Pandemia di COVID-19 del 2020 negli Stati Uniti d'America

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Pandemia di COVID-19 negli Stati Uniti d'America
epidemia
COVID-19 outbreak USA per capita cases map.svg
Mappa della pandemia negli Stati Uniti (casi pro capite)
Diffusione al 28 marzo 2020
PatologiaCOVID-19
OrigineWuhan, Cina
Nazione coinvoltaStati Uniti Stati Uniti
Periodo21 gennaio 2020 - in corso
Dati statistici[1]
Numero di casi101 725 (28 marzo 2020)
Numero di guariti2 471 (28 marzo 2020)
Numero di morti1 588 (28 marzo 2020)
Sito istituzionale

La pandemia di COVID-19 del 2020 negli Stati Uniti d'America è iniziata il 21 gennaio 2020.

Al 24 febbraio 2020, i Centri per la prevenzione e il controllo delle malattie (CDC) hanno confermato numerosi casi di coronavirus negli Stati Uniti. Il CDC attualmente suddivide i numeri in casi tra viaggiatori individuali, casi dovuti a persone sparse negli Stati Uniti e casi tra cittadini rimpatriati da luoghi di crisi, come Wuhan, in Cina e la nave da crociera Diamond Princess. Il CDC pubblica numeri aggiornati ogni lunedì, mercoledì e venerdì.[2] Questi numeri vengono copiati nella tabella seguente.

Il governo degli Stati Uniti ha implementato una quarantena obbligatoria di 14 giorni per i cittadini statunitensi che hanno viaggiato per la provincia di Hubei, nonché una negazione dell'ingresso negli Stati Uniti per i cittadini non statunitensi che hanno viaggiato per la Cina nelle due settimane precedenti. Inoltre, il governo degli Stati Uniti ha evacuato i suoi dipendenti e cittadini non dipendenti dalla provincia di Hubei e dalla nave da crociera Diamond Princess in quarantena a Yokohama.

Numero di casi (blu) e numero di decessi (rosso) su scala logaritmica.

Tabelle e grafici sulla distribuzione dei casi[modifica | modifica wikitesto]

Stato Casi
confermati
Decessi
New York New York 37 258 385
New Jersey New Jersey 6 876 81
California California 3 243 68
Washington Washington 2 819 135
Michigan Michigan 2 856 60
Florida Florida 2 355 28
Louisiana Louisiana 2 305 83
Illinois Illinois 1 865 19
Massachusetts Massachusetts 1 838 15
Pennsylvania Pennsylvania 1 687 16
Georgia Georgia 1 525 16
Texas Texas 1 442 18
Colorado Colorado 1 086 19
Tennessee Tennessee 906 3
Connecticut Connecticut 875 19
Ohio Ohio 867 15
Indiana Indiana 645 17
Carolina del Nord Carolina del Nord 636 2
Wisconsin Wisconsin 630 7
Maryland Maryland 580 4
Arizona Arizona 508 8
Mississippi Mississippi 485 5
Virginia Virginia 460 13
Alabama Alabama 449 1
Carolina del Sud Carolina del Sud 424 8
Nevada Nevada 420 10
Utah Utah 402 1
Missouri Missouri 356 8
Minnesota Minnesota 346 2
Arkansas Arkansas 335 2
Oregon Oregon 266 10
Oklahoma Oklahoma 250 7
Kentucky Kentucky 198 5
Vermont Vermont 158 9
Maine Maine 155 -
Iowa Iowa 145 1
New Hampshire New Hampshire 137 1
Rhode Island Rhode Island 132 -
Delaware Delaware 130 1
Kansas Kansas 126 3
Idaho Idaho 123 -
Nuovo Messico Nuovo Messico 112 1
Hawaii Hawaii 95 1
Montana Montana 71 -
Nebraska Nebraska 68 -
Porto Rico Porto Rico 64 2
Alaska Alaska 59 -
Dakota del Nord Dakota del Nord 52 -
Virginia Occidentale Virginia Occidentale 52 -
Wyoming Wyoming 53 -
Dakota del Sud Dakota del Sud 46 1
Guam Guam 45 1
Isole Vergini americane Isole Vergini americane 17 -
Stati Uniti Stati Uniti 79 082 1 143

