Paolo Morelli (cantante)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Paolo Morelli (Napoli, 29 gennaio 1947Roma, 9 ottobre 2013) è stato un musicista e cantautore italiano, il cui nome è strettamente legato a quello del complesso musicale degli Alunni del Sole.[1] Non pubblicò mai dischi in veste di cantante solista, ma all'interno del complesso era leader, tastierista, voce solista, arrangiatore principale e in genere autore sia della musica che dei testi.[2] Più di una volta, la fama delle sue musiche ha varcato ampiamente i confini nazionali.

Esordi[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di musicisti di impronta classica, completò gli studi accademici di composizione e pianoforte,[3][4] lo strumento musicale di cui avrebbe successivamente fatto maggior uso; insieme al fratello Bruno lasciò Napoli per trasferirsi a Roma, dove i due fondarono alla fine nel 1968 il gruppo musicale degli Alunni del Sole (chiamato inizialmente Maronti).[5]

A cavallo tra gli anni sessanta e gli anni settanta, verso la fine dell'epoca beat, fu coautore e principale interprete di una prima, copiosa produzione di singoli. Appoggandosi dapprima alle sonorità beat, Morelli portò il complesso degli Alunni del Sole ad una rapida affermazione. A sostenere le sorti del gruppo contribuiva la regolare partecipazione a Speciale per voi sul secondo canale della RAI: Morelli proponeva un accompagnamento musicale al programma e il complesso eseguiva noti brani come L'aquilone e Concerto.[3][5]

Gli anni settanta[modifica | modifica wikitesto]

A partire dall'inizio del decennio, Paolo Morelli figurava come autore non più solamente di tutte le musiche, ma anche dei testi del complesso. La sua funzione di leader all'interno degli Alunni del Sole diventava in tal modo ancora più evidente: il fatto che l'esponente di punta di un gruppo coprisse un ruolo di guida talmente pronunciato distingueva gli Alunni del Sole da quasi tutti i più noti complessi italiani del periodo. L'appartenenza a un gruppo comportava per il musicista anche il vantaggio di non dover esporsi in maniera troppo diretta all'attenzione pubblica e alla luce dei riflettori, stimoli che non corrispondevano necessariamente alle sue esigenze.[4]

Lasciata alle spalle l'epoca beat, si orientò a una linea più vicina al pop melodico, focalizzando i testi sulle tematiche dell'amore impossibile e dando forme più compiute ed autonome ai tratti classicheggianti che in alcune occasioni si erano delineati durante le prime produzioni musicali del gruppo:[5]

Dal punto di vista discografico, con gli anni settanta il complesso iniziò una produzione abbastanza regolare di album con l'etichetta Produttori Associati, attiva fino al 1977; durante questo periodo, non di rado l'artista si consultava con Fabrizio De André, che lavorava nella stessa casa discografica.[4][6]

Malgrado Morelli fosse romano di adozione e le canzoni del gruppo siano state in gran parte scritte in italiano, restò legato alla sua città di origine: gli si attribuisce il merito di avere contribuito sostanzialmente, con alcuni testi in napoletano, alla rivalutazione della canzone partenopea iniziata a partire dalla fine del decennio.[3] L'esempio più noto fu senz'altro il brano ’A canzuncella del 1977, riproposta in innumerevoli cover; è proprio questo il pezzo che, a detta dello stesso Morelli, gli ha procurato le maggiori soddisfazioni professionali, anche se la canzone cui si sentiva più legato a livello personale era Concerto.[7]

Ancora all'apice della loro carriera, nel 1978 gli Alunni del Sole risultarono vincitori tanto a Vota la voce quanto al Festivalbar (ex aequo con Kate Bush).[8] Dopo gli anni settanta la fama del gruppo, prima rimaneggiato nella formazione e successivamente privo di un appoggio regolare da parte delle case discografiche, [9] subì un netto calo. Alquanto scettico nei confronti dei mass media e degli sviluppi commerciali in corso sul mercato discografico, Morelli avrebbe comunque proseguito l'attività artistica e i brani da lui composti sarebbero stati riscoperti per ulteriori cover.

Cover e canzoni per altri artisti[modifica | modifica wikitesto]

L'artista non pubblicò cover italiane di brani altri cantanti; d'altro canto, all'epoca della loro uscita diverse musiche degli Alunni del Sole e quindi di Morelli attirarono l'attenzione di produttori e noti cantanti stranieri (tra cui Plácido Domingo) e più tardi italiani.[10] La presente lista non esaustiva comprende, oltre a note cover dei brani del complesso con versioni in studio,[8] le poche canzoni che Morelli scrisse in vita eccezionale per altri artisti:

  • Morelli è l'autore delle musiche e, se non altrimenti specificato, dei testi in italiano o napoletano.
  • Laggiù nella campagna verde è l'unico brano pubblicato originariamente da altri e solo più tardi incluso nella discografia dagli Alunni del Sole.
Anno Titolo Interprete Versione Alunni del Sole Note su versione interprete
1969 Labbra d'amore Donatella Moretti - 45 giri; testo di C. Rossi
1972 Laggiù nella campagna verde Little Tony omonima (ripresa nel '76) 45 giri 1972; testo di D.A. Ciotti e P. Morelli
1976 Jenny Bobby Vinton 1974 - Jenny cover USA, album Serenades of Love
1977 A canzuncella Fausto Papetti 1977 - 'A canzuncella strumentale: album 25ª raccolta
1978 Quand on sera deux Joe Dassin 1977 - 'A canzuncella in francese. LP Les femmes de ma vie
1978 Ik dacht niet te kunnen leven Willem Duyn 1977 - 'A canzuncella 45 giri olandese
1978 Cancioncilla Dyango 1977 - 'A canzuncella album Dyango – IV, in spagnolo
1978 ...Davon stirbt man nicht! Jürgen Marcus 1977 - 'A canzuncella Germania, album Jürgen Marcus
1983 Remembering Plácido Domingo 1979 - Giocattolo album My Life for a Song
1989 A canzuncella Enrico Ruggeri 1977 - 'A canzuncella album Contatti
1990 ...E mi manchi tanto
Franco Simone 1973 - ...E mi manchi tanto sottotitolo la nostalgia - da Vocepiano
1995 A canzuncella Mario Maglione 1977 - 'A canzuncella album Ricordi di Napoli
2001 A canzuncella Ornella Vanoni 1977 - 'A canzuncella album Un panino una birra e poi...
2001 Concerto Ornella Vanoni 1969 - Concerto vedi album precedente; testo di C. Rossi
2005 A canzuncella Mauro Nardi 1977 - 'A canzuncella da Evergreen
2008 A canzuncella Matia Bazar 1977 - 'A canzuncella da One1 Two2 Three3 Four4 II
2009 ...E mi manchi tanto Conqueror 1973 - ...E mi manchi tanto EP Sprazzi di luce
2009 ...E mi manchi tanto Patty Pravo 1973 - ...E mi manchi tanto Live Arena di Verona / Circola un video su di me
2013 'Na canzone Patty Pravo - da Meravigliosamente Patty
2013 Liù Claudia Megrè 1978 - Liù album Da domani

In tempi più recenti[modifica | modifica wikitesto]

Benché a partire dagli anni ottanta l'attività discografica degli Alunni del Sole si fosse ridotta al minimo, l'artista ha continuato l'attività concertistica con il gruppo, che ha vinto così un Premio Carosone nel 2010 per il contributo formito alla canzone napoletana.[6]

È in questo periodo che Morelli ha estratto dal cassetto il suo brano ’Na canzone, unico pezzo inedito dell’album antologico Meravigliosamente Patty della cantante veneta, il primo cofanetto compilato personalmente dall'artista stessa,[10][11] la quale aveva chiesto a Morelli di metterle a disposizione una canzone nuova.

Il musicista è morto a Roma nel 2013 in seguito ad un attacco cardiaco,[3] il che secondo alcuni è avvenuto senza che i maggiori circuiti mediatici attribuissero particolare rilievo alla sua scomparsa. [2] Era stato il fratello Bruno, suo vicino accompagnatore sia artisticamente che nella vita privata, a scoprirne la morte, avvenuta in automobile durante una sosta di parcheggio nel corso della quale Bruno si era brevemente assentato.[9]

Anche se all'epoca si stava attuando un rilancio degli Alunni del Sole, è da notare il fatto che Morelli, scapolo e di carattere riservato, col tempo si era ritirato in maggior misura nella sua passione privata, quella di pittore; si trattava peraltro di un'attività che era restio ad esternare in pubblico. [4][12]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Paolo Morell, su discogs.com. URL consultato il 20 agosto 2017.
  2. ^ a b Paolo Morelli e il tramonto degli Alunni del Sole, su ferraraitalia.it. URL consultato il 27 luglio 2017.
  3. ^ a b c d Morto Paolo Morelli, voce degli "Alunni del Sole": stroncato da un infarto, su ilmattino.it. URL consultato il 24 luglio 2017.
  4. ^ a b c d La personalità artistica di Paolo Morelli..., su alunnidelsole.it. URL consultato il 24 luglio 2017.
  5. ^ a b c Concerto, su hitparadeitalia.it. URL consultato il 20 agosto 2017.
  6. ^ a b Intervista a P. Morelli, dal "Quotidiano della Basilicata", su francesco-altavista.blogspot.ch. URL consultato il 31 agosto 2017.
  7. ^ S. Portaccio, Cantautore, intervista a Paolo Morelli.
  8. ^ a b Il nostro saluto a Paolo Morelli voce e anima degli Alunni del Sole., su musicalnews.com. URL consultato il 20 agosto 2017.
  9. ^ a b È morto Paolo Morelli, il cantante degli Alunni del Sole, su repubblica.it. URL consultato il 20 agosto 2017.
  10. ^ a b Paolo Morelli, su hitparade.ch. URL consultato il 20 agosto 2017.
  11. ^ Pravo: "Io sensuale?...", su tgcom24.mediaset.it. URL consultato il 20 agosto 2017.
  12. ^ Un anno fa ci lasciava Paolo Morelli,, su sannioteatrieculture.it. URL consultato il 31 agosto 2017.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Miscellanea[modifica | modifica wikitesto]

Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica