Palazzo del Cardinale Zapata

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Palazzo del Cardinale Zapata
Cardinale Zapata.jpg
Facciata
Localizzazione
StatoItalia Italia
LocalitàNapoli
Coordinate40°50′13.62″N 14°14′53.96″E / 40.837117°N 14.248321°E40.837117; 14.248321Coordinate: 40°50′13.62″N 14°14′53.96″E / 40.837117°N 14.248321°E40.837117; 14.248321
Informazioni generali
CondizioniIn uso
CostruzioneXVII secolo
Stileneoclassico
Usoresidenziale
Realizzazione
ArchitettoCarlo Vanvitelli

Il palazzo del Cardinale Zapata o palazzo Zapata è ubicato in piazza Trieste e Trento.

Venne eretto nel XVII secolo dal viceré Antonio Zapata e ristrutturato da Carlo Vanvitelli in chiave neoclassica su volontà del medico Domenico Cotugno.

Servì come sede del potere vicereale durante i lavori per la ricostruzione dell'odierno Palazzo Reale di Napoli. Successivamente fu acquistato del barone Girolamo Sarnelli intimo amico del Zapata. Il 12 settembre 1702 vi nacque il beato Gennaro Maria Sarnelli, figlio del barone di Ciorani Angelo Sarnelli e altro grande santo redentorista che sale agli onori degli altari.

Nell'interno vi sono notevoli decorazioni neoclassiche e novecentesche, come il salone di ricevimento realizzato da Giovanni Battista Comencini nel 1912. Al secondo piano c'è il Museo del Circolo Artistico Politecnico che contiene alcune centinaia di opere (dipinti, sculture e disegni) di molti tra i maggiori artisti attivi a Napoli dall'Unità in poi. Invece, è totalmente andato perso il grande affresco esteso per tutta la volta dell'ingresso del palazzo, rappresentante il paese di Avigliano voluta da don Girolamo Sarnelli.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]