Cronologia[modifica | modifica wikitesto]

Andamento dei casi di coronavirus negli Stati Uniti d'America tra il 1° marzo e il 20 marzo.
Numero di casi di COVID-19 negli Stati Uniti d'America negli Stati Uniti d'America

     deceduti

     guariti

     casi

Data Numero di casi
(incremento giornaliero in %)
26 febbraio 2020
15 (+7%)
1º marzo 2020
42 (+245%)
2 marzo 2020
57 (+36%)
3 marzo 2020
85 (+49%)
4 marzo 2020
111 (+31%)
5 marzo 2020
175 (+58%)
6 marzo 2020
252 (+44%)
7 marzo 2020
353 (+40%)
8 marzo 2020
497 (+41%)
9 marzo 2020
613 (+30%)
10 marzo 2020
936 (+245%)
11 marzo 2020
1205 (+29%)
12 marzo 2020
1598 (+33%)
13 marzo 2020
2163 (+35%)
14 marzo 2020
2825 (+31%)
15 marzo 2020
3497 (+24%)
16 marzo 2020
4372 (+25%)
17 marzo 2020
5656 (+29%)
18 marzo 2020
8074 (+43%)
19 marzo 2020
11980 (+48%)
20 marzo 2020
17235 (+44%)
21 marzo 2020
23623 (+36%)
22 marzo 2020
33566 (+42%)
23 marzo 2020
43449 (+29%)
24 marzo 2020
53609 (+27%)
25 marzo 2020
68211 (+27%)
26 marzo 2020
83672 (+23%)
27 marzo 2020
102396 (+22%)
Fonti:
Casi negli Stati Uniti[3]
Casi confermati negli Stati Uniti
Legati ai viaggi 479
Diffusione da persona a persona 569
Sotto investigazione 43.135
Totale 44.183
Persone rimpatriate negli Stati Uniti e testate dal CDC
Wuhan, Cina 3
Nave da crociera Diamond Princess 36
Totale 39
Somma totale 44.222

Gennaio[modifica | modifica wikitesto]

Il 21 gennaio 2020, i Centri per la prevenzione e il controllo delle malattie (CDC) hanno confermato il primo caso in un uomo di 35 anni che vive nella contea di Snohomish, Washington.[4] L'uomo ha viaggiato da Wuhan all'Aeroporto Internazionale di Seattle-Tacoma il 15 gennaio e ha riferito il 19 gennaio al Centro medico regionale della Provvidenza di Everett, Washington, con sintomi di polmonite.[5][6][7] È stato dimesso dall'ospedale il 3 febbraio dopo due settimane di trattamento, compreso l'uso del farmaco antivirale remdesivir,[8][9] e resta in isolamento a casa.[10]

Il 24 gennaio, il CDC ha confermato un secondo caso in una donna di 60 anni che vive a Chicago, nell'Illinois.[11] La donna aveva da poco viaggiato a Wuhan per prendersi cura di un genitore malato.[12]

Il 25 gennaio, il CDC ha confermato un terzo caso nella Contea di Orange, in California[13] La persona è stata dimessa dall'ospedale il 1° febbraio in buone condizioni in isolamento a casa.[14]

Il 26 gennaio, il quarto e il quinto caso, anch'essi viaggiatori da Wuhan, sono stati confermati rispettivamente nella contea di Los Angeles, in California e nella contea di Maricopa, in Arizona.[15][16] Il caso Arizona, "un membro della comunità dell'Università statale dell'Arizona che non vive in alloggi universitari",[17] ha provocato una petizione da parte degli studenti per annullare le lezioni "fino a quando non fossero state prese le opportune precauzioni per garantire il benessere degli studenti".[18] Il 21 febbraio, il Dipartimento della Salute della contea di Maricopa ha confermato che il paziente non era più infetto e ora è isolato.[19]

Il 29 gennaio, il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti d'America ha evacuato 195 dei suoi dipendenti, le loro famiglie e altri cittadini statunitensi dalla provincia di Hubei a bordo di un volo charter per la March Joint Air Reserve Base in California. Inoltre, due voli che trasportavano 345 cittadini statunitensi evacuati dalla provincia di Hubei sono atterrati alla Base aerea di Travis e alla stazione aerea di Marine Corps Miramar in California più tardi quel giorno. Tutti gli sfollati furono messi in quarantena dal CDC.[20]

Il 30 gennaio, il CDC ha confermato il sesto caso in un uomo di 60 anni che vive a Chicago, nell'Illinois. Il primo caso di trasmissione da uomo a uomo negli Stati Uniti, l'uomo contrasse il virus da sua moglie, il secondo caso, e non aveva viaggiato di recente in Cina.[21][22] La coppia è stata dimessa dal St. Alexius Medical Center di Hoffman Estates, Illinois, il 7 febbraio e trasferita in isolamento a casa.[23]

Il 31 gennaio, il CDC ha confermato il settimo caso in un uomo nella contea di Santa Clara, in California, che aveva da poco viaggiato a Wuhan.[24] L'uomo si è ripreso a casa ed è stato rilasciato dall'isolamento in casa il 20 febbraio.[25] Lo stesso giorno, il Dipartimento della salute e dei servizi umani degli Stati Uniti ha dichiarato un'emergenza di sanità pubblica, annunciando una quarantena obbligatoria di quattordici giorni per i cittadini statunitensi che hanno visitato la provincia di Hubei nelle due settimane precedenti, nonché una completa negazione dell'ingresso per non - Cittadini statunitensi che avevano viaggiato in Cina nelle due settimane precedenti. Questo è stato il primo ordine del genere in oltre cinquant'anni.[26] Lo stesso giorno, altri due voli di evacuazione dalla provincia di Hubei che trasportavano oltre 300 cittadini statunitensi sono arrivati a Omaha, nel Nebraska e alla base dell'aeronautica militare di Lackland in Texas.[27]

Febbraio[modifica | modifica wikitesto]

Il 1° febbraio, il CDC ha confermato l'ottavo caso in un uomo di vent'anni a Boston, nel Massachusetts, che era tornato a frequentare l'Università del Massachusetts, a Boston, da Wuhan.[28][29]

Il 2 febbraio, il CDC ha confermato il nono caso in una donna nella contea di Santa Clara, in California, che aveva da poco viaggiato a Wuhan. Questo caso non è correlato al primo caso a Santa Clara.[30] Lo stesso giorno, il CDC ha riportato il decimo e l'undicesimo caso nella contea di San Benito, in California, incluso il secondo caso di trasmissione da uomo a uomo.[31]

Il 5 febbraio, il CDC e il Dipartimento dei servizi sanitari del Wisconsin hanno confermato il dodicesimo caso a Madison, nel Wisconsin.[32] Secondo i funzionari della sanità pubblica, la persona è andata direttamente all'ospedale dell'Università del Wisconsin dopo essere arrivata all'aeroporto regionale della Contea di Dane e non è una studentessa dell'Università del Wisconsin-Madison.[33]

Il 10 febbraio, il CDC ha confermato il tredicesimo caso in uno dei cittadini statunitensi evacuati da Wuhan e tenuto in quarantena presso la Marine Corps Air Station Miramar vicino a San Diego, in California. L'individuo "è in buone condizioni" in isolamento presso il centro medico dell'Università della California di San Diego.[34] Due giorni dopo, il 12 febbraio, il CDC confermò il quattordicesimo caso in un secondo cittadino degli Stati Uniti evacuato da Wuhan e tenuto in quarantena presso la Marine Corps Air Station Miramar.[35] Il 19 febbraio, uno dei pazienti è guarito ed è stato dimesso per dimissione.[36] Il 24 febbraio, il secondo paziente si riprese e fu dimesso poiché non era più infetto.[37]

L'11 febbraio, il primo gruppo di 195 cittadini statunitensi evacuati dalla provincia di Hubei è stato rilasciato dalla quarantena alla March Joint Air Reserve Base in California.[38]

Il 13 febbraio, il CDC ha confermato il quindicesimo caso in un altro cittadino degli Stati Uniti evacuato da Wuhan, trattenuto in quarantena presso la Joint Base San Antonio-Lackland a San Antonio, in Texas.[39]

Il 15 febbraio, il governo degli Stati Uniti ha annunciato l'evacuazione dei cittadini statunitensi bloccati a bordo della nave da crociera Diamond Princess tenuta in quarantena a Yokohama, in Giappone. Gli evacuati furono portati alla base dell'aeronautica militare di Travis in California, alla Joint Base San Antonio-Lackland in Texas e al centro medico dell'Università del Nebraska vicino a Camp Ashland nel Nebraska.[40][41] Il 17 febbraio, 328 cittadini statunitensi furono rimpatriati.[42] Funzionari statunitensi hanno confermato che 14 dei 328 rimpatriati nazionali statunitensi sono risultati positivi.[43]

Il 20 febbraio sono stati confermati due nuovi casi, uno ciascuno nella Contea di Humboldt, in California e a Sacramento, in California. Entrambi i casi riguardavano persone che avevano viaggiato di recente in Cina.[44] Il giorno successivo, il Dipartimento di Giustizia della California ha confermato che uno dei suoi dipendenti aveva preso contatto con il caso a Sacramento, in California. L'impiegato è un membro della famiglia del caso a Sacramento, in California.[45] Inoltre, il 21 febbraio, cinque cittadini statunitensi evacuati dalla Diamond Princess alla base aerea di Travis in California sono risultati positivi, portando il numero totale di casi negli Stati Uniti a 53 al 24 febbraio 2020.[46]

Il 21 febbraio, cinque cittadini statunitensi evacuati dalla Diamond Princess alla base aerea di Travis in California sono risultati positivi.[47]

Il 25 febbraio, sono stati confermati sei casi tra cittadini statunitensi in quarantena presso la Joint Base San Antonio-Lackland. Uno dei casi era un cittadino americano evacuato su un volo noleggiato dal Dipartimento di Stato americano, mentre gli altri cinque casi erano stati evacuati dalla nave da crociera Diamond Princess.[48]

Il 26 febbraio, un caso di origine sconosciuta è stato confermato in un residente della contea di Solano, in California.[49][50] Il Dipartimento della sanità pubblica della California ha dichiarato che ciò potrebbe rappresentare la prima trasmissione comunitaria nel paese.[51] L'UC Davis Medical Center di Sacramento disse che quando la persona fu trasferita lì il 19 febbraio, il team medico sospettò che fosse COVID-19 e chiese al CDC di testare il coronavirus. Il CDC inizialmente ha rifiutato poiché la persona non ha soddisfatto i criteri per il test. La persona è stata infine testata il 23 febbraio; i risultati del test sono tornati positivi il 26 febbraio.[52]

Marzo[modifica | modifica wikitesto]

L'11 marzo lo stato del Montana ha annunciato un caso di coronavirus. La persona contagiata aveva tuttavia lasciato lo stato in Novembre e la diagnosi e' avvenuta in Maryland.[53]

Il 13 marzo, il governatore del Montana, Steve Bullock, ha confermato 4 casi positivi nello stato.[54]

Il 14 marzo, sono stati confermati due ulteriori casi in Montana, stavolta in Missoula County.[55]

Risposta governativa[modifica | modifica wikitesto]

Federale[modifica | modifica wikitesto]

Alla fine di gennaio 2020, l'amministrazione Trump ha annunciato che, a partire dal 2 febbraio, sarebbero state emesse quarantene per gli americani di ritorno da alcune parti della Cina: "I cittadini statunitensi che sono stati nella provincia cinese di Hubei negli ultimi 14 giorni e stanno tornando negli Stati Uniti "devono" sottoporsi a screening sanitari ed essere monitorati durante la quarantena obbligatoria fino a 14 giorni."[56]

Il 24 febbraio, l'amministrazione Trump ha chiesto al Congresso 2,5 miliardi di dollari in finanziamenti di emergenza per combattere l'epidemia.[57] Lo stesso giorno, il presidente Trump, mentre viaggiava per affari ufficiali in India, ha twittato che "Il Coronavirus è molto sotto controllo negli Stati Uniti. Siamo in contatto con tutti e tutti i paesi interessati."[58] Il presidente repubblicano del Comitato per gli stanziamenti del Senato, Richard Shelby dell'Alabama, ha criticato i 2,5 miliardi di dollari come richiesta sottostimata.[59] Poco dopo che l'amministrazione Trump ha richiesto $ 2,5 miliardi, il leader delle minoranze del Senato Chuck Schumer ha svelato un piano per "8,5 miliardi di dollari in finanziamenti di emergenza per combattere il coronavirus".[60]

Il 25 febbraio, la dott.ssa Nancy Messonnier, direttrice del Centro nazionale per l'immunizzazione e le malattie respiratorie del Centro per la prevenzione e il controllo delle malattie, ha dichiarato in una conferenza stampa che "prevediamo la diffusione della comunità [del virus] in questo paese".[61] Larry Kudlow, direttore del Consiglio economico nazionale della Casa Bianca, ha dichiarato in un'intervista alla CNBC che gli Stati Uniti hanno "contenuto" l'epidemia di coronavirus: "Abbiamo contenuto questo virus, non dico in maniera ermetica ma siamo abbastanza vicini".[62]

Il 26 febbraio, il presidente Trump ha incaricato il vicepresidente Mike Pence di guidare la risposta della nazione al virus.[63] Il 27 marzo 2020 gli Stati Uniti superano per numero di contagi, l'Italia e la Cina

Statale e locale[modifica | modifica wikitesto]

Il 3 febbraio 2020, il Dipartimento della sanità e dei servizi umani del Michigan ha attivato il proprio Centro di coordinamento delle emergenze sanitarie comunitarie per gestire la risposta a COVID-19.

Il 10 febbraio, la contea di Santa Clara ha dichiarato un'emergenza sanitaria locale che avrebbe consentito alle autorità sanitarie di inviare una risposta rapida in caso di un potenziale caso di coronavirus. Lo stato di emergenza dovrebbe essere in vigore per 30 giorni.[64]

Il 14 febbraio, la contea di San Diego ha dichiarato un'emergenza sanitaria locale per garantire che la contea disponesse delle risorse necessarie per rispondere alle infezioni. Lo stato di emergenza è durato sette giorni.[65]

Il 25 febbraio, la sindaca di San Francisco, London Breed, ha dichiarato lo stato di emergenza che avrebbe consentito ai funzionari della città di riunire risorse e personale per accelerare le misure di emergenza in caso di un potenziale caso di coronavirus in città.[66][67]

Il 26 febbraio, la Contea di Orange ha dichiarato un'emergenza sanitaria locale per sensibilizzare e accelerare la pianificazione delle emergenze.[68]

Il 12 marzo, il Montana ha dichiarato lo stato di emergenza

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Numero complessivo di casi confermati e sospetti.
  2. ^ Coronavirus Disease 2019 (COVID-19) in the U.S.
  3. ^ Coronavirus Disease 2019 (COVID-19) in the U.S., CDC.
  4. ^ Lena H. Sun, First U.S. case of potentially deadly Chinese coronavirus confermati in Washington state, su The Washington Post, 21 gennaio 2020. URL consultato il 21 gennaio 2020 (archiviato dall'url originale il 21 gennaio 2020).
  5. ^ First Travel-related Case of 2019 Novel Coronavirus Detected in United States, su cdc.gov, 21 gennaio 2020. URL consultato il 21 gennaio 2020 (archiviato dall'url originale il 21 gennaio 2020).
  6. ^ Snohomish County man has the United States' first known case of coronavirus, su The Seattle Times, 21 gennaio 2020. URL consultato il 22 gennaio 2020 (archiviato dall'url originale il 25 gennaio 2020).
  7. ^ Lisa Schnirring, US detects first novel coronavirus case, in traveler, su Center for Infectious Disease Research and Policy, University of Minnesota, 21 gennaio 2020. URL consultato il 21 gennaio 2020 (archiviato dall'url originale il 23 gennaio 2020).
  8. ^ Ken Alltucker, First case of coronavirus in US: Patient got pneumonia, but now only has cough, study says, su USA Today, 31 gennaio 2020. URL consultato il 1º febbraio 2020 (archiviato dall'url originale il 2 febbraio 2020).
  9. ^ Michelle L. Holshue, Chas DeBolt e Scott Lindquist, First Case of 2019 Novel Coronavirus in the United States, in New England Journal of Medicine, vol. 0, 31 gennaio 2020, DOI:10.1056/NEJMoa2001191, ISSN 0028-4793 (WC · ACNP), PMID 32004427.
  10. ^ First U.S. coronavirus patient released from Everett hospital, su The Everett Herald, 3 febbraio 2020. URL consultato il 5 febbraio 2020 (archiviato dall'url originale il 5 febbraio 2020).
  11. ^ Berkeley Lovelace Jr, CDC confirms second US case of coronavirus and is monitoring dozens of other potential cases, su CNBC, 24 gennaio 2020. URL consultato il 24 gennaio 2020 (archiviato dall'url originale il 25 gennaio 2020).
  12. ^ Julian Crews, Chicago woman infects husband with coronavirus, US issues travel warning, su WGN-TV 9 Chicago, 30 gennaio 2020. URL consultato il 30 gennaio 2020 (archiviato dall'url originale il 31 gennaio 2020).
  13. ^ Natasha Turak, Third US case of coronavirus confermati in California, health officials say, su CNBC, 26 gennaio 2020. URL consultato il 26 gennaio 2020 (archiviato dall'url originale il 31 gennaio 2020).
  14. ^ Ian Wheeler, Orange County coronavirus patient released, in good condition, health officials say, in Orange County Register, 4 febbraio 2020. URL consultato il 21 febbraio 2020.
  15. ^ Public Health Officials Confirm First Case Of Novel Coronavirus In LA County, su CBS, 26 gennaio 2020. URL consultato il 26 gennaio 2020 (archiviato dall'url originale il 26 gennaio 2020).
  16. ^ One case of coronavirus confermati in Maricopa County, ADHS says, su ABC 15, 26 gennaio 2020. URL consultato il 26 gennaio 2020 (archiviato dall'url originale il 26 gennaio 2020).
  17. ^ Carrie Feibel, Coronavirus Case confermati In Arizona, Bringing U.S. Total To 5, su NPR, 26 gennaio 2020. URL consultato il 26 gennaio 2020 (archiviato dall'url originale il 27 gennaio 2020).
  18. ^ As coronavirus worries circulate, ASU community takes extra precautions, su The State Press, Arizona State University, 28 gennaio 2020. URL consultato il 31 gennaio 2020 (archiviato dall'url originale il 30 gennaio 2020).
  19. ^ Zulekha Pitts, Arizona coronavirus patient with ties to ASU released from isolation, in The Associated Press, azfamily.com, 21 febbraio 2020. URL consultato il 23 febbraio 2020.
  20. ^ Eric Beech, Two more U.S. evacuation planes leave coronavirus epicenter Wuhan, su Reuters, 6 febbraio 2020. URL consultato il 15 febbraio 2020.
  21. ^ CDC confirms first human-to-human transmission of coronavirus in US, su CNBC, 30 gennaio 2020. URL consultato il 30 gennaio 2020 (archiviato dall'url originale il 31 gennaio 2020).
  22. ^ Coronavirus update: First U.S. case of person-to-person transmission confermati, 195 U.S. citizens in isolation and WHO declares a public health emergency, su MarketWatch, 30 gennaio 2020. URL consultato il 30 gennaio 2020 (archiviato dall'url originale il 30 gennaio 2020).
  23. ^ Angie Leventis Lourgos, Illinois couple treated for coronavirus discharged from hospital, transitioning to 'home isolation', su The Chicago Tribune, 7 febbraio 2020. URL consultato l'8 febbraio 2020 (archiviato dall'url originale il 7 febbraio 2020).
  24. ^ Berkeley, Jr. Lovelace, CDC officials confirm 7th US case of coronavirus, in California man who traveled to China, su CNBC, 31 gennaio 2020. URL consultato il 31 gennaio 2020 (archiviato dall'url originale il 1º febbraio 2020).
  25. ^ John Woolfolk, Santa Clara County declares its first coronavirus case fully recovered, in The Mercury News, 20 febbraio 2020. URL consultato il 20 febbraio 2020.
  26. ^ Alex Leary, U.S. Imposes Entry Restrictions Over Coronavirus, su The Wall Street Journal, 31 gennaio 2020. URL consultato il 31 gennaio 2020 (archiviato dall'url originale il 1º febbraio 2020).
  27. ^ Planeloads of Americans flee growing coronavirus outbreak in Wuhan as 12th case is reported in the US, su Q13 Fox, 6 febbraio 2020. URL consultato il 15 febbraio 2020 (archiviato l'8 febbraio 2020).
  28. ^ Joe Dwinell, Lisa Kashinsky e Stefan Geller, UMass Boston student first confermati case of coronavirus in Massachusetts, in The Boston Herald, 1º febbraio 2020. URL consultato il 1º febbraio 2020 (archiviato dall'url originale il 1º febbraio 2020).
  29. ^ Josh Sullivan, Massachusetts' First Case of New Coronavirus Diagnosed in Boston Student, su NBC-TV 10 Boston, 1º febbraio 2020. URL consultato il 1º febbraio 2020 (archiviato dall'url originale il 1º febbraio 2020).
  30. ^ Ninth case of fast-moving coronavirus confermati in U.S., su Reuters, 2 febbraio 2020. URL consultato il 3 febbraio 2020 (archiviato dall'url originale il 3 febbraio 2020).
  31. ^ 2nd person-to-person transmission of coronavirus reported in US; 1st death confermati outside China, su abcnews.go.com, 3 febbraio 2020. URL consultato il 3 febbraio 2020 (archiviato dall'url originale il 3 febbraio 2020).
  32. ^ Wisconsin Department of Health Services, 2019 Novel Coronavirus Case is confermati in Wisconsin, su Wisconsin DHS, 5 febbraio 2020. URL consultato il 5 febbraio 2020 (archiviato dall'url originale il 5 febbraio 2020).
  33. ^ Madeline Heim, The coronavirus has reached Wisconsin; case is the 12th in U.S., su The Post-Crescent, Appleton, WI, US, 5 febbraio 2020. URL consultato il 6 febbraio 2020 (archiviato dall'url originale il 6 febbraio 2020).
  34. ^ Andrew Hay, Coronavirus case confermati in California, takes U.S. total to 13, su Reuters, 10 febbraio 2020. URL consultato il 10 febbraio 2020 (archiviato l'11 febbraio 2020).
  35. ^ 2nd case of new coronavirus confermati among China evacuees, su KCRA-TV 3, 13 febbraio 2020. URL consultato il 13 febbraio 2020 (archiviato il 13 febbraio 2020).
  36. ^ 1 of 2 patients released from isolation at UC San Diego Health after recovering from COVID-19, CBS 8, 19 febbraio 2020. URL consultato il 20 febbraio 2020 (archiviato il 22 febbraio 2020).
  37. ^ Zac Self, Second San Diego coronavirus patient discharged from hospital, KGTV-TV, 24 febbraio 2020. URL consultato il 25 febbraio 2020.
  38. ^ Theresa Waldrop, The 1st group of Americans evacuated from Wuhan and quarantined over coronavirus just got released, su CNN, 10 febbraio 2020. URL consultato il 16 febbraio 2020 (archiviato il 14 febbraio 2020).
  39. ^ William Feuer, CDC confirms 15th US case of coronavirus among Wuhan evacuees under quarantine at Texas military base, su CNBC, 13 febbraio 2020. URL consultato il 13 febbraio 2020.
  40. ^ Coronavirus: US to evacuate citizens from Diamond Princess, su BBC, 15 febbraio 2020. URL consultato il 16 febbraio 2020 (archiviato il 16 febbraio 2020).
  41. ^ Message to US Citizen Diamond Princess Passengers and Crew (PDF), su US Embassy, Japan, 15 febbraio 2020. URL consultato il 16 febbraio 2020.
  42. ^ 13 Americans moved to Omaha facility from evacuation flights, US officials say, su CNN, 18 febbraio 2020. URL consultato il 18 febbraio 2020 (archiviato il 18 febbraio 2020).
