Parasailing

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La vela Parasailor

Il parasailor è una vela da andatura con vento portante di recente introduzione che, per la prima volta, sfrutta criteri derivanti dall'aeronautica leggera.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Inventata in Germania, è composta da una vela simmetrica tipo spinnaker e da una apertura nel punto di massima pressione dell'aria, dietro cui è installata un'ala a cassoni (tipo parapendio). Questa costruzione ha ridisegnato il flusso del vento e il gioco delle forze operanti.

La vela è in grado di sfogare la pressione in eccesso e l'ala da un traino fisso a 45°. Il risultato è una vela che, garantendo altissime prestazioni velocistiche, ha ridotto verticalmente il rischio di strapoggia e straorza, è estremamente stabile e docile, stabilizza fortemente la barca e la sua rotta, permette d'usare il pilota automatico in sicurezza, consente d'essere usata anche con venti molto forti, garantisce dei gradi d'uso rispetto al vento mai raggiunti prima. Il termine "Parasailor" è un neologismo recentemente creato dagli inventori della stessa vela: deriva dal termine aeronautico inglese "paragliding" (parapendio), unito alla parola inglese "sailor" (marinaio - velista).

Più recentemente è nata, dalla stessa azienda che ha brevettato Parasilor, la vela Parasail. Sfrutta lo stesso principio della "prima nata" ma la differenza costruttiva sta nell'ala che non è tridimensionale a cassoni ma a "pelle unica". Ciò riduce la forza del traino fisso a 45° in virtù di una vela più vivace soprattutto con venti leggeri.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]