Palazzo di Teodorico (Monza)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Antiche cronache [1] narrano che Teodorico decise, come più tardi Teodolinda, di soggiornare con la sua corte in Monza per la salubrità del suo clima estivo e per la sua vicinanza a Milano.
Qui decise di erigere un palazzo di cui non sono ancora stati ritrovati resti archeologici.

Ipotesi sul luogo[modifica | modifica wikitesto]

La tradizione riferisce del re goto e della sua Longa corte: si può ipotizzare che il ricordo monzese dell’edificio sia rimasto legato alla strada del centro storico tuttora chiamata via Cortelonga.
In effetti nei pressi sono stati trovati resti di pitture altomedievali con decori barbarici[2].

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Paolo Diacono, Historia Langobardorum (IV,21)
  2. ^ V.Maspero, Storia di Monza, pag.37