Palazzo dell'Università (Catania)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Palazzo dell'Università
Catania BW 2012-10-06 11-26-20.JPG
Il Palazzo dell'Università, sede del Rettorato
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneSicilia
LocalitàCatania
Coordinate37°30′12.8″N 15°05′11.5″E / 37.503556°N 15.086528°E37.503556; 15.086528Coordinate: 37°30′12.8″N 15°05′11.5″E / 37.503556°N 15.086528°E37.503556; 15.086528
Informazioni generali
CondizioniIn uso

Il Palazzo dell'Università di Catania è ubicato nella piazza omonima lungo la via Etnea. È sede del Rettorato dell'Ateneo civico.

Il palazzo[modifica | modifica wikitesto]

Il palazzo, come tutti i palazzi di Catania, fu ricostruito dopo il disastroso terremoto del 1693. Alla sua costruzione concorsero diversi architetti fra i quali Francesco e Antonino Battaglia, e Giovan Battista Vaccarini. Successivamente, a seguito del terremoto del 1818 si rese necessario un ulteriore restauro che fu affidato all'architetto Antonino Battaglia. Questi modificò i prospetti laterali apponendo alle murature esistenti una controfacciata, adottando la stessa strategia adoperata dal padre, Francesco Battaglia, che foderò con un contromuro la facciata principale, lesionata dopo il sisma del 1785. Ulteriori e significative riforme del piano terra, con modifiche degli accessi sulla strada, furono progettati dal prof. ing. Mario Di Stefano nel 1879. L'edificio è costituito da un intero isolato, come il vicino Palazzo degli Elefanti, con un cortile interno a forma di chiostro con porte originariamente aperte su tutti i quattro lati del palazzo. Il palazzo possiede una splendida Aula magna affrescata da Giovan Battista Piparo. Sulla parete che fa da sfondo al "podio accademico", è appeso un arazzo con lo stemma della dinastia di Aragona. La Biblioteca dell'Università conserva dei preziosi codici, incunaboli, manoscritti e lettere autografe oltre a 200.000 volumi.

Particolare della facciata del Palazzo dell'Università

La storia[modifica | modifica wikitesto]

L'Università di Catania, fu fondata il 19 ottobre del 1434 da Alfonso il Magnanimo. La bolla pontificia di Eugenio IV che autorizzò la costituzione fu emanata il 18 aprile 1444. I corsi iniziarono il 19 ottobre 1445, con sei docenti e vennero inizialmente tenuti in una costruzione che sorgeva in piazza Duomo a fianco della Cattedrale di Sant'Agata, nei pressi dell'attuale Palazzo del Seminario dei Chierici.

Nel 1684 l'Università fu trasferita negli allora locali dell'ospedale San Marco nella zona Fiera, fino al 1693 quando il terremoto distrusse gran parte degli edifici catanesi compreso il fabbricato in questione.

Nel 1696 iniziarono i lavori per la costruzione del nuovo palazzo dell'Università, che diverrà sede definitiva sino ad oggi.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Maria Teresa Di Blasi e Concetta Greco Lanza, Il Cicerone. Storia, itinerari, leggende di Catania (brossura), 2ª ed., Catania, Edizioni Greco, 2007, ISBN 978-88-7512-060-3.
  • Grazia Lombardo, Alessandro Lo Faro, Alba Rosa D'Arrigo e Salvatore Consoli, Il Palazzo del Siciliae Studium Generale, a cura di Salvatore Barbera, Enna, Il Lunario, 2007, ISBN 88-8181-060-3.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]