Paolo Arcà

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Paolo Arcà (Roma, 12 maggio 1953) è un compositore e direttore artistico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Si diploma in composizione, pianoforte, direzione d'orchestra, musica corale e direzione di coro al Conservatorio “Santa Cecilia” di Roma, perfezionandosi in composizione all'Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma e all'Accademia Chigiana di Siena. Ha svolto numerose esperienze nella produzione e nell'organizzazione della musica in Italia, Direttore Artistico di fondazioni liriche e società di concerti e come divulgatore in campo pubblicistico, radiofonico e televisivo. Dopo avere vinto, nel 1982, il primo premio al Concorso Internazionale di composizione “France Culture-Musique” di Avignone, inizia un'intensa attività di compositore, partecipando a concerti, rassegne e festival in Italia e all'estero. Caratterizzata da una vena di forte impronta comunicativa, la sua attività di compositore si rivolge soprattutto al teatro musicale, dove debutta con l'opera in un atto Angelica e la luna (Ferrara, 1985). La sua seconda opera, Il carillon del Gesuita, è stata commissionata e rappresentata dal Festival di Fermo (1989) e riproposta a Roma (1990). Ha composto l'opera Lucius, asinus aureus per la Münchener Biennale di Monaco di Baviera e Premio SIAE per la lirica 1990, ripresa dal Cantiere Internazionale d'Arte di Montepulciano e alla Frankfurter Feste. Il suo quarto lavoro è Gattabianca, opera fiabesca in due atti (Verona, 1993). Debutta nel campo del balletto con Valium, per la coreografia di Luciano Cannito (1993). È autore di musica sinfonica e da camera; tra le sue composizioni si segnalano: Triplo Concerto, per violino, violoncello, pianoforte e orchestra (1988); Il canto di Orlando, per coro e orchestra, commissionato dall'Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma, diretto da Giuseppe Sinopoli; Fiesta, per banda e orchestra (1992); Skool, per pianoforte e fiati (1994) Teatro dell'Opera di Roma; Sturm und Drang, canzoni, duetti e musiche per il dramma di Klinger (Maggio Musicale Fiorentino, 1995, regia di Luca Ronconi);. Nel 2001 partecipa al progetto commemorativo di Giuseppe Verdi della Società Aquilana di Concerti con Dame, zingare, conti e guerriglieri, per voce recitante e dieci strumenti, su testo di Vittorio Sermonti.

Ha pubblicato le guide all'ascolto di Turandot e La fanciulla del West di Giacomo Puccini (Mondadori, 1983 e 1985) e ha curato il volume Opera. Quattro secoli di teatro musicale (Edizioni Olivares, 1997). È stato direttore della rivista “Musica e Dossier” dal 1988 al 1991. È stato professore di “Storia e metodi della direzione artistico-musicale” presso la Facoltà di lettere e Filosofia dell'Università degli Studi di Parma. È docente di composizione presso il Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano. È Accademico dell'Accademia Filarmonica Romana. Ha partecipato in qualità di presidente o membro in concorsi nazionali e internazionali di diversi ambiti musicali.

Dal 1991 al 1994 è stato Direttore Artistico dell'Accademia Filarmonica Romana; dal 1997 al 2003 Direttore Artistico del Teatro alla Scala di Milano; dal 2000 al 2004 è stato consulente artistico della Fondazione Toscanini di Parma, dal 2003 al 2006 è stato Direttore Artistico del Teatro Carlo Felice di Genova e dal 2005 al 2006 del Teatro degli Arcimboldi di Milano; dal marzo 2006 al luglio 2012 è stato Direttore Artistico del Teatro del Maggio Musicale Fiorentino. Dall'ottobre 2012 al dicembre 2014 è stato Direttore Artistico del Teatro Regio di Parma. Dal 2007 è Direttore artistico della Società del Quartetto di Milano.

Composizioni[modifica | modifica wikitesto]

Opera[modifica | modifica wikitesto]

  • 1985 Angelica e la luna, Ferrara
  • 1989 'Il carillon del Gesuita, Festival di Fermo
  • 1990 'Lucius, asinus aureus, Münchener Biennale di Monaco di Baviera, Cantiere Internazionale d'Arte di Montepulciano; Frankfurter Feste)
  • 1993 Gattabianca, Teatro Filarmonico, Verona
  • 1995 Sturm und Drang, canzoni, duetti e musiche per il dramma di Klinger, regia di Luca Ronconi, Maggio Musicale Fiorentino

Balletto[modifica | modifica wikitesto]

  • 1993 Valium, coreografia di Luciano Cannito

Musica sinfonica e da camera[modifica | modifica wikitesto]

  • 19871989 Flores, per clarinetto e viola
  • 1988 Triplo Concerto, per violino, violoncello, pianoforte e orchestra, Orchestra sinfonica RAI di Roma
  • 1991 Il canto di Orlando, per coro e orchestra, dir. Giuseppe Sinopoli, Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma
  • 1994 Skool, per pianoforte e fiati, Teatro dell'Opera di Roma
  • 2001 Dame, zingare, conti e guerriglieri, per voce recitante e dieci strumenti, su testo di Vittorio Sermonti (Società Aquilana di Concerti)

Pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • 1983 Guida all'ascolto di Turandot di Giacomo Puccini, Mondadori
  • 1985 Guida all'ascolto di La fanciulla del West di Giacomo Puccini, Mondadori

Direzione artistica[modifica | modifica wikitesto]

Dal 1991 al 1994 è stato Direttore Artistico dell'Accademia Filarmonica Romana. Dal 1997 al 2003 è stato Direttore Artistico del Teatro alla Scala di Milano. Dal 2000 al 2004 è stato Consulente artistico della Fondazione Toscanini di Parma. Dal 2003 al 2006 è stato Direttore Artistico del Teatro Carlo Felice di Genova e dal 2005 al 2006 del Teatro degli Arcimboldi di Milano. Dal marzo 2006 al luglio 2012 è stato Direttore Artistico del Maggio Musicale Fiorentino. Dall'ottobre 2012 al dicembre 2014 è stato Direttore Artistico del Teatro Regio di Parma. Dal 2007 è Direttore artistico della Società del Quartetto di Milano.

Attività accademica[modifica | modifica wikitesto]

È stato Professore di “Storia e metodi della direzione artistico-musicale” presso la Facoltà di lettere e Filosofia dell'Università degli Studi di Parma. È docente di composizione presso il Conservatorio “G.Verdi” di Milano. È Accademico dell'Accademia Filarmonica Romana.

Predecessore Direttore artistico del Teatro alla Scala Successore
Roman Vlad 1997-2003 Stéphane Lissner
Controllo di autorità VIAF: (EN206335869 · LCCN: (ENn84050463 · SBN: IT\ICCU\CFIV\005277 · ISNI: (EN0000 0004 1034 6486 · GND: (DE120136716 · BNF: (FRcb14835727w (data)