Paolo Santambrogio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Paolo Santambrogio

Paolo Santambrogio (Milano, 19 maggio 1978) è un fotografo e regista italiano.

Carriera fotografica[modifica | modifica wikitesto]

Svolge principalmente la sua attività nel settore moda e nella fotografia di ritratto.

La carriera fotografica di Paolo Santambrogio inizia nel 2007 con un servizio fotografico su Vanity Fair Italia. Da quel momento ha realizzato copertine e servizi fotografici legati al mondo della moda e del ritratto, oltre che per Vanity Fair, per Vogue Italia[1], Glamour, GQ, L'Officiel, Cosmopolitan, Style Magazine[2], Grazia e altri magazine italiani ed internazionali.

In campo pubblicitario ha collaborato con Fendi, Trussardi, Marc Jacobs, Enrico Coveri[3][4], Iceberg[5], Gaetano Navarra, Dolce&Gabbana, Rinascente oltre che con giovani marchi emergenti come Caterina Gatta[6][7] e Fausto Puglisi[8].

Oltre alla moda, dedica molta parte della sua attività di fotografo alla fotografia di ritratto, scattando servizi fotografici a personaggi del mondo dello spettacolo come Rita Ora[9], Joe Jonas, Cécile Cassel, Abel Ferrara, Alexander Zverev, Valeria Golino, Isabella Ferrari, Luca Argentero, Pierfrancesco Favino, Filippo Timi, Claudia Pandolfi, Tea Falco, Matilde Gioli, Miriam Leone e tanti altri.

Nel 2015 viene inserito insieme ad una selezione di fotografi di moda italiani all'interno della mostra "Il nuovo vocabolario della moda italiana" alla Triennale di Milano.

Attività di regista[modifica | modifica wikitesto]

Alla carriera di fotografo, Santambrogio ha affiancato quella di regista, in particolare di videoclip musicali: nel 2009 firma la regia del video ufficiale di Alone, brano di Paola Iezzi, finalista al Premio Videoclip Italiano 2009[10]. Nel 2013 e nel 2014, ancora per Paola Iezzi, dirige i video dei singoli Se perdo te[11] (cover di un brano di Patty Pravo con le illustrazioni di Ivo Bisignano), e Get Lucky[12], ambientato a New York.

Per quanto riguarda i video legati al mondo della moda nel 2011 realizza il cortometraggio The others me[13] e nel 2012 Losing my religion (finalista IUFF Fashion Film Festival)[14], per il sito di Vogue Italia; del 2013 è il cortometraggio moda per S Magazine, dal titolo Eliza[15] (International Fashion Film Awards 2014 Nominations: miglior regia, miglior fotografia, miglior montaggio, miglior colonna sonora)[16].

Nel 2014 dirige il corto di animazione digitale per la collezione di borse Qutweet di Fendi.

Nel 2015 dirige il cortometraggio moda Wunderkammer[17] per la stilista Caterina Gatta. La protagonista è l'attrice Tea Falco e il video è realizzato a Parigi. Il monologo recitato nel film è scritto dallo scrittore Nicola Lagioia, vincitore del Premio Strega proprio nel 2015. Il cortometraggio viene inserito tra le tre nominations come "Best Italian Fashion Film"[18] al Fashion Film Festival Milano[19]. Sempre lo stesso anno il videoclip pubblicitario per il brand di profumi "Bloodconcept" viene selezionato nelle nominations come "Miglior video pubblicitario" all'ASVOFF 2015[20], festival dedicato ai video moda tra i più importanti a livello internazionale[21].

Nel 2016 dirige il video del singolo di Paola Iezzi Lovenight, mentre nel 2018 per la stessa artista il video per il singolo Ridi[22], ambientato a Los Angeles.

Vita Privata[modifica | modifica wikitesto]

Dal 2007 è il compagno[23] della cantante e produttrice musicale Paola Iezzi.

Videografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Alone - Paola Iezzi (2009), videoclip musicale
  • The Others Me (2011), cortometraggio moda
  • Se perdo te - Paola Iezzi (2013) videoclip musicale
  • Eliza (2013), cortometraggio moda
  • Get Lucky - Paola Iezzi (2014) videoclip musicale
  • Wunderkammer (2015), cortometraggio moda
  • Lovenight - Paola Iezzi (2016) videoclip musicale
  • Ridi - Paola Iezzi (2018) videoclip musicale

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Paolo Santambrogio - Vogue Italia Website, su vogue.it. URL consultato il 29 giugno 2019 (archiviato il 12 giugno 2018).
  2. ^ paolo santambrogio | The Men Issue, su www.themenissue.com. URL consultato il 7 giugno 2018 (archiviato il 29 agosto 2018).
  3. ^ The Fashionisto - Gerhard Freidl by Paolo Santambrogio for Enrico Coveri Fall 2010 Campaign, su thefashionisto.com. URL consultato il 21 aprile 2014 (archiviato l'8 dicembre 2014).
  4. ^ Fashionblog - Coveri, su fashionblog.it. URL consultato il 21 aprile 2014 (archiviato il 22 aprile 2014).
  5. ^ ICE-Iceberg SS 2012 Campaign, su models.com. URL consultato il 17 aprile 2014 (archiviato il 19 aprile 2014).
  6. ^ Soo Joo Embraces Kaleidoscopic Color for Caterina Gatta’s Fall 2012 Campaign by Paolo Santambrogio, su fashiongonerogue.com. URL consultato il 21 aprile 2014 (archiviato il 21 aprile 2014).
  7. ^ Suki Waterhouse Seduces in Caterina Gatta Spring 2013 Campaign by Paolo Santambrogio, su fashiongonerogue.com. URL consultato il 21 aprile 2014 (archiviato il 21 aprile 2014).
  8. ^ Amber Le Bon Rocks Fausto Puglisi’s Fall 2012 Campaign by Paolo Santambrogio, su fashiongonerogue.com. URL consultato il 21 aprile 2014 (archiviato il 21 aprile 2014).
  9. ^ Rita Ora: «Basta un sogno» - VanityFair.it, in vanityfair.it. URL consultato il 18 febbraio 2017 (archiviato l'11 ottobre 2018).
  10. ^ Video finalista al PIVI 2009 e al PVI 2009, su rockit.it, 4 dicembre 2009. URL consultato il 17 aprile 2014 (archiviato il 19 aprile 2014).
  11. ^ la Repubblica - Paola Iezzi rifà "Se perdo te" e Patty Pravo la loda, su video.repubblica.it. URL consultato il 17 aprile 2014 (archiviato il 27 dicembre 2013).
  12. ^ Paola Iezzi ricanta i Daft Punk, su video.repubblica.it (archiviato il 13 luglio 2018).
  13. ^ The Others Me shortmovie - Vogue Italia, su vogue.it. URL consultato il 17 aprile 2014 (archiviato il 20 aprile 2014).
  14. ^ IUFF Fashion Film Festival - Nomination, su iuff.it. URL consultato il 21 aprile 2014 (archiviato dall'url originale il 22 aprile 2014).
  15. ^ Gazzetta.it - La modella belga Eliza Sys e il nudo d'autore. Un video ad alto contenuto erotico, su max.gazzetta.it. URL consultato il 17 aprile 2014 (archiviato il 19 aprile 2014).
  16. ^ IFFA 2014 Nominations, su internationalfashionfilmawards.com (archiviato dall'url originale il 18 gennaio 2014).
  17. ^ Wunderkammer - Vogue.it, su www.vogue.it. URL consultato il 1º febbraio 2016 (archiviato il 14 dicembre 2015).
  18. ^ Fashion Film Festival Milano, su fashionfilmfestivalmilano.com. URL consultato il 1º febbraio 2016 (archiviato dall'url originale il 19 gennaio 2016).
  19. ^ Fashion Film Festival Milano, su fashionfilmfestivalmilano.com. URL consultato il 1º febbraio 2016 (archiviato il 24 marzo 2019).
  20. ^ program - A SHADED VIEW ON FASHION FILM, su www.ashadedviewonfashionfilm.com. URL consultato il 1º febbraio 2016 (archiviato il 16 marzo 2012).
  21. ^ ASVOFF OTTAVA EDIZIONE, PER LA REGINA DEI FASHION FILM, su trend-dal-mondo-d.blogautore.repubblica.it. URL consultato il 1º febbraio 2016 (archiviato il 28 agosto 2018).
  22. ^ Paola Iezzi, il video di «Ridi» in anteprima, su Video: ultime notizie - Corriere TV. URL consultato il 29 giugno 2019.
  23. ^ Paola Iezzi: «Dopo Get Lucky mi sposo», su vanityfair.it (archiviato il 29 settembre 2016).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]