Paola Frassinetti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'omonima santa, vedi Santa Paola Frassinetti.
on. Paola Frassinetti
Bandiera italiana
Parlamento italiano
Camera dei deputati
Paola Frassinetti
Luogo nascita Genova
Data nascita 2 maggio 1956
Titolo di studio Laurea in Giurisprudenza
Professione Avvocato
Partito - Fratelli d'Italia - Alleanza Nazionale (Da dicembre 2012 - attualmente)

In precedenza:

- Alleanza Nazionale (Dal 2006 al 2008)

- Il Popolo della Libertà (Dal 2008 a dicembre 2012)

Legislatura - XV

- XVI

Gruppo XV:

Alleanza Nazionale

XVI:

Coalizione di centro-destra del 2008

Coalizione XV:

Casa delle Libertà

XVI:

Coalizione di centro-destra del 2008

Circoscrizione Lombardia 1
Pagina istituzionale

Paola Frassinetti (Genova, 2 maggio 1956) è una politica e avvocato italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nata a Genova si trasferisce presto con la famiglia a Milano, dove consegue la maturità classica al liceo Carducci e si laurea in giurisprudenza all'Università Cattolica del Sacro Cuore.

Esercita la professione di avvocato civilista.

Attività politica[modifica | modifica wikitesto]

Inizia giovanissima la sua carriera politica, aderendo al Fronte della Gioventù, diventandone negli anni '70 la responsabile del settore cultura, e successivamente aderisce al Movimento Sociale Italiano.

Nel 1994 aderisce al progetto politico di Alleanza Nazionale, facendo sempre riferimento alla corrente Destra sociale.

Nel 1997 è eletta consigliere provinciale di Milano per Alleanza Nazionale.

Nel 1999 è confermata consigliere provinciale di Milano e, poco dopo, viene eletta Vice Presidente Vicario del Consiglio.

Nel 2001 viene nominata Assessore all'Istruzione e all'Edilizia Scolastica e ricopre la funzione di Coordinatore degli Assessori all'Istruzione dell'Unione delle Province Lombarde.

Negli anni di governo a Palazzo Isimbardi si distingue nelle battaglie per l'istruzione libera e di qualità, per la riqualificazione ed il rilancio di decine di complessi scolastici, per il diritto allo studio e la centralità di studenti e famiglie, per la valorizzazione della cultura classica e nazionale, per il recupero di pagine dimenticate della storia italiana, con l'obbiettivo ambizioso di contribuire a ricostruire una memoria storica condivisa per il popolo italiano.

Nel 2004 è rieletta consigliere provinciale di Milano, portando il suo collegio (Milano 2 - Greco, Zara, Garibaldi, Gioia) ed essere il più votato nella lista di Alleanza Nazionale.

Dopo la sconfitta del centrodestra alle Provinciali, diventa capogruppo in Consiglio Provinciale.

Elezione a deputato (2006 e 2008)[modifica | modifica wikitesto]

Alle elezioni politiche del 2006 è candidata alla Camera dei deputati, nella circoscrizione Lombardia 1, nelle liste di Alleanza Nazionale, venendo eletta deputata della XV Legislatura, durante la quale è componente dei seguenti organi parlamentari: giunta per le autorizzazioni, comitato permanente per i procedimenti di accusa, commissione giurisdizionale per il personale e VII Commissione (cultura, scienza ed istruzione).

Alle successive elezioni politiche del 2008 è rieletta, sempre nella circoscrizione Lombardia 1, alla Camera dei deputati nelle liste del Popolo della Libertà, diventando poi Vice Presidente della VII Commissione (cultura, scienza ed istruzione).

L'adesione a Fratelli d'Italia - Alleanza Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Nel Dicembre 2012, assieme ad altri 18 deputati e dieci senatori, abbandona il Popolo della Libertà ed aderisce a Fratelli d'Italia - Alleanza Nazionale: nuovo partito di Giorgia Meloni ed Ignazio La Russa, che si ispira alla disciolta Alleanza Nazionale.

Alle elezioni politiche del 2013 è quindi candidata al Senato della Repubblica, nella regione Veneto, con Fratelli d'Italia (in seconda posizione), tuttavia non viene eletta poiché il partito non supera la soglia di sbarramento del 3% a livello regionale.

Candidatura a consigliere comunale di Milano (2016)[modifica | modifica wikitesto]

In occasione delle Elezioni Amministrative del 2016 a Milano, si candida per la carica di consigliere comunale tra le fila di Fratelli d'Italia - Alleanza Nazionale, a sostegno del candidato unico del centro-destra Stefano Parisi.

Altri incarichi[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1996 fonda, insieme a Gianni Alemanno l'Associazione Culturale "Area" che si prefigge il compito di diffondere le tematiche identitarie e sociali della Destra italiana.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]