Paolo Faragò

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Paolo Faragò
Fenerbahçe - Cagliari Calcio 20170807 (170) (cropped).jpg
Faragò prima dell'amichevole Cagliari-Fenerbahçe del 7 agosto 2017
Nazionalità Italia Italia
Altezza 187 cm
Peso 80 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Difensore, centrocampista
Squadra Cagliari
Carriera
Giovanili
200?-2012Novara
Squadre di club1
2012-2017Novara127 (19)[1]
2017-2021Cagliari99 (4)
2021Bologna1 (0)
2021-Cagliari0 (0)
Nazionale
2013Italia Italia U-201 (0)
2012-2014Italia B Italia6 (1)
2015Italia Italia universitaria6 (0)
Palmarès
Transparent.png FISU flag.svg Universiadi
Oro Gwangju 2015
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 23 maggio 2021

Pancrazio Paolo Faragò (Catanzaro, 12 febbraio 1993) è un calciatore italiano, difensore o centrocampista del Cagliari.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È nato a Catanzaro da genitori originari di Zagarise, da cui acquisisce il primo nome, Pancrazio, che è il santo protettore del paese calabrese. All’età di tre anni si è trasferito a Novara, città nella quale i genitori avevano trovato lavoro. È iscritto all'università, facoltà di Scienze dell'alimentazione, ed è tifoso dell’Inter[2].

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Novara[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver giocato nel settore giovanile del Novara ha esordito in Serie B con la squadra piemontese nella stagione 2012-2013, nella quale dopo aver esordito in Coppa Italia ha messo a segno 2 gol in 16 partite in campionato; l'anno successivo realizza 2 reti in altrettante partite in Coppa Italia e continua a fare parte della rosa della squadra azzurra anche nel campionato di Serie B. Rimane in Piemonte anche nella stagione 2014-2015, in Lega Pro. Il 10 maggio 2015 il Novara viene promosso in Serie B[3] con annessa vittoria del campionato. A questa vittoria segue quella della Supercoppa di Lega Pro.[4]

Cagliari[modifica | modifica wikitesto]

Il 19 gennaio 2017 viene ceduto in prestito con obbligo di riscatto al Cagliari, con cui firma un contratto valido fino al 30 giugno 2020.[5] Esordisce in Serie A il 22 gennaio 2017 contro la Roma, subentrando a Pisacane all'81º minuto.[6] Il 25 ottobre seguente sigla la sua prima rete in Serie A, nel 2-1 contro il Benevento, oltre ad avere fornito l'assist decisivo per Pavoletti nel recupero.[7] Il mese successivo segna nel successo interno contro il Verona segnando il gol decisivo nel 2-1 finale.[8] Dopo una stagione 2017-2018 da titolare fisso sulla fascia destra (e in cui ha rinnovato sino al 2022),[9] l'anno successivo viene nuovamente impiegato con frequenza, andando anche a segno nel vittorioso 2-1 contro la SPAL del 7 aprile 2019,[10] prima di rimediare un infortunio che lo costringe a terminare anzitempo la sua stagione con 4 gare d'anticipo.[11] Torna in campo il 20 ottobre 2019 contro la SPAL, realizzando la rete del definitivo 2-0 dei sardi.[12][13]

Bologna[modifica | modifica wikitesto]

Il 29 gennaio 2021 viene ceduto in prestito al Bologna[14][15]. Sceglie il numero di maglia 43, per omaggiare l'album Via Paolo Fabbri 43 del cantautore Francesco Guccini.[16] Il 23 maggio 2021 debutta con la maglia bolognese nell'ultima giornata di campionato 2020-2021 nella sconfitta interna per 1-4 con la Juventus sostituendo Lorenzo De Silvestri.[17]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Nel giugno del 2015 viene convocato dal mister Massimo Piscedda alle Universiadi in programma a luglio in Corea del Sud[18], vinte dagli azzurri 3-0 in finale contro i padroni di casa coreani.

Ha ricevuto alcune convocazioni con la B Italia, la prima delle quali durante la stagione 2012-2013[19].

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 23 maggio 2021.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2012-2013 Italia Novara B 16 2 CI 1 0 - - - - - - 17 2
2013-2014 B 35+2[20] 4 CI 2 2 - - - - - - 39 6
2014-2015 LP 20 1 CI+CI-LP 1+1 0 - - - SL-LP 0 0 22 1
2015-2016 B 36+3[21] 7 CI 1 0 - - - - - - 40 7
2016-gen. 2017 B 20 5 CI 3 0 - - - - - - 23 5
Totale Novara 127+5 19 9 2 - - 0 0 141 21
gen.-giu. 2017 Italia Cagliari A 9 0 CI - - - - - - - - 9 0
2017-2018 A 35 2 CI 1 0 - - - - - - 36 2
2018-2019 A 26 1 CI 3 0 - - - - - - 29 1
2019-2020 A 21 1 CI 1 0 - - - - - - 22 1
2020-gen. 2021 A 8 0 CI 1 1 - - - - - - 9 1
Totale Cagliari 99 4 6 1 - - - - 105 5
gen.-giu. 2021 Italia Bologna A 1 0 CI - - - - - - - - 1 0
Totale carriera 227+5 23 15 3 - - 0 0 247 26

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Novara: 2014-2015
Novara: 2015

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

2015

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 132 (19) se si comprendono le presenze nei play-off e nei play-out.
  2. ^ Faragò e Cragno rispondono alle vostre domande, su facebook.com, Cagliari Calcio (Facebook), 23 febbraio 2018.
  3. ^ Il Novara ritorna in B: vittoria a Lumezzane, su corrieredellosport.it (archiviato dall'url originale il 20 maggio 2015).
  4. ^ Una magia di Buzzegoli regala la supercoppa al Novara, su novara.iamcalcio.it.
  5. ^ Faragò al Cagliari, su cagliaricalcio.com, 19 gennaio 2017. URL consultato il 29 gennaio 2021.
  6. ^ Roma-Cagliari 1-0: Dzeko la decide, i giallorossi restano a un punto dalla Juve, su gazzetta.it, 22 gennaio 2017. URL consultato il 20 ottobre 2019.
  7. ^ Primo gol in Serie A di Faragò: Cagliari-Benevento 1-0, su tuttomercatoweb.com, 25 ottobre 2017. URL consultato il 20 ottobre 2019.
  8. ^ Cagliari-Verona 2-1, Faragò affonda i veneti, su la Repubblica, 5 novembre 2017. URL consultato il 6 febbraio 2020.
  9. ^ Faragò sino al 2022, su cagliaricalcio.com, 14 febbraio 2018. URL consultato il 29 gennaio 2021.
  10. ^ Cagliari-Spal 2-1, Pavoletti regala tre punti salvezza ai sardi, su repubblica.it, 7 aprile 2019. URL consultato il 6 febbraio 2020.
  11. ^ CALCIO, CAGLIARI: STAGIONE FINITA PER FARAGO', su sport.repubblica.it. URL consultato il 6 febbraio 2020.
  12. ^ Le pagelle di Cagliari-Spal 2-0: Nandez entra e spacca la partita, Petagna-Floccari innocui, su it.eurosport.com, 20 ottobre 2019. URL consultato il 6 febbraio 2020.
  13. ^ L'importanza di essere Paolo Faragò: ritorno da sogno dopo sei mesi di stop, su sardiniapost.it, 21 ottobre 2019. URL consultato il 6 febbraio 2020.
  14. ^ Faragò al Bologna, su cagliaricalcio.com, 29 gennaio 2021. URL consultato il 29 gennaio 2021.
  15. ^ Paolo Faragò al Bologna, su bolognafc.it, 29 gennaio 2021. URL consultato il 29 gennaio 2021.
  16. ^ Bologna, ecco Faragò: maglia numero 43 in onore di... Guccini!, su gazzetta.it. URL consultato il 24 maggio 2021.
  17. ^ Giacomo Guizzardi, Bologna Juventus 1-4: i bianconeri calano il poker e volano in Champions, su ilrestodelcarlino.it, 23 maggio 2021. URL consultato il 24 maggio 2021.
  18. ^ I 23 CONVOCATI DI PISCEDDA PER LE UNIVERSIADI IN COREA DEL SUD, su ternanacalcio.com, 16 giugno 2015. URL consultato il 15 luglio 2015 (archiviato dall'url originale il 16 giugno 2015).
  19. ^ Faragò convocato nella Nazionale B Italia Archiviato il 25 maggio 2014 in Internet Archive. Tuttomercatoweb.com
  20. ^ Play-out.
  21. ^ Play-off.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]