Parata d'oro dei faraoni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Parata d'oro dei faraoni
Pharaohs Golden Parade.jpg
Logo ufficiale dell'evento
Nome ufficialeموكب المومياوات الملكية
Data3 aprile 2021
LuogoIl Cairo
RisultatoTraslazione di antiche mummie egizie

La Parata d'oro dei faraoni (in arabo: موكب المومياوات الملكية‎, in inglese Pharaohs' Golden Parade), è stato un grande evento tenutosi al Cairo il 3 aprile 2021, durante il quale le mummie di 18 faraoni e 4 regine dell'Antico Egitto sono state cerimonialmente traslate dal Museo egizio al nuovo Museo nazionale della Civiltà egiziana ad al-Fustat[1].

L'evento[modifica | modifica wikitesto]

L'evento ha avuto inizio alle 18:00 (ora locale), caratterizzato da un approfondimento culturale da parte di alcune celebrità nazionali[2] e danze ispirate all'Antico Egitto presso i maggiori siti turistici del paese come le piramidi di Giza o il Tempio funerario di Hatshepsut.

Piazza Tahrir come rinnovata dal governo

Dopo l'introduzione dell'evento le mummie, poste all'interno di carri decorati come veri e propri catafalchi, hanno lasciato il vecchio Museo Egizio accompagnate da 60 motocicli e 150 cavalli[3] per dirigersi verso piazza Tahrir dove hanno girato attorno alla rotonda, appositamente rinnovata dal governo con la posa di un obelisco fatto erigere da Ramses II a Tanis e di quattro sfingi portate dal tempio di Karnak a Luxor, nonché decorata con suggestivi fasci di luce[4], prima di continuare il cammino lungo il Nilo verso il loro nuovo museo.

All'arrivo del corteo reale presso il nuovo Museo, i faraoni e le regine hanno ricevuto gli onori militari con 21 colpi di cannone a salve sparati dalla Guardia repubblicana egiziana[3], prima di essere accolti dal presidente Abdel Fattah al-Sisi.

Le musiche[modifica | modifica wikitesto]

Delle musiche sono state appositamente composte per l'evento sulla base di antiche melodie egizie da Hisham Nazih, quindi eseguite dalla United Philharmonic Orchestra diretta dal maestro Nader Abbasi. Tra queste musiche ve n'è stata una, intitolata "Una riverenza ad Iside", cantata in antica lingua egizia dal soprano Amira Selim, le cui parole sono state prese da delle iscrizioni del Deir el-Shelwit, antico tempio dedicato ad Iside sito a Luxor[5]. Altre musiche sono state cantate in questo modo, con dei testi provenienti dal Libro dei Morti e dai Testi delle Piramidi[6].

Le mummie[modifica | modifica wikitesto]

Le mummie reali traslate sono state, in ordine cronologico[1]:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Egypt mummies pass through Cairo in ancient rulers' parade, in BBC News, 3 aprile 2021. URL consultato il 7 aprile 2021.
  2. ^ (EN) Egyptian celebrities steal mummies show in Cairo, su Arab News, 5 aprile 2021. URL consultato il 7 aprile 2021.
  3. ^ a b (EN) Egypt Captivates World with Golden Pharaoh Parade, su www.businesswire.com, 3 aprile 2021. URL consultato il 7 aprile 2021.
  4. ^ (EN) Photos: Tahrir Square lights up in final stage of development project, su Egypt Independent, 6 giugno 2020. URL consultato il 7 aprile 2021.
  5. ^ Egypt’s Soprano Amira Selim dazzles the world with exceptional performance in Pharaohs’ Golden Parade, su EgyptToday, 4 aprile 2021. URL consultato il 7 aprile 2021.
  6. ^ (EN) All you need to know about "Pharaohs Golden Parade" symphony, su see.news, 3 aprile 2021. URL consultato il 7 aprile 2021.
Antico Egitto Portale Antico Egitto: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di antico Egitto