Parco della Palude di Onara

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Parco della Palude di Onara
Entrata Parco della Palude di Onara.jpg
L'entrata del Parco
Tipo di areaRiserva naturale regionale
Superficie a terra120 ha
Mappa di localizzazione

Coordinate: 45°37′29.28″N 11°49′02.28″E / 45.6248°N 11.8173°E45.6248; 11.8173

Il parco della Palude di Onara è un'area naturale protetta situata ad Onara a pochi chilometri dal fiume Brenta, nella provincia di Padova. Esso occupa circa 120 ettari, anche se oggi la parte di interesse naturalistico si è ridotta a meno di 30. La palude sorge in una zona percorsa dalla cosiddetta linea delle risorgive o dei fontanili, un tracciato immaginario caratterizzato dall'alternanza di terreni ghiaiosi, sabbiosi e argillosi della bassa pianura.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La palude di Onara è un'ampia zona selvatica, attraversata dal fiume Tergola, che nasce nelle zone limitrofe. Essa è caratterizzata dalla presenza di un particolare e raro microclima, che permette alla vegetazione di resistere anche alle elevate temperature sotto lo zero. Inoltre è popolare anche per i suoi siti archeologici, elementi che fanno di essa un luogo di grande interesse culturale e naturalistico.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

In quest'oasi si possono ammirare i resti dell'antico oratorio appartenente al castello dei signori del luogo, gli Ezzelini da Onara, risalente all'anno Mille. Nel 1198, quando il castello fu distrutto dai padovani, gli Ezzelini iniziarono a chiamarsi con il nome dell'altro feudo in loro possesso: "da Romano". Le pietre del castello abbattuto vennero utilizzate per costruire le mura di un paese limitrofo, Cittadella, e si possono a tutt'oggi visitare.

Flora[modifica | modifica wikitesto]

Grazie alla temperatura fredda delle polle di risorgiva che non supera mai i 14 °C nemmeno d'estate, si è potuto sviluppare un singolare biotopo, che si mantiene tutt'oggi con presenza di vegetazione legata all'ultima glaciazione detta Dryas. Nel parco inoltre si possono contare quattro tipi di ambienti differenti ovvero: i canaletti di drenaggio (terreni con acqua bassa), i prati torbosi, i prati umidi, i boschi igrofili, che permettono la crescita di diverse specie arboree, tra le quali l'ontano nero, da cui deriva il termine Onara.

Fauna[modifica | modifica wikitesto]

Strutture ricettive[modifica | modifica wikitesto]

All'interno del parco oggi è stato creato un percorso naturalistico attrezzato con passerelle e torrette da cui si possono ammirare le molteplici specie vegetali e animali presenti. Lungo il percorso vi sono anche alcune aree di ristoro attrezzate per pic nic, momenti ricreativi, didattici o di relax. Dal 1994 la zona è sotto la tutela paesaggistica di interesse regionale.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Veneto Portale Veneto: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Veneto