchio mulino ad acqua che faceva funzionare una segheria idraulica, attiva sin dal lontano 1598 fino alla fine degli anni 1950.

Oltre a questo centro visite, presso il lago di Fiè si trova un punto informativo (Infostelle Völser Weiher).

Sentiero natura[modifica | modifica wikitesto]

Flora[modifica | modifica wikitesto]

Fauna[modifica | modifica wikitesto]

All'interno del parco la fauna presente è di varia specie: comprende scoiattoli, falchi, marmotte e tante altre specie. Allo stato semi-libero invece, esistono allevamenti di cavalli, mucche e capre.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Fonte: Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Elenco ufficiale delle aree protette (EUAP) Archiviato il 4 giugno 2015 in Wikiwix. 5º Aggiornamento approvato con Delibera della Conferenza Stato Regioni del 24 luglio 2003 e pubblicato nel Supplemento ordinario n. 144 alla Gazzetta Ufficiale n. 205 del 4 settembre 2003.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN241911813 · GND (DE7675647-6