Pangasius sanitwongsei

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Pangasio gigante
Pangasius sanitwongsei Zoologischer Garten Aquarium Berlin.JPG
Stato di conservazione
Status iucn3.1 CR it.svg
Critico[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Infraphylum Gnathostomata
Classe Actinopterygii
Superordine Ostariophysi
Ordine Siluriformes
Famiglia Pangasiidae
Genere Pangasius
Specie P. sanitwongsei
Nomenclatura binomiale
Pangasius sanitwongsei
Smith, 1931

Il pangasio gigante (Pangasius sanitwongsei (Smith, 1931)) è una specie di pesce gatto diffusa in Indocina.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La colorazione è grigia scura sul dorso e più chiara nella zona inferiore del corpo. Le pinne sono molto lunghe, diventando sempre più sottili man mano che si allontanano dal corpo. La massima lunghezza registrata negli adulti è di 3 m di lunghezza per 300 kg di peso.[2]

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Sia gli adulti che i giovani si nutrono di pesci e crostacei, abitano in fiumi profondi circondati da foreste e grossi stagni durante la stagione secca. La riproduzione avviene appena prima dell'arrivo del monsone e verso giugno i giovani raggiungono una lunghezza di 10 cm.[1][2]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

È riscontrabile nei bacini di Chao Phraya e Mekong in Cambogia, Cina, Laos, Thailandia e Vietnam.[1]

Conservazione[modifica | modifica wikitesto]

L'IUCN considera la specie come in pericolo critico, in quanto la popolazione è diminuita di più del 99% in tre generazioni principalmente a causa della pesca eccessiva.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d (EN) Jenkins, A., Kullander, F.F. & Tan, H.H., Pangasius sanitwongsei, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2017.1, IUCN, 2017.
  2. ^ a b Pangasio gigante, su www.fishbase.org. URL consultato il 03 maggio 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]