Parco naturale del Marguareis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Parco Naturale del Marguareis
20kmditraillrunning.jpg
Tipo di areaParco naturale
Codice WDPA6020
Codice EUAPEUAP0214
StatiItalia Italia
RegioniPiemonte
ProvinceCuneo
Superficie a terra6.638,00 ha
Provvedimenti istitutiviLL.RR. 84, 28.12.78 / 16, 26.03.90
GestoreEnte di gestione delle aree protette delle Alpi Marittime
Mappa di localizzazione
Sito istituzionale

Coordinate: 44°13′51.82″N 7°39′42.95″E / 44.23106°N 7.66193°E44.23106; 7.66193

Il parco naturale del Marguareis è un'area naturale protetta del Piemonte. Il parco copre parte della Valle Pesio e dell'Alta Val Tanaro[1] ed è stato istituito nel 1978 dalla Regione Piemonte[1] Fino al 31 dicembre 2011 il parco si chiamava Parco naturale dell'Alta valle Pesio e Tanaro [2].

Ambiente[modifica | modifica wikitesto]

Il territorio del parco è noto con il nome di Piccole Dolomiti, e nel suo sottosuolo è presente un sistema carsico di grotte che si snodano per chilometri.[3]

Flora[modifica | modifica wikitesto]

Il parco regionale ospita vaste aree a bosco (in particolare faggete, abetine e lariceti), il cui sviluppo fu favorito dalla presenza dei monaci della Certosa di Pesio. Le sue caratteristiche geografiche, climatiche (che presentano elementi sia alpini che mediterranei) e geologiche sostengono una notevolissima biodiversità vegetale. Nell'area protetta sono infatti state censite circa 1500 diverse specie vegetali, tra le quali sono ad esempio notevoli Saxifraga cernua, Viola pinnata e l'ormai rarissima scarpetta di Venere.[3].

Fauna[modifica | modifica wikitesto]

Tra le presenza faunistiche più vistose possono essere citate quelle di specie tipicamente alpine come camoscio, marmotta, aquila e gallo forcello. La presenza del lupo, indice di una alta qualità ambientale dell'area, data dalla metà degli Anni Novanta, quando si stabilì nell'area protetta il primo branco stabile documentato sulle Alpi italiane dopo la scomparsa di questo predatore avvenuta nel corso dell'Ottocento.[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]