Paperone de' Paperoni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il personaggio dei fumetti, vedi Paperon de' Paperoni.
Paperone de' Paperoni, O.P.
vescovo della Chiesa cattolica
Vescovo Paperoni.JPG
BishopCoA PioM.svg
 
Incarichi ricopertiVescovo di Foligno dal 1265 al 1285
Vescovo di Spoleto dal 1285 al 1290
 
Deceduto1290
 

Paperone de' Paperoni o de' Papareschi[1] (anche Paparone de' Paparoni; Roma, ... – Spoleto, 4 marzo 1290) è stato un vescovo cattolico italiano, appartenente all'ordine dei domenicani.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di Giovanni de' Paparonis, era discendente della ricca ed illustre famiglia romana dei Paparoni (Paparonis), stirpe da cui sul finire del secolo XII nacque il senatore romano Scotto de' Paparoni. Fu nominato da papa Clemente IV vescovo di Foligno, diocesi che resse per 20 anni, dal 1265 al 1285.[2] Con l'elezione al soglio pontificio di Onorio IV, Paperone divenne vescovo di Spoleto, carica che esercitò dal 1285 al 1290, anno della sua morte.[2][3] Paperone de' Paperoni contribuì, nelle due città umbre di cui resse le diocesi, allo sviluppo di numerosi conventi ed edifici religiosi. Un'immagine del vescovo è riportata in un dipinto del 1720, a tempera su muro, che si trova presso il palazzo episcopale di Spoleto.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ In araldica si dibatte se le famiglie Paparoni e Papareschi siano identificabili, molto difficile essendo riconoscerne i vari rami. Un indizio in senso affermativo è la frequente ricorrenza in entrambe del nome Giovanni.
    Giovanni Papareschi, in Dizionario biografico degli italiani, Istituto dell'Enciclopedia Italiana.
    Sergio Delli, Le strade di Roma: una guida alfabetica alla storia, ai segreti, all'arte, al folklore, Roma, Armando, 1975, p. 674. URL consultato il 26 luglio 2018.
  2. ^ a b David M. Cheney, Bishop Paperone de’ Papareschi, su www.catholic-hierarchy.org. URL consultato il 25 luglio 2018.
  3. ^ Cronotassi dei vescovi di Spoleto e Norcia, su arcidiocesidispoletonorcia.it. URL consultato il 27 luglio 2014 (archiviato dall'url originale il 22 agosto 2007).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]