Palazzo del Municipio (Alessandria)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Palazzo del Municipio
"Palazzo Rosso"
Alessandria-municipio1.jpg
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegionePiemonte Piemonte
LocalitàAlessandria
Indirizzopiazza della Libertà, 1
Coordinate44°54′46.98″N 8°36′55.43″E / 44.91305°N 8.615397°E44.91305; 8.615397Coordinate: 44°54′46.98″N 8°36′55.43″E / 44.91305°N 8.615397°E44.91305; 8.615397
Informazioni generali
CondizioniIn uso
Costruzione1772 - 1830
Realizzazione
AppaltatoreMunicipalità di Alessandria
ProprietarioComune di Alessandria

Il Palazzo del Municipio di Alessandria si trova in piazza della Libertà 1.

Noto come Palazzo Rosso, dal colore della facciata, venne costruito a partire dalla seconda metà XVIII secolo. È dotato di un particolare orologio a tre quadranti. Da notare sulla sommità il galletto sottratto dagli alessandrini ai casalesi nel 1225

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1772 cominciano i lavori di costruzione del palazzo su disegno dell'architetto Giuseppe Caselli. Agli inizi dell'Ottocento i lavori furono sospesi, ripresi nel 1825 e condotti a termine nel 1830 dall'architetto Leopoldo Valizzone.

L'edificio che appare visibile oggi è frutto di un notevole intervento di ricostruzione apportato nel periodo post bellico, quando i bombardamenti del 1944 avevano danneggiato in modo vistoso la struttura.

Teatro municipale[modifica | modifica wikitesto]

All'interno del palazzo esisteva il teatro municipale. Subì alcune modifiche nel biennio 1853-1854. Nel maggio del 1896 il M°Antonino Palminteri dirige al Municipale di Alessandria l'opera: L'amico Fritz di Pietro Mascagni il successo delle rappresentazioni fu così strepitoso che la stampa così si espresse: "L'amico Fritz ha ottenuto un meritato successo, [...] L'esito felice principalmente dovuto al bravo maestro concertatore e direttore sig. Palminteri che sa trarre dalla sua disciplinata orchestra i migliori effetti e dirige con passione e squisito sentimento d'arte". Nell'aprile del 1901 il M° Antonino Palminteri torna al Municipale per dirigere Don Pasquale di Gaetano Donizetti, con un ottimo successo di esecuzione[1]. Il teatro fu distrutto nel 1944 a causa di un bombardamento alleato. Durante gli anni '50 si pianificò la ristrutturazione dell'ala del palazzo distrutta ma senza ricostruire il teatro.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ [Angela Balistreri, "Antonino Palminteri un artista gentiluomo nel panorama operistico dell'800", Partanna, Produzioni Edivideo, 2010,www.Torrossa.com, pp.109,162,170]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]