Paolo Camilli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Paolo Camilli (Civitanova Marche, 23 settembre 1986) è un attore e regista italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ha debuttato in TV nella trasmissione La TV delle ragazze - Gli Stati Generali 1988-2018 (2018) e ha poi fatto parte del cast della trasmissione Stati generali (2019), entrambe condotte da Serena Dandini.

Formatosi alla Scuola per la Formazione Teatrale e l'Improvvisazione Improvvivo-Liit, ha studiato e lavorato, tra gli altri, con Luca Ronconi, Luigi Maria Musati, Giancarlo Sepe. Con quest'ultimo ha partecipato a due edizioni del Festival dei Due Mondi di Spoleto.

Nel 2017 ha debuttato come autore e regista con lo spettacolo teatrale Per colpa di un coniglio.

Nel 2018 ha vinto il premio di Miglior Attore al Festival InDivenire di Roma.

Nel 2021 debutta con “L’amico di tutti” un one man show che affronta, con comicità e satira, temi come la polemica sul gender, l’omofobia, la discriminazione sessuale, il razzismo e l’hatespeech.

Dichiaratamente gay e attivo ormai da anni nel mondo lgbtqia+, Paolo Camilli è stato uno dei testimonial della "The Pride Issue - We are who we are" su Vanity Fair.

Programmi TV[modifica | modifica wikitesto]

Serie/Fiction[modifica | modifica wikitesto]

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

  • L’Amico di Tutti - di e con Paolo Camilli (2021-2022)
  • Crave di Sarah Kane - regia di Giorgia Filanti (2018) - premio come Miglior Attore al festival InDivenire
  • Benji - regia di Giorgia Filanti[6](2018)
  • Per colpa di un coniglio di Paolo Camilli e Simone Zafferani - regia di Paolo Camilli e Moira Angelastri[7](2017)
  • The Dubliners part II: Ivy day da James Joyce - regia di Giancarlo Sepe (2015) - partecipazione al Festival dei Due Mondi ed. 2015
  • Amletò - regia di Giancarlo Sepe (2015)
  • The Dubliners part I: The Dead da James Joyce - regia di Giancarlo Sepe (2014) - partecipazione al Festival dei Due Mondi ed. 2014[8]
  • In origine e nient'altro - regia di Antonio Serrano (2012)
  • Sogno di una notte di mezza estate di William Shakespeare - regia di Luigi Maria Musati (2012)
  • Così è se vi pare di Luigi Pirandello - regia di Luigi Maria Musati (2011)
  • Improvvisamente l'estate scorsa di Tennessee Williams - regia di Luigi Maria Musati (2011)
  • Brevi atti comici da Georges Courteline - regia di Luigi Maria Musati (2011)
  • Il cuore in bocca di Elena Torre; teatro-canzone con Lighea - regia di Stefano De Bernardin (2010/2011)
  • Lo zoo di vetro di Tennessee Williams - regia di Luigi Maria Musati (2010)
  • Riccardo II di William Shakespeare - regia di Luigi Maria Musati (2010)
  • Medea di Euripide - regia di Luigi Maria Musati (2010)
  • Spettacoli di improvvisazione teatrale con le compagnie Improvvivo e Rishow (dal 2010)

Web[modifica | modifica wikitesto]

Sui social coinvolge la sua community attraverso parodie, gag divertenti, rubriche e personaggi come Dora Asmr, Benedetto, Serena in cucina, Carrie Bradshaw, Jimmy Cour e molti altri.

Ha collaborato anche con Benedetta Rossi creando sketch esilaranti.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ George Soros, quando me lo mandi il bonifico?, su l'Espresso, 20 dicembre 2019. URL consultato il 30 gennaio 2020.
  2. ^ paolocamilli, Paolo Camilli | "La Tv Delle Ragazze" - La mia intervista per Marie Claire, su Paolo Camilli, 30 dicembre 2018. URL consultato il 30 gennaio 2020.
  3. ^ La dura vita del Maschio Alfa - La TV delle ragazze - 29/11/2018. URL consultato il 30 gennaio 2020.
  4. ^ La Tv delle Ragazze, un Telethon dell'intelligenza (che già ci manca), su TVBlog.it, 29 novembre 2018. URL consultato il 30 gennaio 2020.
  5. ^ La tv delle ragazze - Gli Stati generali - S2018 - Tutorial sul sessismo della professoressa Elisabetta Ragonelli - 15/11/2018 - Video, su RaiPlay. URL consultato il 30 gennaio 2020.
  6. ^ Antonio Mazzuca Gufetto, BENJI @ Teatro Tordinona: l’arte di sopravvivere, su gufetto.press. URL consultato il 30 gennaio 2020.
  7. ^ Non tutti i conigli sono teneri e coccolosi, almeno in questo spettacolo, su laplatea.it. URL consultato il 30 gennaio 2020.
  8. ^ Roma- Repubblica.it, nuovi critici / the dubliners: the dead (v.d.s.), su Che teatro fa. URL consultato il 30 gennaio 2020.