  43. ^ U.S. State Dept. says fourteen test positive for coronavirus from cruise ship in Japan, su Reuters, 17 febbraio 2020. URL consultato il 17 febbraio 2020 (archiviato dall'url originale il 17 febbraio 2020).
  44. ^ Alex Wigglesworth, California’s coronavirus cases now at 15, with new diagnoses in Humboldt, Sacramento areas, su The Los Angeles Times, 21 febbraio 2020. URL consultato il 21 febbraio 2020 (archiviato il 22 febbraio 2020).
  45. ^ Tim Lantz, CA Dept Of Justice Says Sacramento Employee Being Monitored For Coronavirus, su KFBK-FM, 21 febbraio 2020. URL consultato il 21 febbraio 2020.
  46. ^ Maggie Fusek, 5 Cruise Ship Passengers Test Positive For Coronavirus, CDC Says, su Patch.com, 21 febbraio 2020. URL consultato il 22 febbraio 2020 (archiviato il 22 febbraio 2020).
  47. ^ Maggie Fusek, 5 Cruise Ship Passengers Test Positive For Coronavirus, CDC Says, su Patch.com, 21 febbraio 2020. URL consultato il 22 febbraio 2020 (archiviato dall'url originale il 22 febbraio 2020).
  48. ^ (EN) 6 cases of coronavirus confermati in Texas, su al, 25 febbraio 2020. URL consultato il 26 febbraio 2020.
  49. ^ (EN) Coronavirus: New case confermati in Northern California, origin unknown, su ABC 7, 26 febbraio 2020. URL consultato il 26 febbraio 2020.
  50. ^ Darrell Smith, First U.S. coronavirus case of unknown origin confermati in Northern California, CDC says, su The Sacramento Bee, 26 febbraio 2020. URL consultato il 26 febbraio 2020.
  51. ^ (EN) Corey Egel, CDC Confirms Possible First Instance of COVID-19 Community Transmission in California, su California Department of Public Health, 26 febbraio 2020. URL consultato il 26 febbraio 2020.
  52. ^ (EN) Anne Ternus-Bellamy, Newly diagnosed coronavirus patient being treated at UC Davis Medical Center, su Davis Enterprise, 26 febbraio 2020. URL consultato il 26 febbraio 2020.
  53. ^ (EN) Montanan diagnosed with coronavirus in Maryland did not have disease in Montana, su KTVQ, 11 marzo 2020. URL consultato il 14 marzo 2020.
  54. ^ Coronavirus, su dphhs.mt.gov. URL consultato il 14 marzo 2020.
  55. ^ (EN) Two coronavirus cases confermati in Missoula County, su KBZK, 15 marzo 2020. URL consultato il 15 marzo 2020.
  56. ^ David Jackson, Trump administration declares coronavirus emergency, orders first quarantine in 50 years, su USA Today. URL consultato il 26 febbraio 2020.
  57. ^ Andrew O'Reilly, Trump administration asks Congress for $2.5B to combat coronavirus, su Fox News. URL consultato il 26 febbraio 2020.
  58. ^ Morgan Chalfant, Trump asserts coronavirus 'under control' as stocks plunge, su The Hill. URL consultato il 26 febbraio 2020.
  59. ^ Rachel Roubein, Coronavirus triggers swift bipartisan backlash against Trump, su Politico. URL consultato il 26 febbraio 2020.
  60. ^ Jordain Carney, Schumer requesting $8.5 billion in emergency funding on coronavirus, su The Hill. URL consultato il 26 febbraio 2020.
  61. ^ Morgan Winsor, CDC warns Americans of 'significant disruption' from coronavirus, su ABC News. URL consultato il 26 febbraio 2020.
  62. ^ Eli Okun, Kudlow breaks with CDC on coronavirus: ‘We have contained this’, su Politico. URL consultato il 26 febbraio 2020.
  63. ^ Amanda Holpuch, Donald Trump puts Mike Pence in charge of US coronavirus response, in The Guardian, 26 febbraio 2020. URL consultato il 26 febbraio 2020.
  64. ^ (EN) Santa Clara County Declares Local Health Emergency Amid Coronavirus, su NBC Bay Area. URL consultato il 26 febbraio 2020.
  65. ^ (EN) County declares local state of emergency in response to the coronavirus in San Diego -, su McKinnon Broadcasting, 15 febbraio 2020. URL consultato il 26 febbraio 2020.
  66. ^ (EN) Tal Axelrod, San Francisco declares state of emergency over coronavirus, su TheHill, 25 febbraio 2020. URL consultato il 26 febbraio 2020.
  67. ^ John Bacon and Jorge L. Ortiz, San Francisco, Orange County declare coronavirus health emergencies, su USA TODAY. URL consultato il 26 febbraio 2020.
  68. ^ (EN) John Bacon and Jorge L. Ortiz, San Francisco, Orange County declare coronavirus health emergencies, su USA TODAY. URL consultato il 27 febbraio 2020.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]