Paolo Posi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
L'abside di S. Maria dell'Anima a Roma
L'abside del Duomo di Napoli

Paolo Posi (Siena, 1708Roma, 1776) è stato un architetto italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Specializzatosi in gioventù nell'allestimento di feste ed apparati effimeri, il Posi mantenne per tutta la sua carriera un colorato gusto scenografico ancora di retaggio barocco, nonostante le sue ultime opere siano datate in un'epoca in cui il neoclassicismo era già lo stile dominante. Architetto della Famiglia Colonna dal 1751, continuò infatti a disegnare festosi apparati pirotecnici per le feste offerte dalla nobile casata romana.

Le sue opere più celebri sono le ristrutturazioni del Duomo di Napoli e di Santa Maria dell'Anima a Roma e il rutilante monumento a Maria Flaminia Chigi-Odescalchi nella basilica di Santa Maria del Popolo, dove sono ancora presenti tutti gli elementi del repertorio barocco di stampo berniniano (medaglioni, drappi marmorei, pietra sbozzata in modo da fingere rocce naturalistiche).

Paolo Posi fu anche maestro di Giacomo Quarenghi.

A lui sono stati attribuiti anche alcuni disegni architettonici per due ville conservati nel Fondo Lanciani della Biblioteca dell'Istituto Nazionale di Archeologia e Storia dell'Arte di Roma e quelli per la Villa Farsetti a Santa Maria di Sala. Un progetto di chiesa e convento si trova anche nell'archivio della provincia ungherese degli Scolopi a Budapest (ricordiamo che nel XVIII secolo gli Scolopi - come l'architetto Gaspar Oswald - erano molto attivi nella costruzione di opere architettoniche nell'Europa danubiana).

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • M. Mojzer, Paolo Posi Római építész egy Rendház-terve, 1756-ból [Un progetto di casa conventuale realizzato dall'architetto romano Paolo Posi nel 1756], in Múvészettorténeti Értesítö (Budapest, Accademia delle Scienze), XXXI/1 (1982), pp. 48–50
  • P. Portoghesi, Roma barocca, Bari 1998, pp. e 599-600
  • S. Pasquali, Paolo Posi, in In urbe architectus, a cura di B. CONTARDI, G. CURCIO, Roma 1991, ad indicem
  • I. Muzii, Vita e opere dell'architetto Paolo Posi (1708-1776), in Le dimore di Siena : l'arte dell'abitare nei territori dell'antica Repubblica dal Medioevo all'Unità d'Italia, a cura di Gabriele Morolli, Firenze 2002
Controllo di autoritàVIAF: (EN50306864 · SBN: IT\ICCU\RMLV\064433 · LCCN: (ENnr2006018316 · GND: (DE129404055 · ULAN: (EN500009113
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie