Palio delle Batterie

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
« Cë vëdìmë àu fënèlë! »
(motto tipico dei Fujenti)

Il Palio delle Batterie lungo i percorsi processionali di Maria SS. del Soccorso, o semplicemente Palio delle Batterie, è una gara che, dal 2004, si concorre tra le contrade della città di San Severo, in Puglia, durante le due processioni della festa patronale.

La Festa si svolge la terza domenica di maggio e il seguente lunedì di ogni anno, in onore della Madonna del Soccorso e dei compatroni principali san Severino abate e san Severo vescovo. Il Palio, coordinato dall'associazione "Pro Civitate", è assegnato da una giuria e dalla cittadinanza, che vota mediante SMS e via web. La premiazione si svolge ogni anno, subito dopo la conclusione dei festeggiamenti.

Evoluzioni del Palio[modifica | modifica wikitesto]

  • 2004: prima edizione del Palio. I cittadini, per partecipare maggiormente all'organizzazione della festa, chiedono di istituire una gara fra i vari rioni della città.
  • 2005: viene introdotto il premio per il migliore arredo urbano.
  • 2006: viene introdotta la votazione tramite SMS.
  • 2007: i voti dei cittadini e quelli della giuria tecnica vengono sommati.
  • 2008: i voti dei cittadini sono indipendenti da quelli della giuria tecnica.
  • 2010: i voti dei cittadini e quelli della giuria tecnica tornano ad essere sommati.
  • 2011: si iscrivono per la prima volta i rioni delle antiche sette porte della Città (Porta Castello, Porta Lucera, Porta Guadone, Porta Foggia, Porta san Nicola, Porta del Mercato, Porta Apricena) e viene indetta l'ufficializzazione del Palio, per garantire una maggiore organizzazione, stabilendo così una data di scadenza per l'iscrizione dei vari rioni.
  • 2012: viene decretato solo il vincitore della migliore batteria e del miglior arredo urbano, mentre non viene decretato il secondo ed il terzo posto.
  • 2013: viene introdotta la votazione tramite web, direttamente sul sito ufficiale del Palio (http://www.paliodellebatteriefestadelsoccorso.com/).
  • 2014: i voti dei cittadini e quelli della giuria tecnica tornano ad essere indipendenti. Si decide di decretare due rioni vincitori, quello della giuria tecnica e quello della giuria popolare. Si decide di far votare i cittadini sulla pagina facebook del Palio. A causa di "Mi piace" provenienti da profili falsi, l'associazione PRO CIVITATE decide di annullare il facevoto e di decretare solo il rione vincitore per la giuria tecnica.

Vincitori Palio delle Batterie[modifica | modifica wikitesto]

Edizione Giorni del Palio Vincitore II posto III posto
Migliore batteria Migliore addobbo Migliore batteria Migliore addobbo Migliore batteria Migliore addobbo
I[1] 16-17 maggio 2004 Via Mazzini non disputato non disputato non disputato non disputato non disputato
II 15-16 maggio 2005 Sòp 'u Rusàrie via O. Castelli via Colangelo
III 21-22 maggio 2006 via Sicilia via Sicilia
IV 20-21 maggio 2007 Porta san Marco & via O. Castelli via Sicilia via Fortore via Marconi
Sòp 'u Rusàrie***
Sòp 'u Rusàrie viale della Stazione
V 18-19 maggio 2008 via Fortore*
Sòp 'u Rusàrie**
Sòp 'u Rusàrie via Marconi*
via Sicilia**
via Sicilia via Mazzini*
Porta san Marco & via O. Castelli**
via Mazzini
VI 17-18 maggio 2009 via Fortore*
via Sicilia**
via Sicilia Porta Lucera Sòp 'u Rusàrie piazza Carmine via Mazzini
VII 16-17 maggio 2010 via Fortore Porta Lucera piazza Carmine Porta san Marco & via T. Masselli Porta Lucera Sòp 'u Rusàrie
VIII[2] 15-16 maggio 2011 piazza Carmine Sòp 'u Rùsarie Porta Lucera
Porta san Marco***
Porta san Marco Arc à Nev Porta Foggia
I Foss du Rën***
IX 20-21 maggio 2012 Porta Lucera Porta San Marco non decretato non decretato non decretato non decretato
X[3] 19-20 maggio 2013 via Fortore Sòp 'u Rùsarie Porta Lucera Sòp 'u Rusàrie
XI 18-19 maggio 2014 Porta Lucera*/** Sòp 'u Rùsarie Via Sicilia** Piazza Incoronazione**
XII 17-18

maggio 2015

Porta Lucera Sòp 'u

Rùsarie

Note
(*) Vincitore tramite i voti della giuria tecnica
(**) Vincitore tramite i voti inviati via SMS dai cittadini
(***) ex aequo

Classifica rioni premiati[modifica | modifica wikitesto]

Classifica Rione Vittorie Secondi posti Terzi posti Tot. premiazioni Anno ultima vittoria
Migliore batteria
Ritardo (Anni)
Migliore batteria Migliore addobbo Migliore batteria Migliore addobbo Migliore batteria Migliore addobbo
1 Sòp 'u Rusàrie 2 5 1 2 2 1 13 2005
2008 (SMS)
10 anni
7 anni
2 via Sicilia 2 3 1 1 1 -- 8 2006
2009 (SMS)
8 anni
5 anni
3 Porta Lucera 3 1 3 -- 1 -- 8 2012 2 anni
4 Porta san Marco 1 1 1 2 1 -- 6 2007 7 anni
5 via Fortore 4 -- 1 -- -- -- 5 2013 1 anno
6 via Mazzini 1 -- -- -- 1 2 4 2004 10 anni
7 via O. Castelli 1 1 -- -- 1 -- 3 2007
(con Porta san Marco)
7 anni
8 piazza Carmine 1 -- 1 -- 1 -- 3 2011 3 anni
9 via Marconi -- -- 1 1 -- -- 2 -- --
10 via T. Masselli -- -- -- 1 -- 1 2 2007
(con Porta san Marco)
7 anni
11 via Colangelo -- -- -- 1 -- -- 1 2007
(con Porta san Marco)
7 anni
12 Arc à Nev -- -- -- -- 1 -- 1 -- --
13 Porta Foggia -- -- -- -- -- 1 1 -- --
14 viale della Stazione -- -- -- -- -- 1 1 -- --
15 I Foss du rën -- -- -- -- -- 1 1 -- --

Rioni partecipanti al Palio[modifica | modifica wikitesto]

I rioni che partecipano al Palio sono oltre venti e si sfidano allestendo le batterie pirotecniche che s'incendiano al passaggio delle processioni patronali. Di seguito sono riportati i rioni in ordine di gara.

Arc à Nev[modifica | modifica wikitesto]

Il pittoresco arco, detto "della neve" per il fatto che in passato vi si svolgeva la vendita del ghiaccio, attraversa uno dei più importanti edifici storici della città, sede del governo cittadino fino al 1813, quindi del Teatro Comunale Real Borbone, il primo teatro all'italiana della Capitanata, oggi scomparso.

  • Scudetto: Arco delle Neve (piazza della Repubblica).
  • Colori: grigio-blu (ufficiali); bianco-celeste (addobbo).
  • Giorni di gara: domenica e lunedì.
  • Toponomastica: Centro storico (via Soccorso, piazza della Repubblica, piazza Municipio, corso Vittorio Emanuele II, via san Severino, via A. Fraccacreta).
  • Vittorie: Valorizzazione del Centro Storico (2007).

Porta Foggia[modifica | modifica wikitesto]

Prende il nome dall'antica porta urbica, sorta all'incrocio delle mura con l'antica via che collegava Teanum Apulum con Arpi. Anticamente vi sorgeva il Cinema Marchitto, struttura demolita negli anni Ottanta.

  • Scudetto: Cinema Marchitto.
  • Colori: giallo ocra-celeste (ufficiali); bianco-celeste (addobbo).
  • Giorno di gara: domenica.
  • Toponomastica: via Soccorso.

Piazza Incoronazione[modifica | modifica wikitesto]

Deve il nome alla solenne Incoronazione del simulacro della Madonna del Soccorso, celebrata qui l'8 maggio 1937. Per ricordare l'evento fu eretto nella piazza un monumento marmoreo che raffigura la patrona. Al centro della piazza sorge una grande fontana in pietra e bronzi inaugurata nel 1938.

  • Scudetto: fontana monumentale.
  • Colori: azzurro-nocciola (ufficiali); bianco-celeste (addobbo).
  • Giorno di gara: domenica e lunedì.
  • Toponomastica: piazza dell'Incoronazione.
  • Vittorie: 2º posto per il miglior quadro pirotecnico (Festa del Rosario 2012); 3º posto per il miglior quadro pirotecnico (Festa del Rosario 2013).

Porta San Marco[modifica | modifica wikitesto]

È uno dei quartieri più vivaci della città e prende il nome dall'antica porta urbica, il cui nome originario era "di San Nicola". L'arteria che lo attraversa conduce al Gargano e ai suoi santuari, sfociando in quella variante della Via Francigena oggi chiamata “Via Sacra Langobardorum”. Il rione ha organizzato nel 2007 una batteria durata trenta minuti, dalle 12.45 alle 13.15, battendo così il record di lunghezza e di potenza degli spari. Nello scudetto è rappresentata la stazione di servizio, ora non più attiva nell'area; attualmente vi sorge il monumento ai caduti di Nasiriyya.

  • Scudetto: stazione di servizio.
  • Colori: verde scuro-verde chiaro (ufficiali); verde-giallo (addobbo).
  • Giorni di gara: domenica e lunedì.
  • Toponomastica: via M. Zannotti e via san Matteo.
  • Vittorie: 1º posto per la migliore batteria (insieme con via T. Masselli, via O. Castelli e via Colangelo) (2007); 2º posto per il miglior addobbo (insieme con via T. Masselli) (2010); 1º posto per il miglior quadro pirotecnico (Festa del Rosario 2012); 2º posto per il miglior quadro pirotecnico (Festa del Rosario 2013).

Piazza Carmine[modifica | modifica wikitesto]

È l'antica Piazza del Mercato, su cui prospettano le chiese del Carmine e dei Morti (della Pietà), con le loro caratteristiche cupole maiolicate. Tra il Settecento e il primo Novecento ebbe funzione di piano delle fosse granarie (attualmente è visibile una sola fossa, restaurata, alla sinistra della facciata del Carmine). Anticamente vi sorgeva la Porta del Mercato.

  • Scudetto: chiesa del Carmine.
  • Colori: giallo-marrone.
  • Giorno di gara: domenica.
  • Toponomastica: largo Carmine e p.za Aldo Moro.
  • Vittorie: 3º posto per la migliore batteria (2009), 2º posto per la migliore batteria (2010), 1º Posto per la migliore batteria (2011).

Piazza Allegato[modifica | modifica wikitesto]

L'antica Piazza del Plebiscito è uno dei luoghi più frequentati della città. È circondata da edifici significativi, come la grande Casa di Riposo e l'austera Camera del Lavoro, recentemente restaurata. Al centro, tra alberi secolari, è collocato il monumento ai Caduti per la Patria.

  • Scudetto: Camera del Lavoro.
  • Colori: nero-rosso (ufficiali); marrone-rosso (addobbo).
  • Giorno di gara: domenica.
  • Toponomastica: piazza Luigi Allegato.
  • Vittorie: 3º posto per il miglior quadro pirotecnico (Festa del Rosario 2012); 1º posto per il miglior quadro pirotecnico (Festa del Rosario 2013).

Sòp 'u Rusàrie[modifica | modifica wikitesto]

Il quartiere prende il nome dalla chiesa di San Sebastiano fuori le mura (nota come chiesa della Libera), che fu sede dei domenicani e dell'Arciconfraternita del Rosario. Sull'odierna piazza Tondi sorgeva la Porta del Castello. La batteria che viene allestita in questo rione nel periodo della festa patronale è nota come U fòchë 'a pòstë (Il fuoco della posta) ed è particolarmente lunga (talvolta dura oltre venti minuti).

  • Scudetto: Mulino Casillo.
  • Colori: rosso-blu.
  • Giorno di partecipazione: domenica.
  • Toponomastica: via F. d'Alfonso e viale G. Checchia Rispoli.
  • Vittorie: 1º posto per la migliore batteria (2005), 2º posto per la migliore batteria (2014), 1º posto per il miglior addobbo (2008, 2011, 2013, 2014), 2º posto per il miglior addobbo (2009), 3º posto per il miglior addobbo (2010), 1º posto per il miglior quadro pirotecnico (Festa del Rosario 2010)

Via Sicilia[modifica | modifica wikitesto]

Lunga via che attraversa uno dei quartieri sviluppatisi a ridosso del centro storico tra la fine dell'Ottocento e i primi del Novecento. Questa via è famosa per gli originali addobbi che vi si allestiscono (nel 2009, ad esempio, è stata creata una finta batteria con i colori caratteristici del rione e collocata su tutti i balconi) e per le varie vittorie ottenute.

  • Scudetto: fontanella pubblica (oggi scomparsa).
  • Colori: verde-azzurro (ufficiali); giallo-blu (addobbo).
  • Giorno di gara: domenica.
  • Toponomastica: via Sicilia.
  • Vittorie: 1º posto per la migliore batteria (2006), 1º posto per il miglior addobbo (2006, 2007, 2009).

Porta Lucera[modifica | modifica wikitesto]

Il quartiere prende il nome dalla scomparsa porta urbica. Anticamente, sulla strada che reca alla chiesa di Croce Santa sorgevano cinque tempietti a forma di archi trionfali contenenti ciascuno una croce.

  • Scudetto: chiesa di Croce Santa (o di san Rocco).
  • Colori: giallo-verdescuro.
  • Giorno di gara: domenica.
  • Toponomastica: via Daunia e via don F. Canelli.
  • Vittorie: 2º posto per la migliore batteria (2009); 1º posto per il miglior addobbo e 3º posto per la migliore batteria (2010); 2º posto per la migliore batteria (ex aequo con Porta san Marco) (2011); 1º posto per la migliore batteria (2012, 2014); 2º posto per la migliore batteria (2013).

Via Mazzini (Sand'Andùnë)[modifica | modifica wikitesto]

La strada che nasce dalla storica chiesa di sant'Antonio abate era caratterizzata dalla porta urbica detta "di Castelnuovo", una delle sette che intervallavano la scomparsa cinta muraria della città. In questo rione vi si tiene nella solennità di Sant'Antonio abate la competizione del Palo della cuccagna, una delle manifestazioni più note ed antiche della città. Il quartiere vanta il 1º posto della prima edizione del Palio.

  • Scudetto: chiesa di sant'Antonio abate.
  • Colori: giallo-amaranto (ufficiali); giallo-rosso (addobbo).
  • Giorno di gara: domenica.
  • Toponomastica: via Giuseppe Mazzini.
  • Vittorie: 1º posto per la migliore batteria (2004); 3º posto per la migliore batteria (voti giuria tecnica) (2008); 3º posto per il miglior addobbo (2008 e 2009).

Viale della Villa[modifica | modifica wikitesto]

Luogo d'incontro e di passeggio per antonomasia, il Viale è un'elegante arteria ottocentesca che unisce il centro storico alla lussureggiante Villa Comunale, con prospetto di stile umbertino ornato da quattro statue bronzee di divinità classiche. Altri monumenti che caratterizzano la via sono il maestoso Teatro Comunale, la chiesa della Madonna delle Grazie e la fontana posta dinanzi alla villa.

  • Scudetto: Villa Comunale.
  • Colori: blu-celeste.
  • Giorni di gara: domenica e lunedì.
  • Toponomastica: corso Giuseppe Garibaldi.

Via Fortore[modifica | modifica wikitesto]

È la via marina di San Severo, quella che conduce al lago di Lesina e alle spiagge adriatiche. Nei suoi pressi sorge il monumentale edificio scolastico "de Amicis", che fu inaugurato dal principe Umberto di Savoia nel 1923. Attualmente il rione detiene il record delle vittorie del Palio per tre anni consecutivi.

  • Scudetto: edificio scolastico "E. de Amicis".
  • Colori: verde-rosso.
  • Giorno di gara: lunedì.
  • Toponomastica: piazza Padre Pio, piazza Cavallotti e viale Padre Matteo da Agnone (già via Fortore).
  • Vittorie: 2º posto per la migliore batteria (2007), Premio addobbo speciale (2007), 1º posto per la migliore batteria (2008, 2009, 2010, 2013).

Via T. Masselli[modifica | modifica wikitesto]

Segmento della vecchia circonvallazione cittadina, la via è intitolata alla benefattrice cui si deve la costruzione dell'Ospedale Civile, elegante edificio neoclassico inaugurato nel 1915. In questo rione il lunedì della Festa vi si tiene la sosta della Madonna del Soccorso dinanzi all'Ospedale, per elargire la propria benedizione ai malati.

  • Scudetto: facciata dell'Ospedale.
  • Colori: blu-giallo.
  • Giorno di gara: lunedì.
  • Toponomastica: via Teresa Masselli.
  • Vittorie: 2º posto per il miglior addobbo (insieme con Porta San Marco) (2010).

Via O. Castelli[modifica | modifica wikitesto]

Ampia strada lastricata con basole (pietre laviche e di Apricena) che congiunge il quartiere di Porta san Marco a quello delle Grazie.

  • Scudetto: fontanella pubblica (oggi scomparsa).
  • Colori: marrone-giallo.
  • Giorni di gara. domenica e lunedì.
  • Toponomastica: via Orazio Castelli.
  • Vittorie: 1º posto per il miglior addobbo (2005), 1º posto per la migliore batteria (insieme con Porta san Marco, via T. Masselli e via Colangelo) (2007).

Via Colangelo[modifica | modifica wikitesto]

È la strada che collega via Teresa Masselli con via Tiberio Solis attraversando via Orazio Castelli.

  • Scudetto: via Colangelo.
  • Colori: verdechiaro-blu.
  • Giorno di gara: lunedì.
  • Toponomastica: via Colangelo.
  • Vittorie: 1º posto per la migliore batteria (insieme con Porta san Marco, via T. Masselli e via O. Castelli) (2007).

Palazzo Rizzi (Via don Minzoni)[modifica | modifica wikitesto]

Il Palazzo, costruito in stile liberty agli inizi del Novecento, prospetta su via don Minzoni al penultimo isolato verso la stazione ferroviaria. Disputa il Palio solo dal 2007.

  • Scudetto: Palazzo Rizzi.
  • Colori: rosa-azzurro.
  • Giorno di gara: lunedì.
  • Toponomastica: via don Minzoni.

Via Marconi[modifica | modifica wikitesto]

È una strada periferica nei pressi della stazione ferroviaria. Alla sinistra dell'apertura della via sorge l'arco neoclassico attraverso cui si accede al Palazzo dell'Enel. Il rione è noto perché organizza batterie particolarmente forti.

  • Scudetto: arco neoclassico del Palazzo dell'Enel.
  • Colori: giallo-marrone (ufficiali); giallo-rosso (addobbo).
  • Giorno di gara: lunedì.
  • Toponomastica: via Guglielmo Marconi.
  • Vittorie: 2º posto per il miglior addobbo (2007).

Viale della Stazione[modifica | modifica wikitesto]

Prende il nome dalla stazione ferroviaria, che il viale collega a piazza Incoronazione. È il rione in cui si incendiano più batterie durante l'anno, specialmente in occasione delle feste del Soccorso, del Carmine e del Rosario. Nello scudetto è raffigurata la vecchia stazione ferroviaria che fu lo scenario di una grande strage accaduta il 3 aprile 1989: il treno locale proveniente da Bari entra in stazione a velocità eccessiva, deragliando e provocando la morte di 8 persone e 20 feriti. In ricordo nella stazione è stata posta una lapide con i nomi delle 8 vittime.

  • Scudetto: vecchia stazione ferroviaria.
  • Colori: rosso-grigio.
  • Giorno di gara: lunedì.
  • Toponomastica: viale Giacomo Matteotti.
  • Vittorie: 3º posto per il miglior addobbo (2007).

Via Zingari[modifica | modifica wikitesto]

Importante strada cittadina, che collega il quartiere di Porta Foggia a quello di Porta Lucera. È un rione che in varie feste religiose allestisce batterie lunghe fino a 11 km e molto potenti (come quella che viene incendiata per la festa del Carmine, il 16 luglio).

  • Scudetto: scorcio dell'antica via Zingari.
  • Colori: rosso-verdescuro.
  • Giorno di gara: lunedì.
  • Toponomastica: corso Amedeo duca di Savoia-Aosta.

I Foss du rëne[modifica | modifica wikitesto]

  • Scudetto: fosse granarie.
  • Colori: blu-giallo.
  • Toponomastica: via Iannarelli e piazza Leone Severino.
  • Vittorie: Premio addobbo speciale (2010).

Rioni non più partecipanti al Palio[modifica | modifica wikitesto]

U' Fùrn Fanìe[modifica | modifica wikitesto]

Il rione prende il nome dall'antico forno, famoso in città, che era sito proprio in questa zona. Questa via si trova nei pressi di piazza Incoronazione. Ha partecipato solo per qualche anno al Palio e attualmente non vi concorre.

  • Scudetto: Forno di Fania.
  • Colori: verde-giallo.
  • Giorno di gara: domenica.
  • Toponomastica: vico Villanova e vico Trapezio Curvo.

Via Roma[modifica | modifica wikitesto]

Il rione prende il nome dall'omonima strada, lungo segmento del cosiddetto Giro Interno, l'anello viario che ricalca il tracciato più antico delle mura urbiche, fatte abbattere da Federico II di Svevia. Attualmente il rione non concorre al Palio, cui ha partecipato solo nel 2005.

  • Scudetto: leone stiloforo.
  • Colori: blu-giallo.
  • Giorno di gara: domenica.
  • Toponomastica: via Roma.

Via Apricena[modifica | modifica wikitesto]

È una lunga arteria che porta alla città di Apricena. Alla destra di essa si affaccia la porta laterale della Villa Comunale. Attualmente il rione non concorre al Palio, cui ha partecipato solo nel 2005.

  • Scudetto: Istituto Salesiani.
  • Colori: blu-celeste.
  • Giorno di gara: lunedì.
  • Toponomastica: viale san Giovanni Bosco e via Apricena.

Regolamento di partecipazione[modifica | modifica wikitesto]

Risulta vincitore del Palio il rione che, unitamente ai pirotecnici, ha realizzato la migliore batteria. Premi sono attribuiti anche al secondo e al terzo classificato. La giuria è composta di sette membri: il presidente dell'associazione "Pro Civitate", due scelti tra i fujenti del fuoco e quattro esperti appartenenti a comitati-festa dei comuni vicini (Torremaggiore, Apricena, Lesina e San Paolo di Civitate). I nominativi sono resi pubblici prima della Festa. La giuria, allo scopo di dare il dovuto risalto alla plurisecolare tradizione delle batterie, considerati altresì i limiti normativi vigenti riguardanti la quantità di miscela esplosiva, vaglia e giudica sulle seguenti caratteristiche, preliminarmente assodato che la lunghezza delle batterie non costituisce elemento condizionante il giudizio della giuria:

  • predisposizione delle batterie a terra;
  • effetti sonori;
  • tecniche adoperate: fermate e riprese;
  • ritmo;
  • gradualità e crescendo variazioni;
  • fantasie nella combinazione dei colpi;
  • effetti visivi e giochi pirici;
  • alternanze tra ritmo normale e di finale;
  • allestimento scenografico della batteria;
  • continuità di sparo (assenza di interruzioni).

Sono premiati altresì i primi tre classificati rioni che hanno curato il miglior allestimento scenografico della piazza o delle strade su cui verranno collocate le batterie, con qualsiasi materiale originale.

Decalogo del "Fujente del Fuoco"[modifica | modifica wikitesto]

  1. Rispettare i simboli della fede e il comune sentimento religioso, perché la Festa del Soccorso è prima di tutto una festa religiosa;
  2. Non attraversare mai le processioni: per raggiungere le batterie senza intralciare i sacri cortei, studiare in anticipo i percorsi migliori;
  3. Rispettare il prossimo: il proprio divertimento non deve recare danno o fastidio agli altri;
  4. Comportarsi in modo civile: affinché il sano divertimento non degeneri, evitare gesti e parole fuori luogo durante le processioni;
  5. Informarsi per tempo sulla lunghezza e il tracciato di ciascuna batteria, per affrontare la corsa nel modo migliore;
  6. Non toccare mai la batteria (anche dopo la conclusione) e non avvicinarsi eccessivamente alle esplosioni;
  7. Prestare, durante la corsa, immediato soccorso a chi dovesse trovarsi in difficoltà;
  8. Coprire naso e bocca con un fazzoletto, per non inalare il fumo della batteria;
  9. Invitare i più piccoli a tenersi a distanza e a evitare di correre;
  10. Non lesinare consigli ai "partecipanti", soprattutto se forestieri.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Oltre al Palio delle Batterie che si svolge durante le processioni, si concorre anche, dal 2002, il Palio delle Batterie Serali, e il Palio dei Fuochi Pirotecnici, dal 2003.

Torneo Madonna del Rosario[modifica | modifica wikitesto]

Il torneo Madonna del Rosario (già Palio della Rotella nel 2010, e Torneo del Quadro pirotecnico più bello dal 2011 al 2012), è lo spin-off del più noto Palio delle Batterie, che si tiene annualmente, dal 2010, la terza domenica di ottobre in occasione dei solenni festeggiamenti in onore di Maria Santissima del Rosario. La gara consiste nell'allestire, da parte dei vari rioni della Città, il quadro pirotecnico più bello insieme con spari ad effetti di carta e la consueta batteria.

Edizione Giorno del Palio Rione vincitore Rione II posto Rione III posto
I 17 ottobre 2010 Sòp 'u Rusàrie non disputato non disputato
II 16 ottobre 2011 piazza Incoronazione (??) non disputato non disputato
III 21 ottobre 2012 Porta san Marco piazza Incoronazione corso Gramsci & piazza Allegato
IV 20 ottobre 2013 corso Gramsci & piazza Allegato Porta san Marco piazza Incoronazione
V 19 ottobre 2014 non disputato non disputato non disputato

Rioni partecipanti al torneo Madonna del Rosario

Rione Anno di partecipazione Rione Anno di partecipazione
Arc à Nev 2010, 2011, 2012, 2013,2014 piazza Incoronazione 2010, 2011, 2012, 2013, 2014
Sòp 'u Rusàrie 2010, 2011, 2012, 2014 Porta san Marco & via O. Castelli 2010, 2011, 2012, 2013
Porta Lucera 2010, 2011, 2012, 2013, 2014 piazza Carmine 2011, 2012, 2014
I Foss du rëne 2013 viale della Villa 2010, 2012, 2013
via Mazzini & via Zingari 2011, 2012, 2013, 2014 via Fortore 2011, 2014
Porta Foggia 2013 piazza Allegato & corso Gramsci 2010, 2011, 2012, 2013, 2014

Classifica Palio delle Batterie 2009[modifica | modifica wikitesto]

Classifica Rione Batteria Voti Rione Addobbo Voti
1 via Fortore 486 via Sicilia 267
2 Porta Lucera 404 Sòp 'u Rusàrie 212
3 piazza Carmine 394 via Mazzini 200
4 via Sicilia 391 via Marconi 138
5 Porta Foggia (ex aequo) 368 Porta Lucera 132
5 / 6 Sòp 'u Rusàrie (ex aequo) 368 viale della Stazione 77
7 via Marconi (1º batteria) 363 via O. Castelli 76
8 via Mazzini 338 via Zingari 75
9 viale della Stazione 332 via Fortore 31
10 via don Minzoni 329 via don Minzoni 27
11 Arc à Nev 302 piazza Allegato 20
12 via Marconi (2º batteria) 266 Porta san Marco 14
13 via Zingari 252 Arc à Nev 12
14 Porta san Marco 228 [4] - - - - - - - -
15 Porta san Marco-via O. Castelli 223 - - - - - - - -
16 viale della Villa 222 - - - - - - - -
17 piazza Incoronazione 187 - - - - - - - -

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Nel 2004 non fu previsto il premio per il miglior addobbo, introdotto l'anno seguente.
  2. ^ Per la prima volta, dal 2004, la seconda parte del Palio si è disputata martedì sera 17 maggio, a causa delle avversità meteorologiche.
  3. ^ Per la prima volta, la prima parte del Palio si è svolta domenica pomeriggio, in seguito alla concomitante solennità della Pentecoste; solitamente, si facevano slittare i festeggiamenti patronali alla domenica successiva.
  4. ^ Gli altri rioni non si sono classificati per l'addobbo.