Paolo Gambescia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Paolo Gambescia

Deputato della Repubblica Italiana
Legislature XV
Circoscrizione Lazio 1

Dati generali
Partito politico L'Ulivo
Professione giornalista e politico

Paolo Gambescia (Paglieta, 13 agosto 1945) è un giornalista e politico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la maturità classica, conseguita presso il liceo-ginnasio statale di Lanciano, si è laureato in Giurisprudenza presso l'Università La Sapienza di Roma.

Nel 1965, ancora studente, ha iniziato a collaborare col quotidiano l'Unità, dove è rimasto fino al 1979 (dal '70 come giornalista professionista). Durante i primi anni della sua carriera, quando allora si entrava nel mondo giornalistico facendo il "trombettiere", era soprannominato (ed è tuttora nominato così dai giornalisti e fotografi più anziani) "Il sindaco di Piazza Navona".

È stato, con Maurizio Costanzo, cofondatore nel 1979 del quotidiano L'Occhio, edito da Rizzoli, il principale tentativo in Italia di realizzare un quotidiano di tipo popolare a larga diffusione, sul modello dei tabloid inglesi, ma l'esperimento non incontrò grande fortuna e fallì presto.

L'anno successivo, arriva per la prima volta, come inviato, a Il Messaggero di Roma, dove si occupa di cronaca giudiziaria, mafia e terrorismo; diventa presto capo-redattore e infine vicedirettore.

Tra l'agosto del 1998 e il settembre dell'anno successivo assume la direzione de l'Unità; lascia l'incarico per quello di direttore de il Mattino, il quotidiano di Napoli, dove resta fino al 2002.

Nell'ottobre del 2002 torna a Il Messaggero, che dirigerà fino al 2006.

Dal 2003 è anche professore di Giornalismo presso l'Università La Sapienza di Roma e di Comunicazione politica presso la facoltà di Scienze della Comunicazione dell'Università di Teramo.

Al termine delle elezioni politiche del 2006 conquista un seggio alla Camera, dove si era candidato per la lista dell'Ulivo. Non si è ricandidato nel 2008.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàSBN IT\ICCU\SBLV\014446
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie