Palio di San Giovanni Battista

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Il Palio di San Giovanni Battista è una rievocazione storica che si svolge nella città di Fabriano e ha luogo ogni anno dalla metà del mese di giugno al giorno del santo (24 giugno), patrono della città. Il Palio rievoca il Trecento, il “secolo d’oro” di Fabriano, periodo in cui la città diviene molto nota nel contesto socio-politico dell’epoca. Durante questa manifestazioni le porte si affrontano in varie competizioni quali giochi storici popolari, infiorate artistiche, torneo degli arcieri, Palio dei Monelli (riservato ai ragazzi) e che culmina l'ultimo giorno nella Sfida del Maglio, la principale sfida fra i quattro quartieri che esalta l’antico mestiere del fabbro e la storica vocazione cittadina alla lavorazione del ferro. L’antica Faberius divenne infatti nel Medioevo “Fabriano” anche perché era molto sviluppata in città l’attività dei fabbri. Le quattro porte sono:

  • Porta del Borgo - colore giallo
  • Porta Cervara - colore rosso
  • Porta del Piano - colore blu
  • Porta Pisana - colore verde

La porta campione in carica (edizione 2019) è la Porta Pisana, mentre la classifica delle vittorie è la seguente:

  • 1) Borgo (10 volte)
  • 2) Piano (9 volte)
  • 3) Cervara (4 volte)
  • 4) Pisana (2 volte)

La prima edizione si è svolta nel 1995, e in 25 edizioni è cresciuta in quantità e qualità, diventando un’importante attrattiva culture e religiosa della regione Marche. [1]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La festività di San Giovanni Battista affonda le radici fin nelle origini della città: storicamente il Santo sarebbe però divenuto patrono solo nel 1378, quando Guido Chiavelli, dopo un periodo di lotte di fazione che avevano indebolito la città, il 24 giugno, giorno di San Giovanni Battista, conquista Fabriano celebrando la vittoria con una gran festa.[2] Si ordinò allora una gran celebrazione per ricordare questo avvenimento. Festa che si doveva ripetere ogni anno il giorno della festività di San Giovanni. In questo giorno oltre alla sacra celebrazione nella piazza alta venivano eseguiti tornei e giostre di vario genere. [3]

Svolgimento[modifica | modifica wikitesto]

Un tempo tutti i giovani del paese volevano entrare nella bottega di mastro Marino, allora si sfidavano, per diventare i fabbri più noti del paese. Oggigiorno a ricordarlo, la Sfida, che prende il via con la staffetta, per poi continuare con il Gioco dell’Anello e per finire con i corridori-garzoni che portano il ferro al proprio Fabbro: vince il primo Fabbro che riesce a costruire la chiave perfetta per far salire una bandiera bloccata da una serratura. C’è poi Il palio dei Monelli, così chiamato perché i partecipanti devono rientrare nei 14 anni di età. Quattro ragazzi compiono un percorso a staffetta e uno assiste il Fabbro. Oltre alla Sfida del Maglio, nel corso della manifestazione ci sono altre rievocazioni storiche quali i Borghi Medievali, che rappresentano scene di vita medievale, il Corteo Storico e i Giochi Popolari che comprendono gare di tiro alla fune, corsa con i trampoli, corsa con le brocche, torneo degli Arcieri non chè le infiorate artistiche dei “Giovani Infioratori”.[4]


  1. ^ Infiorate di Fabriano, su interris.it.
  2. ^ San Giovanni Battista, su meravigliaitaliana.it.
  3. ^ Eventi storici, Palio di San Giovanni, su eventiesagre.it.
  4. ^ San Giovanni Battista e la Sfida del Maglio, su turismo.marche.it.